Cerca nel blog

mercoledì 13 settembre 2017

Groupama Asset Management Sgr: siglato con Green Network S.p.A. un accordo per l’acquisto di crediti commerciali per un turnover annuo di 120 milioni.

L’operazione permette di normalizzare i tempi di pagamento di circa 50 mila utenze che non hanno un sistema di addebito automatico attivo.

Il Supply Chain Fund, primo fondo di investimento alternativo specializzato nell’acquisto di crediti commerciali lanciato in Italia da Groupama Am Sgr e Green Network, tra i principali operatori italiani del mercato dell’energia e primo operatore italiano del mercato power & gas del Regno Unito, hanno siglato un accordo per l’acquisto di crediti commerciali per un plafond di circa 10 milioni di euro al mese pari ad un turnover di 120 milioni di euro.

L’accordo ha la particolarità di avere come sottostante circa 50 mila bollette di energia elettrica o gas emesse mensilmente verso singoli utenti. L’operazione che ha le modalità tecniche del direct factoring pro solvendo, risponde all’esigenza di Green Network di neutralizzare l’incertezza fisiologica dei tempi di pagamento delle utenze senza addebito automatico (SEPA Direct Debt), ovvero su cui non è attiva un'autorizzazione continuativa conferita dal debitore alla propria banca di accettare gli ordini di addebito provenienti da un determinato soggetto.

La gestione del flusso di dati è possibile grazie a una piattaforma digitale avanzata, sviluppata dalla società Fifty partecipata da Groupama Am Sgr e Tesi Square Spa.

La piattaforma consente l’acquisizione automatica, direttamente dai sistemi di Green Network, di oltre 50 mila bollette emesse mensilmente. Il flusso di dati è processato in pochi minuti per la verifica di eventuali anomalie, il calcolo dell’importo esatto del bonifico e la sua predisposizione in favore di Green Network.

Tramite quest’operazione le fatture sono saldate entro 48 ore dall’emissione dal Supply Chain Fund a Green Network al netto del tasso concordato, in anticipo quindi rispetto ai normali tempi di pagamento contrattualizzati con la clientela. A trenta giorni sarà Green Network a rimborsare direttamente il Supply Chain Fund, senza coinvolgimento del debitore, che continuerà a relazionarsi esclusivamente con il suo fornitore di energia.

“Grazie alla nostra piattaforma siamo tra i primi in Italia a riuscire a gestire automaticamente in digitale un numero così elevato di fatture. Si tratta di una innovazione fintech che apre scenari molto interessanti nel mondo del finanziamento alle imprese”, ha spiegato Michele Ronchi, Amministratore Delegato di FIFTY.

“L’operazione è molto complessa per dimensioni e quantità di dati. Il nostro Supply Chain Fund ha sia la tecnologia sia i capitali per rendere possibili operazioni di questa portata”, ha spiegato Alberico Potenza, Direttore Generale di Groupama Am Sgr. 

“Oggi in Italia ancora la maggior parte delle utenze non ha un sistema di addebito automatico attivo, perché gli utenti continuano a preferire modalità classiche di pagamento. L’accordo permetterà a Green Network di stabilizzare i flussi di cassa anche relativamente a queste utenze, contribuendo in modo importante al miglioramento del cash flow operativo e conferma la vocazione alla crescita del Gruppo, non solo in Italia, ma a livello internazionale”ha spiegato Giovanni Barberis, direttore generale di Green Network.


Groupama Asset Management Sgr è una società di gestione del risparmio, filiale italiana della capogruppo francese Groupama Asset Management SA, uno dei principali attori europei nella gestione attiva degli investimenti con un portafoglio di oltre 100 miliardi di euro per conto di investitori istituzionali. Con sede a Roma, ha patrimoni in gestione per 8,5 miliardi di euro e annovera tra i propri clienti alcuni dei maggiori investitori istituzionali italiani tra fondi pensione chiusi, casse di previdenza, fondazioni bancarie e compagnie di assicurazione.

Il Supply Chain Fund, promosso da Groupama Am Sgr, è il primo fondo di direct lending specializzato nell’acquisto di crediti commerciali, in grado di trasformare questi ultimi in una nuova asset class per gli investitori. Il SCF è il primo fondo di credito in Italia ad aver ottenuto a febbraio 2016 il via libera di Banca d’Italia e resta unico nel suo genere anche a livello europeo. Il Fondo è riservato agli investitori professionali e rientra nella famiglia dei fondi chiusi Private Debt. La clientela target del Fondo sono le compagnie assicurative, i fondi pensione, le casse previdenziali e le fondazioni bancarie.

Green Network nasce nel 2003 a seguito della liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica grazie al lavoro di un gruppo di professionisti che con le loro competenze hanno reso subito l’azienda uno degli operatori più consolidati e accreditati del mercato energetico italiano. Il Gruppo è attivo principalmente nel mercato power & gas, dove opera in qualità di grossista, trader e fornitore su tutto il territorio nazionale e nella produzione di energia elettrica principalmente da fonti rinnovabili, attraverso la gestione di impianti di proprietà. Recentemente, unica azienda italiana del settore, ha anche avviato le attività nel Regno Unito. 

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email