Cerca nel blog

domenica 17 dicembre 2017

STUDIO Regali di Natale, un italiano su 2 sotto l’albero metterà la cultura

REGALI DI NATALE, UN ITALIANO SU 2 SOTTO L'ALBERO METTERÀ LA CULTURA

Tour nelle città d'arte, libri, ingressi al cinema, teatro, mostre e concerti. Quest'anno a Natale il 51% degli italiani rivela che regalerà cultura. 

"Mettere sotto l'albero un biglietto per andare a teatro, un libro o un ingresso a una mostra rappresenta un atto d'amore non solo verso chi lo riceve ma soprattutto verso il futuro del nostro Paese" sostiene l'attore e regista Edoardo Sylos Labini.

La corsa agli ultimi regali natalizi è iniziata e come ogni anno si ripropone il dilemma di cosa mettere sotto l'albero. La soluzione trovata da oltre un italiano su due (51%)? Regalare cultura

Il desiderio di donare esperienze da condividere con la famiglia, gli amici e le persone care (51%), la facilità di fruizione e di acquisto di prodotti ed esperienze culturali (49%) e la possibilità di regalare un momento di arricchimento culturale (37%) sono solo alcune delle motivazioni che si nascondono dietro la scelta di donare cultura. 

Tra i regali più gettonati i tour e le gite alla scoperta delle meraviglie artistiche e culinarie del Bel Paese (41%), un buon libro (38%), biglietti e abbonamenti per assistere a uno o più proiezioni cinematografiche (31%) o spettacoli teatrali (27%) e infine visite guidate alla scoperta di edifici storici, monumenti o siti archeologici (30%). 

Una tendenza che riguarda tutto lo stivale ma diffusa principalmente al Nord (69%), seguito dal Centro (55%) e dal Sud e Isole (30%) e confermata dai recenti dati pubblicati nel 13° rapporto annuale di Federculture che evidenziano significativi segnali di ripresa del settore culturale e una spesa complessiva dei cittadini pari a 68,4 miliardi nel 2016, +1,7% rispetto al 2015.

È quanto emerge da una indagine promossa dall'agenzia Espresso Communication su circa 1000 persone tra i 20 e i 70 anni, distribuite in tutta Italia, attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog, forum e community.

"Regalare la cultura per Natale rappresenta un modo diverso e intelligente per rilanciare un settore basilare per il nostro Paese – spiega l'attore e regista Edoardo Sylos LabiniNon parliamo di bonus elettorali ma di una chiara strategia di educazione dei giovani di oggi, che saranno la classe dirigente del futuro, ad amare e difendere il patrimonio artistico e culturale che tutto il mondo ci invidia. Mettere sotto l'albero un biglietto per andare a teatro, un libro, un ingresso ad una mostra rappresenta quindi un atto d'amore non solo verso chi lo riceve ma soprattutto verso il futuro del nostro Paese".

Una propensione a spendere in cultura che, secondo i dati del 13° rapporto annuale di Federculture, ha riguardato tutti i settori. In crescita gli italiani che vanno a teatro +2%, al cinema +5%, visitano i musei, mostre +4% e siti archeologici +5,4%

Per ricreazione, spettacoli e cultura la spesa media mensile, a livello nazionale pari a 130 euro al mese, è nettamente superiore al Nord (circa 160 euro) seguita da Centro (129 euro), Sud (90 euro) e Isole (80). 

Tra le regione che anche nel 2016 hanno mostrato una maggiore propensione ai consumi culturali ci sono il Trentino Alto Adige (209 euro), seguita dalla Lombardia (177 euro). 

In aumento anche il turismo culturale, uno dei segmenti più importanti del turismo nazionale del quale costituisce il 36% in termini di arrivi (quasi 42 milioni nel 2016), e il 27% per le presenze, che hanno invece raggiunto i 110 milioni.

Partendo dal presupposto che leggere, approfondire, essere curiosi e dedicarsi alle proprie passioni rappresentano un toccasana per se stessi e per l'economia, quali sono le ragioni principali che spingono gli italiani a regalare cultura?

Tra le motivazioni principali ci sono un insieme di valori intangibili e individuali legati alle esperienze culturali, quali per esempio il desiderio di condividere momenti di intrattenimento e svago (51%), la facilità di fruizione e di acquisto di prodotti culturali (49%), soddisfare una passione (41%), fornire occasioni di arricchimento culturale (37%) e infine le particolari agevolazioni e gli sconti riservati al periodo natalizio (35%).

E se è vero, come sosteneva il filosofo Hans Georg Gadamer, che "La cultura è l'unico bene dell'umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande", l'offerta per Natale è davvero illimitata e variegata. 

Per chi vuole regalare un'esperienza culturale nel luogo simbolo della città di Milano, la Veneranda Fabbrica del Duomo propone una gift card alla scoperta dei tesori racchiusi nella Cattedrale

Per chi desidera trascorrere le feste in famiglia, regali irrinunciabili sono i libri "Nonno parlami di te" e "Nonna parlami di te", un diario per condividere e conservare il prezioso patrimonio dei ricordi, da far compilare ai propri nonni tra buon cibo e uno sguardo alle foto del passato

Per confezionare un regalo a regola d'arte, la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia propone una membership card con accesso illimitato al museo

E ancora per gli appassionati di musica il Lingottomusica riserva prezzi speciali per assistere ai concerti. Si conferma anche quest'anno la Manzoni Card Natale, un prezioso pass per assistere agli spettacoli di uno tra i più prestigiosi teatri italiani

Infine, per visitare le principali città italiane senza pensieri e saltando le code un regalo molto gradito è il city pass.

Ecco infine la top 10 dei regali culturali che gli italiani troveranno sotto l'albero di Natale:

1 - Un tour culturale tra i tesori artistici e culinari delle principali città d'arte racchiuso in un cofanetto o un buono regalo (41%)

2 - Un buon libro (38%)

3 - Un carnet di ingressi al cinema (31%)

4 - Una visita guidata alla scoperta di edifici storici, monumenti o siti archeologici (30%)

5 - Un pass per visitare mostre temporanee o collezioni permanenti (28%)

6 - Un mini abbonamento a teatro (27%)

7 - Un biglietto per assistere ad un concerto (25%)

8 - Un corso di teatro, fotografia, pittura… (16%)

9 - Gli intramontabili dischi e vinili (12%)

10 - Un abbonamento a una rivista (6%)

 


Redazione del CorrieredelWeb.it


Kellogg’s Company compie i suoi primi 30 anni in Italia

Risultati immagini per Kellogg’s Company compie i suoi primi 30 anni in Italia
Nell’87 nasce Kellogg’s Company in Italia, l’azienda che ha contribuito a informare la popolazione italiana circa l'importanza della prima colazione.


Kellogg ha contribuito a creare e consolidare la categoria dei cereali per la prima colazione in Italia.


Milano, 17 dicembre 2017 - Kellogg, azienda leader nel mondo nei cereali per la prima colazione e secondo player mondiale nella produzione di cracker e snack, compie i suoi primi 30 anni in Italia.
Da quando i prodotti a marchio Kellogg sono sbarcati in Italia ad oggi, il mercato è profondamente cambiato, così come le abitudini inerenti alla prima colazione, e sicuramente Kellogg, con i suoi marchi, ha contribuito a creare e consolidare la categoria dei cereali per la prima colazione nel nostro Paese.

sabato 16 dicembre 2017

CASTELLABATE - CROLLA UN MURO , NESSUN FERITO MACCHINE DISTRUTTE



Castellabate, 16/12/2017 -  In serata crolla un muro per la pioggia; una macchina sotto le macerie. 

Questo è ciò che è accaduto alle spalle del Santuario di Santa Maria a Mare

Solo il caso ha fatto sì che nelle auto ivi parcheggiate non vi fosse nessuno. 

Sul posto sono giunti in breve tempo i vigili del fuoco che già erano in zona per un altra emergenza. 

Marco Nicoletti ©️ 2017 

Foto pagina Facebook #CastellabateNews 

Mercato Rc Auto. ITASafety Car: la prima agevolazione assicurativa che premia chi sceglie sistemi avanzati di sicurezza


Risultati immagini per ITASafety Car
ITASafety Car: la prima agevolazione assicurativa che premia chi sceglie sistemi avanzati di sicurezza.
I sistemi ADAS stanno rivoluzionando la sicurezza alla guida e si prevede ridurranno gli incidenti stradali del 50% entro il 2020 con positive conseguenze anche per il mercato Rc Auto: ITAS, prima in Italia, avvia un programma che permette di risparmiare fino al 25% sulla polizza auto.

Trento, 16 dicembre 2017. Nel mercato dei veicoli compatti lo sviluppo esponenziale di nuove tecnologie potrebbe portare a una diffusione del 40% dei sistemi di sicurezza 'intelligenti' integrati, i cosiddetti sistemi ADAS (Advanced Driver Assistance Systems), entro la fine del 2018[1] con importanti conseguenze per la riduzione degli incidenti e dei danni causati da incidenti stradali. 

Boom Review Economy: in crescita i servizi per la casa


Dalla moda ai viaggi, dal turismo al car sharing. 

Gli orientamenti d'acquisto sono sempre più influenzati dalla rete, fonte di informazione e di condivisione di esperienze con altri utenti.  

È l'era della Review Economy, o Economia delle Recensioni, un fenomeno in continua evoluzione che oggi conquista anche il settore dei servizi per la casa.

Consultare le recensioni sul web prima di decidere se acquistare un prodotto o un servizio in rete è un'abitudine sempre più consolidata. 

Un fenomeno in continua evoluzione che poggia sulla fiducia degli utenti verso esperienze, giudizi e commenti altrui nel web.

La crescente tendenza a cercare opinioni in fase pre-acquisto e a condividere valutazioni in fase post-acquisto attraverso la rete ha dato vita a nuovi modelli di consumo a livello globale e a nuove piattaforme che, proprio sull'Economia delle Recensioni, basano il successo del proprio modello di business.

Un dato significativo che evidenzia questo trend in ascesa arriva da Trustpilot, una delle più grandi community di recensioni online a livello internazionale che registra, in Italia, circa 700.000 review raccolte solo nell'ultimo anno. 

Complessivamente, la piattaforma registra un volume di ben 20.000 nuove recensioni al giorno e di circa 1 milione al mese.

Un vero e proprio boom per il settore dei servizi della casa
Si stima che nei prossimi 10 anni le piattaforme online per i servizi professionali a richiesta in ambito casa - dall'imbiancatura al giardinaggio, dalla termoidraulica alle ristrutturazioni complete - cresceranno più velocemente di quelle del turismo e saranno seconde solo a quelle specializzate in car sharing e in microfinanza.* 

Un'evoluzione importante nel settore che testimonia quanto la digitalizzazione stia trasformando anche questo comparto, tradizionalmente legato al classico passaparola tra amici e parenti.

Se, infatti, un tempo si cercavano informazioni e rassicurazioni con metodi più 'tradizionali' chiedendo consiglio a un familiare o ai vicini di casa, oggi sempre di più chi cerca un professionista della casa si affida alla rete e alle testimonianze di altri utenti che hanno già provato e valutato online proprio quel servizio.

La fiducia nelle recensioni diventa ancora più determinante quando si tratta di aprire la porta della propria abitazione ad un elettricista o ad un idraulico.

*Fonte: ricerca PWC 2016: 
www.pwc.co.uk/issues/megatrends/collisions/sharingeconomy/future-of-the-sharing-economy-in-europe-2016.html

Il ricorso alle recensioni on line per decidere la scelta di un fornitore o un professionista di servizi per la casa sta raggiungendo livelli sorprendenti, come dimostrano i dati del Barometro dei Servizi della Casa, l'indagine sui trend del settore condotta da Instapro, l'innovativo marketplace, pioniere dei servizi per la casa on line in Italia, divenuto punto di incontro privilegiato tra chi necessita un intervento di risanamento, ristrutturazione o riqualificazione della propria abitazione e i professionisti più accreditati.

Da questo studio emerge che ben l'88% degli italiani dichiara di consultare le recensioni online e, di questi, oltre la metà ammette di esserne influenzato. Numeri che evidenziano chiaramente il processo di trasformazione in chiave digitale del 'passaparola' e le forti potenzialità di una formula che ha portato una ventata di rinnovamento nel classico mondo dei servizi per la casa sfruttando le leve della digitalizzazione per lo sviluppo del business di artigiani, ditte e professionisti su tutto il territorio nazionale.

Semplice, immediata e sicura: la piattaforma di Instapro consente agli utenti di formulare richieste di servizi per la casa e di scegliere, comodamente e in tempi rapidi, a chi affidare gli interventi della propria abitazione.

Dall'imbiancatura alla termoidraulica, dai serramenti ai sistemi antifurto, dagli impianti elettrici al giardinaggio, sino alle opere di edilizia più complesse. Nel giro di 48 ore si ricevono in media 4 risposte da altrettanti professionisti, così da effettuare la scelta migliore grazie anche alla possibilità di consultare le recensioni di altri utenti e di visualizzare il numero di stelline abbinate a ciascun professionista, frutto del gradimento medio ottenuto.
Un modello di business vincente, quello di Instapro, che, proprio sul ruolo delle recensioni in rete basa il proprio successo. A confermarlo i dati: solo nell'ultimo biennio la piattaforma online ha registrato oltre 132.000 richieste di preventivo mentre, dal suo ingresso in Italia nel 2015, sono oltre 13.000 le review di utenti che hanno la hanno utilizzato per individuare il professionista a cui aprire le porte di casa propria.
Per una scelta in totale fiducia e assicurare la veridicità delle informazioni, Instapro garantisce inoltre un controllo dei commenti grazie a un sistema di monitoraggio costante delle recensioni in grado di bloccare eventuali 'fake'.

Un modello che si traduce in fiducia: da un lato per il cliente, perché grazie ad Instapro si ha la possibilità di scoprire sempre nuovi professionisti altamente specializzati nel proprio settore di competenza, dall'altro per i professionisti stessi, poiché ne risulta una reale opportunità di sviluppo di business. Ad oggi sono circa 11.000 le ditte iscritte al portale che hanno trovato in Instapro un partner ideale per potenziare la propria attività ampliando significativamente la cerchia dei propri clienti.
"Il business di Instapro in Italia è in forte espansione con una presenza capillare in tutta Italia: tra settembre 2016 allo stesso mese del 2017 il numero dei professionisti entrati a far parte del network è più che duplicato, passando da 3.950 a 10.621, ed è quasi triplicato il numero di richieste di preventivo" afferma Gianmarco Sessa, Country Manager Italia di Instapro.
La società online è parent company di HomeAdvisor, società leader nel settore dei servizi per la casa in Nord America e, tramite il suo braccio operativo HomeAdvisor International, anche in Europa dove copre un'importante fascia del mercato della casa rappresentando un player di primo piano.

-------
Instapro.it è una start up italiana dedicata ai servizi per la casa che fa capo all'azienda olandese Werkspot.nl fondata nel 2005. La piattaforma online mette in diretto contatto consumatori e professionisti qualificati per interventi di manutenzione, progetti di ristrutturazione fino alle opere di costruzione. Nel 2013 Werkspot.nl è stata acquisita da Homeadvisor.com, leader mondiale nei servizi per la casa. Nel 2014, grazie al modello di business vincente, Werkspot.nl, ha registrato una crescita del 71% delle richieste inserite dagli utenti rispetto al 2013. Nel 2016 la divisione HomeAdvisor di IAC, parent company dell'italiana Instapro acquisisce la tedesca MyHammer.




IWBIT: accordo per diffusione WELL Building Standard in Italia

IWBI™ e APTA VITAE:
accordo per diffusione
WELL Building Standard™ in Italia


Milano, 16 dicembre 2017 – L'International WELL Building Institute™ (IWBI™) e la società APTA VITAE hanno annunciato ieri una collaborazione per promuovere la salute e il benessere negli edifici e nelle comunità in Italia attraverso il WELL Building Standard™ (WELL™).

"L'intesa odierna permetterà a WELL di guidare il cambiamento del settore immobiliare in Italia ponendo al centro il benessere delle persone. La seconda onda della sostenibilità incrementerà il benessere delle persone, limitando l'impatto ambientale del costruito e accrescerà il valore degli immobili certificati".

L'obiettivo della collaborazione è favorire la consapevolezza tra gli stakeholder italiani e mediterranei dell'importanza degli edifici salubri e favorire l'adozione di WELL in Italia.

A ottobre, a Milano, all'evento wellference, il CEO di APTA VITAE Giovanni Fabris ha presentato la nuova frontiera della certificazione rappresentata da WELL agli sviluppatori, gruppi immobiliari, investitori Real Estate, fondi, costruttori, contractor, progettisti e stampa. Rick Fedrizzi, Chiariman e CEO di IWBI, ha tenuto il discorso di apertura.

All'odierna cerimonia della firma dell'accordo tenutasi a Milano, Kamyar Vaghar, Presidente dell'IWBI, ha dichiarato: "È giunto il momento di portare la salute umana al centro delle esperienze costruttive, e reinventare gli edifici in modo che non siano solo migliori per l'ambiente, ma anche per le persone. Nel corso della storia, l'Italia è stata fonte di ispirazione e innovazione nel realizzare opere che migliorassero la vita umana. Siamo davvero entusiasti di lavorare con Apta Vitae per guidare il cambiamento del settore edile del Belpaese".

Well è un sistema basato sulle performance per la misurazione, certificazione e monitoraggio di edifici e comunità in tutto il mondo che influiscono sulla salute e sul benessere di chi vive, lavora e studia al loro interno. Si fonda un'attenta ricerca che dimostra scientificamente la connessione tra gli ambienti edificati e il benessere delle persone, che vi trascorrono ormai circa il 90% del tempo.

"L'accordo apre le porte a un sistema di valutazione immobiliare innovativo che si focalizza sull'essere umano- ha dichiarato Giovanni Fabris di APTA VITAE - Collaborando con IWBI, consentiremo a WELL di guidare il cambiamento del settore fondiario per aumentare il benessere delle persone, riducendo al minimo l'impatto ambientale degli edifici e accrescendo il valore delle proprietà certificate".

Lanciato nel 2014, il WELL Building Standard™ si fonda su 7 categorie di analisi e certificazione degli immobili: aria, acqua, alimentazione, luce, fitness, comfort e mente

WELL coniuga le migliori pratiche del progetto e della costruzione con ricerche basate su evidenze medico-scientifiche, facendo sì che l'ambiente costruito diventi motore di salute e benessere per le persone.

Un progetto certificato WELL™ è in grado infatti di registrare un alto livello di salute, benessere, produttività e felicità delle persone che vi vivono, lavorano, sono ospiti, studiano. 

Mettere il benessere delle persone al centro del progetto aumenta il valore degli immobili, genera grandi risparmi sui costi del personale, maggiore stabilità, minor spesa sanitaria.

WELL è certificato dall'ente terzo Green Business Certification Inc. (GBCI), la medesima realtà che gestisce la certificazione LEED, e altri sistemi internazionali leader nella certificazione green del costruito, nonché il programma di accreditamento WELL AP.

Oggi nel mondo il portfolio WELL conta oltre 625 progetti, per una superficie superiore ai 10 milioni di mq in 31 Paesi.

"L'accordo stipulato– affermano i firmatari – apre finalmente le porte a un rating system innovativo sia nella sua visione generale, sia negli strumenti di analisi e valutazione del mercato immobiliare in Italia. L'intesa di oggi tra IWBI™ e Apta Vitae permetterà a WELL™ di guidare il cambiamento del settore edile del Belpaese. La seconda onda della sostenibilità, dalla fase di progettazione a quella della sua realizzazione, incrementerà il benessere delle persone, limitando l'impatto ambientale del costruito e accrescerà il valore degli immobili certificati".

Informazioni su APTA VITAE
APTA VITAE ha lo scopo di 'facilitare lo studio, la ricerca e la divulgazione nel campo del benessere della persona'.

Lo stato emotivo, mentale, fisico, sociale e spirituale forma il 'bene-essere' dell'individuo, ma più che uno 'stato' è una 'condizione dinamica' di equilibrio fondata sulla capacità della persona di interagire in modo positivo, pur nel continuo modificarsi della realtà circostante.

Informazioni sull'International WELL Building Institute (IWBI)
L'International WELL Building Institute (IWBI) è una società di pubblica utilità impegnata nel miglioramento della salute e del benessere negli ambienti edificati e nelle comunità in tutto il mondo. 

IWBI gestisce l'innovativo WELL Building Standard™ e il WELL Community Standard™, i sistemi basati sulle performance per la misurazione, la certificazione e il monitoraggio di edifici e comunità che influiscono sulla salute e sul benessere di chi vive, lavora e studia al loro interno. 

Supporta anche il numero crescente di professionisti nel processo di accreditamento WELL, gestito da GBCI.

venerdì 15 dicembre 2017

A CASTELLABATE E NEL CILENTO A NATALE SOLO M’BUTTETELLE

CASTELLABATE -  Natale? Ma non solo pandoro e panettoni , ecco la ricetta delle famose m’buttetelle !



  • Sfoglia
  • 1 kg di farina per dolci
  • 2 rossi di uovo
  • 125 gr di burro
  • 125 gr di margarina
  • 1 tazzina d’olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo
  • Spumante
  • Un pizzico di cannella
  • Farcia
  • 1 kg di pasta di castagna ( castagne sbucciate, bollite e ridotte a purea)
  • 350 gr di cioccolato (rigorosamente fondente da sciogliere a bagnomaria)
  • 300 gr di zucchero (meglio se a velo)
  • Buccia grattugiata di un mandarino
  • Un pizzico di cannella

Preparazione

Per la realizzazione della farcia, in un recipiente, aggiungere alla purea di castagne, tutti gli ingredienti e mescolare fino ad ottenere un impasto morbido, omogeneo e dalla giusta consistenza.
Per la preparazione della sfoglia, sulla spianatoia rovesciare la farina a fontana, aggiungere tutti gli ingredienti ed impastare fino ad ottenere una pasta compatta per essere stesa sottile con il matterello o con l’apposita macchina da pasta; la stessa va tagliata in forme circolari della grandezza desiderata. 

Su ogni disco di pasta viene poggiata la farcia, con un altro disco si chiude pressando con le dita su tutto il bordo. 

Le forme rotonde ottenute vanno “ pizzicate” alle estremità cinque volte in modo da ottenere le cinque punte di una stella.
Vanno, in seguito fritte in abbondante olio extravergine di oliva. Si fanno raffreddare e si cospargono di miele di castagno caldo o di zucchero a velo.

Marco Nicoletti ©️ 2017 
@castellabateinfo #CastellabateNews 
✅PAGINA FACEBOOK 

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email