Cerca nel sito

mercoledì 11 ottobre 2017

Incontri e sesso. Quando un semplice "Ciao" non basta per conoscere qualcuno


Una ricerca internazionale condotta da Durex rivela le 5 frasi più disastrose* utilizzate nelle chat private e lancia un'iniziativa per aiutare gli utenti dei siti di incontri a trasformare più facilmente un match in una serata a due
  • Nonostante 8 single su 10 (86%) siano aperti a utilizzare le dating app**, la tecnica dei DM – direct messages o chat private - resta un problema serio. Più di 9 utenti su 10 (93%) spesso non ricevono una risposta quando inviano un messaggio
  • La mancanza di ispirazione a flirtare è uno dei maggiori fallimenti: quasi la metà degli intervistati (46%) ammette di avere difficoltà a pensare a cosa scrivere quando fa la prima mossa
  • Altro annoso problema è il "galateo", infatti il 43% del panel ha ammesso di non continuare la conversazione quando i messaggi sono troppo espliciti, spinti, di cattivo gusto, scontati e noiosi
  • L'umorismo sembrerebbe essere la carta vincente: oltre l'80% degli intervistati ammette che se è stato approcciato in maniera divertente, diventa maggiormente predisposto a concedere un appuntamento
  • Durex lancia un generatore di frasi "ispirazionali" per aiutare gli utenti timidi, in collaborazione con Kezia Noble, la dating coach più famosa al mondo

Durex, in linea con la sua mission di aiutare i single di tutto il mondo a incontrarsi, annuncia i risultati di una ricerca globale che mostra i più comuni fallimenti e passi falsi commessi sulle app di appuntamento.

Ispirata da questa ricerca, Durex lancia oggi in Italia un'iniziativa per fornire consulenza e assistenza agli utenti delle dating app proprio nel momento in cui ne hanno maggior bisogno: l'inizio della chat.

Quello che si dice e il modo in cui lo si dice è essenziale per riuscire ad avere un appuntamento da qualcuno, sia che si cerchi un approccio tramite delle app sia durante una serata fuori.

L'obiettivo è di aiutare a migliorare le loro capacità di flirtare nei DM (messaggi diretti o privati) e trasformare più facilmente un match (cioè una reciproca volontà di conoscersi) in un incontro... e forse anche in qualcosa di più.

La ricerca di Durex sulle abitudini e le esperienze dei single in tutto il mondo rivela che le app di appuntamento sono ormai la normalità: lampante il dato italiano, il 100% degli intervistati (il 70% sono uomini e donne compresi tra i 25 e i 35 anni) ha dichiarato di aver utilizzato almeno una volta nella vita una app o un sito per cercare partner.

Tuttavia, quando si tratta di passare la conoscenza ad un livello superiore, scrivere messaggi privati diventa un problema serio. 

Quasi il 90% degli italiani intervistati ha ammesso di aver perso la speranza di trovare l'amore a causa dei pessimi messaggi ricevuti proprio nei DM, e quasi la metà (46%) ammette di avere serie difficoltà nel pensare a cosa scrivere per cominciare un nuovo match con qualcuno.

La ricerca ha messo in evidenza le 5 abitudini che più probabilmente dissuadono le persone dal concedere un appuntamento: i messaggi privati troppo espliciti sono probabilmente la causa maggiore di non risposta, seguiti dai messaggi di cattivo gusto, scontati e noiosi. 

D'altra parte l'umorismo è stato definito la chiave migliore per l'approccio, in grado di aumentare le probabilità di successo sulle app di appuntamenti, infatti quasi l'83% degli italiani intervistati ha ammesso di aver accettato appuntamenti da parte di persone che li facevano sorridere via messaggio.

Un'ulteriore ricerca***  - nell'ottica di sopperire a questa mancanza di ispirazione - è stata condotta da Durex su alcuni focus group provenienti da diversi paesi con l'obiettivo di analizzare come sono cominciate le migliori conversazioni.

Partendo quindi dai dati di queste ricerche, Durex ha deciso di lanciare una particolare iniziativa che possa  facilitare gli incontri 2.0, venendo in aiuto del cosiddetto "blocco dello scrittore". Questa consiste in un generatore di frasi che permetterà agli utenti con un semplice click di avere a disposizione una serie di frasi per iniziare o continuare a chattare nella maniera migliore.

Un algoritmo all'interno del generatore di frasi analizzerà quali sono quelle più utilizzate, facendo in modo che la meno popolare venga scartata e sostituita da altre.

E se le ricerche e il generatore di frasi non bastano, Durex si è avvalsa del parere della famosa dating coach internazionale Kezia Noble, che parlando dell'iniziativa ha dichiarato "Ai giorni nostri dobbiamo essere in grado di colpire e incuriosire le persone ancor prima di incontrarle nella vita reale. Le dating app ci hanno resi tutti "intervistatori", alla ricerca delle persone giuste con cui passare del tempo, e grazie a questa ricerca Durex ha scoperto i motivi per i quali la maggior parte della gente sbaglia l'approccio. L'errore maggiore che compiono ancora la maggior parte degli uomini è pensare che la cosa più importante nelle app di appuntamento sia avere una bella foto profilo. Le persone non si impegnano abbastanza nella fase iniziale della conoscenza, ed è qui che interviene il generatore di frasi, facilitando la possibilità di ottenere non solo una conversazione in chat, ma anche del tempo nella vita reale".

Alberto Gorini, Category Trade Marketing Manager Personal Care, afferma riguardo l'iniziativa "Entro il 2030 il 70% delle coppie si conoscerà online. La nostra ricerca internazionale ha mostrato che quasi il 60% degli utenti delle app di appuntamenti quando si iscrive lo fa per la ricerca dell'amore e non per un semplice collegamento. La mission di Durex consiste anche nell'aiutare i single di tutto il mondo a incontrarsi, e questa iniziativa è un aiuto perfetto per far chattare anche le persone che si sentono in difficoltà e magari trasformare le conversazioni in qualcosa di più".

L'iniziativa è partita oggi in Italia e Regno Unito, e sarà ripresa in maniera più globale in futuro.

È possibile visualizzare la versione mobile del generatore di frasi a questo link:
https://phrase-generator.durex.it.

Note:
* Ricerca condotta su 4813 persone di età compresa tra 16 e 35 anni. Regno Unito, USA, Francia, Germania, Italia e Spagna, agosto 2017. Condotta da 3GEM. 
** Ricerca condotta su 3500 utenti di app dating di età compresa tra 16 e 35 anni. Regno Unito, USA, Francia, Germania, Italia e Spagna, agosto 2017. Condotta da 3GEM. 



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI