Cerca nel sito

venerdì 21 aprile 2017

Giochi, Curcio (Sapar): Aumento tasse? Posti di lavoro in fumo e nessun contrasto al gioco patologico


Roma, 21 aprile 2017. "Aziende costrette alla chiusura, posti di lavoro in fumo, più disoccupazione e nessun contrasto al gioco patologico. Sono questi i risultati che l'aumento della tassazione sui giochi previsto nella cosiddetta Manovrina, e in particolare sugli apparecchi da intrattenimento, comporterà per il settore del gioco pubblico e legale".

A dirlo è Raffaele Curcio, Presidente di SAPAR, l'Associazione Nazionale Servizi Apparecchi per le Pubbliche Attrazioni Ricreative, che riunisce più di 1.700 aziende con un indotto di circa 200.000 lavoratori.

"L'avvertimento lanciato dalla Corte dei Conti il 5 aprile scorso – ha aggiunto Curcio – è stato molto chiaro. Per i giudici contabili il settore è arrivato a saturazione, con una tendenza alla riduzione della resa media dei giochi in termini di utili netti per l'erario. Eppure si continua ad aumentare anno dopo anno la tassazione, solo sulle macchine e in particolare sulle Awp da 1 euro a giocata. Mentre sulle altre tipologie di giochi l'approccio è totalmente diverso. È davvero incomprensibile l'accanimento verso la rete fisica degli apparecchi e l'indulgenza verso altre offerte, come ad esempio il gioco on line. Smantellare una rete fisica composta da circa 85.000 pubblici esercizi vuol dire condannare alla chiusura le aziende, le piccole e medie imprese, distruggere posti di lavoro e il presidio di legalità che la filiera rappresenta sui territori. La conseguenza sarà il ritorno all'epoca dei videopoker illegali e delle bische clandestine, senza nessun controllo da parte dello Stato, benefici per l'erario e tutela dei giocatori".

E conclude: "Ci auguriamo che le Regioni e gli Enti locali oggi riuniti in Conferenza Unificata, se davvero tengono alla difesa della legalità e alla tutela del giocatore, prendano le distanze da queste scelte che danneggiano i giocatori, le aziende e i lavoratori, con conseguenze pesanti per l'economia nazionale e dei singoli territori".


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI