Cerca nel sito

lunedì 13 marzo 2017

mytaxi arriva in Irlanda e a Londra

  • mytaxi, l’app di taxi più grande d’Europa, arriva in Irlanda e a Londra;
  • Hailo diventa mytaxi;
  • In Irlanda e a Londra si parte con la più numerosa flotta mytaxi: rispettivamente 10.000 e 17.000 tassisti;
  • L’app mytaxi fornisce ai passeggeri un modo semplice per richiedere e pagare un taxi con licenza in più di 50 città di nove Paesi europei.
Milano, 13 marzo 2017 - mytaxi, la app per i taxi leader in Europa, annuncia oggi il lancio del servizio a Londra, dopo quello in Irlanda della scorsa settimana (6 marzo 2017). Al termine della fusione, annunciata a luglio 2016, tra mytaxi e Hailo, l’app per i taxi londinese, il servizio mytaxi arriva, dunque, in Irlanda e a Londra, consolidando così la sua presenza nel mercato internazionale della mobilità e rafforzando la sua posizione come società leader in Europa nel campo delle taxi-app.
Da oggi, quindi, gli utenti mytaxi d’Italia e di tutta Europa, saranno in grado di richiedere e pagare i famosi Black Cab nella capitale inglese con un semplice click. Sono circa 17.000 a Londra e oltre 10.000 in Irlanda i tassisti già iscritti a mytaxi, la flotta più numerosa di tassisti nei due paesi anglofoni. Oltre a Londra e Dublino, sono diverse le capitali europee in cui il servizio è disponibile attraverso la stessa app: Roma, Berlino, Madrid, Vienna, Varsavia, Stoccolma e Lisbona.
"Da quando abbiamo annunciato la fusione tra Hailo e mytaxi, abbiamo lavorato senza sosta al lancio di Londra e dell’Irlanda”, afferma Andrew Pinnington, CEO di mytaxi. “Londra ha, infatti, il mercato taxi più grande e più importante d’Europa. Ecco perché, quello di oggi, è un traguardo memorabile nella storia di mytaxi e siamo lieti di poter fornire il nostro servizio in oltre 50 città di nove - presto dieci - Paesi europei.  Con gli ultimi lanci” continua Andrew Pinnington “stiamo investendo nello sviluppo e nella crescita della mobilità urbana in Europa: un altro importante passo per affermare mytaxi come il migliore, più grande e più amato operatore taxi europeo. Per quest’anno abbiamo, inoltre, programmi di crescita molto ambiziosi e ci stiamo impegnando per raggiungere i nostri obiettivi in modi diversi: sia attraverso una crescita organica del servizio che con partnership strategiche e ulteriori fusioni e acquisizioni”.
mytaxi_IR
mytaxi, Dublin

mytaxi_UK
mytaxi, Londra

A febbraio 2017, mytaxi ha, infatti, annunciato l’acquisizione di Taxibeat, l’app per i taxi leader in Grecia, che nei prossimi mesi verrà integrata nella piattaforma mytaxi e rilanciata come mytaxi entro l’anno. La Grecia sarà, dunque, il decimo Paese europeo nel quale gli utenti potranno richiedere un mytaxi tramite la popolare app. 
Fondata nel giugno 2009, mytaxi è la prima app al mondo a fornire una connessione diretta tra passeggeri e tassisti. Grazie alla fusione con Hailo, mytaxi si afferma come leader tra le taxi-app in Europa, con oltre 10 milioni di download, più di 100.000 tassisti registrati e disponibilità in oltre 50 città di nove Paesi europei.


About mytaximytaxi è un prodotto di Intelligent apps GmbH ed è stata fondata nel giugno 2009 ad Amburgo. L’app tedesca mytaxi è la prima app al mondo dedicata ai taxi che stabilisce un contatto diretto tra il passeggero e il tassista. Con oltre 10 milioni di download e 100.000 tassisti registrati, mytaxi è l’app leader in Europa nella gestione di chiamate taxi, disponibile in oltre 50 città di 9, presto 10, Paesi europei. Con oltre 300 dipendenti, mytaxi è attiva in Germania, Austria, Polonia, Spagna, Italia, Portogallo, UK, Irlanda, e Svezia. Da settembre 2014, mytaxi è controllata al 100% da Daimler Mobility Services GmbH (parte del Gruppo Daimler). A luglio 2016 mytaxi ha annunciato la fusione con Hailo, l’app per taxi leader in Regno Unito e Irlanda, segnando un importante passo in avanti per diventare l’app taxi più grande e di maggior successo d’Europa. A febbraio 2017 mytaxi ha annunciato l’acquisizione di Taxibeat, l’app leader per le chiamate taxi in Grecia. Taxibeat sarà integrata nella piattaforma mytaxi nel corso del 2017 e cambierà nome diventando “mytaxi”.  Andrew Pinnington è l’attuale CEO di mytaxi ed ex CEO di Hailo. 

Ulteriori informazioni sono disponibili su www.mytaxi.com.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI