Cerca nel blog

domenica 19 marzo 2017

Codacons su bullismo a Mugnano (Napoli)

BULLISMO, PAPA' PUBBLICA FOTO CHOC, CODACONS: CRESCITA DI EPISODI DI BULLISMO DA RICERCARE NEI GRUPPI FACEBOOK CHE SPINGONO GIOVANI A VIOLENZE E STUPRI

 

MAGISTRATURA ACCERTI RESPONSABILITA' DI AMMINISTRATORI E MEMBRI DEI GRUPPI FB VIOLENTI

 

 

L'episodio di bullismo avvenuto ieri a Mugnano (Napoli), dove un ragazzo è stato pestato da un branco di coetanei, portando il padre del giovane a pubblicare la foto del figlio sul web, è da collegarsi alla presenza di numerosi gruppi su Facebook che incitano i giovani a commettere violenze, abusi e stupri nei confronti di coetanei, donne e disabili. Lo afferma il Codacons, che chiede alla magistratura di estendere le indagini al famoso social network e agli amministratori dei gruppi in questione.


Abbiamo già denunciato alle Procure della Repubblica gruppi sorti su Facebook e nomi e cognomi dei loro creatori e responsabili (a titolo di esempio: "Welcome To Favelas", "Pastorizia Never Dies", "Sesso Droga E Pastorizia", "La Fabbrica Del Degrado", "Punta Della Lancia"), nei quali membri e amministratori in totale libertà inneggiano a stupri di gruppo e violenze di ogni tipo – spiega l'associazione – La crescita di episodi di bullismo in Italia è senza dubbio da ricercarsi anche nei social network e nei gruppi "chiusi" di Facebook che spingono i giovani a compiere abusi e gesti violenti verso coetanei, donne, disabili e soggetti deboli, facendo credere loro che pestare a sangue o seviziare un altro essere umano sia non solo possibile ma addirittura giusto.


Per questo chiediamo oggi alla magistratura di verificare se i ragazzi responsabili del pestaggio di  Mugnano avessero rapporti con gruppi Facebook analoghi a quelli denunciati dal Codacons, e se vi siano eventuali responsabilità di soggetti terzi in qualità di possibili "mandanti" o istigatori delle violenze perpetrate dal branco.



Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email