Cerca nel blog

martedì 20 settembre 2016

Un Festival all’insegna del Perdono e del Dialogo

Un Festival all'insegna del Perdono e del Dialogo

Torna a Bologna dal 23 al 25 settembre Festival Francescano.

Tra gli ospiti Gian Carlo Caselli, Gabriele Parrillo, Luigino Bruni, Francesco Gabbani, Massimo Cacciari e Andrea Riccardi.

 

Bologna, 20 settembre 2016

 

"Lavoriamo su questo programma da molti mesi – affermano gli organizzatori del Movimento Francescano dell'Emilia-Romagna – mai avremmo pensato che le questioni che affronteremo al Festival, ovvero il dialogo interreligioso, la giustizia sociale, l'economia civile, fossero così urgenti alla luce dei tragici fatti di cronaca che hanno segnato gli ultimi tempi. Un altro elemento rende il nostro Festival particolare, quest'anno: l'accadere a ridosso di un evento di straordinaria importanza come la Giornata mondiale di preghiera per la Pace. Ad Assisi s'incontrano 511 leader di nove diverse fedi da ogni parte del mondo, 12mila pellegrini, cinque premi Nobel per la Pace. Ebbene, su questa scia, vorremmo che anche il capoluogo emiliano romagnolo si trasformasse, nella tre giorni del Festival, in un luogo dove religioni e culture si mettono in dialogo".

S'inizia venerdì 23 settembre alle 9.30 con la poesia di Davide Rondoni. Alle 11, l'ex magistrato Gian Carlo Caselli e don Giovanni Nicolini, cappellano del carcere della Dozza cercheranno di rispondere all'interrogativo: "Giustizia e pace si baceranno?". Nel pomeriggio alle 17, Gabriele Parrillo, volto noto di molte fiction di successo, intraprenderà un cammino nel quale si fondono teatro, letteratura e spiritualità. Alle 20.30, il musicologo Walter Gatti terrà una lezione-spettacolo sulle "note di perdono".

Il programma del sabato mattina prende avvio alle 9.30 con la conferenza dello storico Alberto Melloni, affiancato dalla compagnia Teatro di Camelot. Un convegno all'Oratorio di san Filippo Neri, a partire dalle 10, approfondirà la spinta innovativa che san Francesco portò alla politica e all'economia. Interverranno, tra gli altri, l'economista Stefano Zamagni e la medievista Maria Giuseppina Muzzarelli. Alle 11, l'Arcivescovo di Bologna mons. Matteo Maria Zuppi parlerà di come sia possibile costruire un futuro che non sia ossessionato dalla paura dell'altro. Alle 15, si confronteranno il teologo Brunetto Salvarani, il sociologo musulmano Adel Jabbar e lo storico dell'ebraismo Bruno Segre. Alle 16.30, Luigino Bruni porterà il punto di vista di esperto di economia civile. Alle 17, una coppia di studiosi, e coppia nella vita, i sociologi Chiara Giaccardi e Mauro Magatti affronteranno il tema del perdono nelle relazioni familiari (nella sala Tassinari di Palazzo D'Accursio). Alle 20.30 più di mille voci bianche, quelle del Piccolo Coro "Mariele Ventre" dell'Antoniano e della sua "Galassia", intoneranno canti di speranza e fiducia nel futuro. Ad affiancarli, fra Alessandro Brustenghi "la voce di Assisi" e Francesco Gabbani, vincitore dell'ultimo Festival di Sanremo, sezione "Giovani". La conduzione è affidata a Francesca Fialdini.

La domenica si terrà la celebrazione eucaristica in piazza alle 9.30, poi alle 11.30 il filosofo Massimo Cacciari approfondirà il senso del perdonare. Nel pomeriggio, alle 14.30  esponenti di fedi diverse e laici "diversamente credenti" si confronteranno sul tema dell'ospitalità (nella sala Tassinari di Palazzo D'Accursio). Alle 15, lo psicologo francescano Giovanni Salonia parlerà dell'esperienza liberante del perdonare se stessi. Alle 16.30, il fondatore della Comunità di Sant'Egidio Andrea Riccardi sarà testimone dello "Spirito di Assisi".

Durante la tre giorni, si svolgeranno molteplici iniziative per bambini tra le quali, il sabato presso la Montagnola, la Città dello Zecchino D'Oro. Una ventina di workshop coinvolgeranno i partecipanti in piazza Galvani, mentre una decina d'incontri con l'autore si terranno nel Cortile D'Onore di Palazzo D'Accursio. Le reliquie di tre santi francescani, testimoni di perdono e misericordia, saranno esposte nella Basilica di San Francesco: San Leopoldo Mandic, San Massimiliano Kolbe e San Pio da Pietrelcina. Il programma completo su: www.festivalfrancescano.it.

In caso di pioggia, le conferenze si terranno nella Cappella Farnese di Palazzo D'Accursio, la S. Messa in San Pietro e lo spettacolo del sabato sera all'Antoniano. L'evento è organizzato in collaborazione con la Diocesi e e il Comune di Bologna; con il sostegno di Landi Renzo, Centergross, BPER Banca e Pilot Pen.

Il programma completo su: www.festivalfrancescano.it.
Social: FB Festival Francescano / TW @festfrancescano
Hashtag: #PerForzaOPerdono

 

In collaborazione con la Diocesi e il Comune di Bologna e con il sostegno di Landi Renzo, Centergross, BPER Banca e Pilot Pen. 




--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email