Cerca nel blog

venerdì 31 maggio 2013

DANILO SACCO 'riaccende la spina': dopo i concerti teatrali il tour solista UN ALTRO ME torna 'elettrico' e nel giorno del suo compleanno, 6 giugno, esce "IO MI RICORDO" nuovo singolo e videoclip

DANILO SACCO ‘riaccende la spina’

UN ALTRO ME torna ‘elettrico’ per una serie di date open air  

Mentre il 6 giugno, suo compleanno, esce “IO MI RICORDO” nuovo singolo e videoclip

 

 

 

Il 6 giugno, giorno del suo compleanno, esce “IO MI RICORDO” nuovo singolo e videoclip di Danilo Sacco che, parallelamente alla sua attività solista, porterà in tour insieme ai Musici “L’Ultima Thule” e altri brani storici di Francesco Guccini, come annunciato in questi giorni.   

Già da domani, attraverso i social networks (Twitter e Facebook) i fan sono invitati a inviare il loro più bel ricordo, utilizzando l’hashtag “#iomiricordo”: una frase, una foto, un video, tra i quali lo staff dell’artista selezionerà i più particolari. Per ulteriori informazioni: www.facebook.com/danilokakuensacco.   

Ai fan, inoltre, sarà data la possibilità di vedere il video in anteprima, sul canale ufficiale dell’artista www.youtube.com/danilosacco1965 (con un’apposita password che verrà comunicata).  

 

“IO MI RICORDO parla del tempo che passa, con un pizzico di nostalgia, certo, ma senza tristezza.” - racconta il cantautore -  “Tutti noi siamo la somma di ciò che abbiamo vissuto nel bene e nel male ed i successi, ma sopra ogni altra cosa gli sbagli che abbiamo commesso, sono in ultima analisi i nostri Migliori Maestri”. 

Il video è stato girato in Veneto, con la regia di Marco Lui, ed esprime con un po’ di autoironia, l’idea del “viaggio”, dei piccoli ostacoli che si incontrano sulla strada, ma che dobbiamo essere pronti a schivare, per proseguire nel cammino, e magari scoprire che alla fine… era tutta un’illusione.

 

Dopo la recente serie di date che hanno raccolto ottimi riscontri, e le soddisfazioni ottenute nelle prime settimane dalla pubblicazione del suo libro “Come Polvere nel Vento”, “Un Altro Me” Tour, dall’omonimo album di Danilo Sacco riprende in estivo, per una serie di date open air, tra festival e località estive.

 

Prossimi appuntamenti : 08 giugno: Mirabella (VI) – C. Sportivo,  09 giugno: Rimini – CC I Malatesta,  16 giugno: Caldonazzo (TN) – Trentino Book Festival.

23 giugno: Macerata - Musicultura ospite con I Musici / Francesco Guccini

23 luglio: Torrita di Siena (SI) – Festa Democratica, 27 luglio: Jacurso (CZ) – Festa.

 

Mentre lo spettacolo teatrale aveva un'atmosfera intimista e minimalista con un set estremamente unplugged, che dava ai brani dell’album un vestito diverso, ora l’elettricità torna al massimo, per uno show trascinante e divertente. La scaletta include brani dell'album “Un Altro Me”, ma anche alcune personali reinterpretazioni di grandi autori quali: Francesco Guccini, Massimo Bubola e Fabrizio De Andrè, ma anche Tom Petty e Bruce Springsteen. Sono brani che variano di volta in volta per fare in modo che, possibilmente, ogni data abbia qualcosa di diverso.

Sul palco Danilo Sacco è accompagnato da un'affiatata band di musicisti di grande livello: Valerio Giambelli alle chitarre, Andrea Mei  alle tastiere, hammond e fisarmonica, affiancati da una potente sezione ritmica formata da Antonio "Rigo" Righetti al basso e Tommy Graziani alla batteria.

“Per scegliere le canzoni da inserire in scaletta – spiega Danilo – ho usato principalmente l’istinto, perché la musica non è matematica. Ho selezionato i brani che ho sentito essere i più rappresentativi, lasciando spazio anche a canzoni del mio passato, rivisitate con nuovi arrangiamenti, e capolavori di artisti che mi hanno influenzato come Tom Petty. Questo tour è un “work in progress”, proviamo continuamente e aggiungiamo brani al repertorio.

 

Quasi due ore di parole e musica, arricchita dalla personalità e dal talento di Danilo e dal suo inconfondibile timbro vocale, entrato a pieno diritto nella storia della musica italiana.

 

 

Italia, disoccupazione indietro tutta?

Disoccupazione al 12 %  il dato più basso dal 1977, l’OCSE lancia l’allarme siamo sotto il 25%, dato relativo ai giovani che riescono a trovare  lavoro, a livello europeo l’Italia nella speciale classifica si trova al 4° posto dietro la Grecia la Spagna ed il Portogallo. Abbiamo bruciato 35 anni di storia  Repubblicana , basata sull’art. n°1 della Costituzione ”Una repubblica fondata sul lavoro”. Le situazioni estreme ed il disagio giovanile si possono ricondurre al gesto estremo quello di Norman Zarcone, giovane laureato in filosofia del linguaggio che a Palermo si è ucciso per non avere accettato il dubbio di un futuro impossibile che non tiene conto dei sacrifici giovanili. Molta la sfiducia tra i giovani che considerano la raccomandazione come condizione necessaria ed utile per potere accedere ad un posto di lavoro. Notevole le Emorragie di Cervelli Italiani che stanno già gettando le basi per andare a lavorare all’estero. La Francia in anticipo rispetto ad altri paesi europei ha lanciato i contratti di Generazione che permettono ai giovani di sostituire gli anziani nel posto di lavoro e dare ossigeno anche alle future finanze dello stato contributive e retributive. Il recente dato economico europeo nei confronti dell’Italia ci permette di uscire dal periodo di osservazione dei conti pubblici , ma sicuramente ha creato dei danni nel tessuto sociale e nell’occupazione non risanabili a breve termine. Il mercato del lavoro nel 2 trimestre 2013 vede in calo la possibilità di inserimento lavorativo, i lavori maggiormente ricercati in attesa del periodo estivo sono quella di Cuoco,Cameriere,addetto all’accoglienza ed ai servizi turistici oltre che tecnici informatici e specialisti finanziari. Il mercato del lavoro vede comunque una richiesta per lavori occupati da personale estero ed extracomunitario , solo nel 2011 i Pizzaioli hanno rappresentato il 15%, i Camerieri l’ 11%  e gli inservienti il 74% ancora oggi ben 6000 posti di Pizzaiolo sono Liberi. Il problema della disoccupazione giovanile comunque non è solo italiano come afferma l’Economist:  “26 milioni i giovani che non sono nel processo formativo  e 75 milioni di giovani disoccupati globali” , lo stesso Sindaco Blumberg da New York afferma  che non occorre spendere migliaia di dollari nelle rette universitarie (40- 50 mila dollari anno), per trovare lavoro si può  anche scegliere di fare  l’Idraulico. 

                                                                                                           Di Maurizio Cirignotta


Linkem: Antenne green e solare per la rete wi-max

Risparmio ed efficienza degli apparecchi. Il caso di Linkem, coinvolta in un progetto dall’Ateneo di Roma 3 per testare l’alimentazione di un impianto di telecomunicazioni con pannelli fotovoltaici e batterie al litio di ultima generazione.
menzione obbligatoria del fotografo (art.20 DPR 8/10/79)
Antenne a basso consumo e pannelli fotovoltaici per alimentare gli impianti della rete wi-max. Anche nel settore delle telecomunicazioni c’è chi vuole risparmiare energia puntando su apparecchi efficienti e sulle fonti alternative. E’ il caso di Linkem, una giovane azienda italiana, partecipata anche da due fondi americani, un fatturato di 40milioni di euro circa, che da qualche anno è stata coinvolta dall’università di Roma 3 in un progetto per testare l’alimentazione di un impianto delle telecomunicazioni con pannelli fotovoltaici e batterie al litio di ultima generazione.
menzione obbligatoria del fotografo (art.20 DPR 8/10/79)
«Durante la sperimentazione il gruppo di lavoro costituito anche da SunSystem e Fiamm — spiega l’amministratore delegato di Linkem Davide Rota — ha riscontrato un unico limite: il basso rendimento dei pannelli in commercio che comporta l’utilizzo di spazi importanti per produrre l’energia necessaria e per ovviare a questo problema adesso si sta studiando lo sviluppo di pannelli più evoluti».
linkem internet revolution
Intanto le circa 1.200 antenne che Linkem ha sul territorio sono già tutte a basso consumo. «Un vantaggio — spiega Rota — i nostri apparati funzionano con forniture di 1,5 kilowatt (meno di un’utenza domestica) mentre le forniture di altri operatori variano da 5 a 15 kilowatt in base alle tecnologia installate». E in futuro grazie a queste antenne, anche nell’ottica di piazzare i pannelli fotovoltaici per alimentarle, Linkem avrebbe bisogno di spazi anche dieci volte inferiori rispetto a quelli di altri operatori. La strada è dunque segnata e l’azienda romana ha scelto di seguire l’approccio green.
«Si tratta di un percorso — prosegue l’amministratore delegato — che non paga da subito ma richiede tempo, del resto è in linea con la filosofia della nostra azienda che segue un approccio etico per stare sul mercato prestando attenzione non solo all’ambiente ma anche ai dipendenti: non a caso tendiamo sempre ad assumere con contratti a tempo indeterminato e oggi abbiamo 200 dipendenti».
Ma come vanno gli affari? «Bene, cresciamo: siamo passati dai 28mila abbonati del 2011 ai 110mila dell’anno scorso e adesso stimiamo di raggiungere i 210mila nel 2013». (st.a.)
FONTE: Repubblica.it

RISPARMI: COME REALIZZARE I SOGNI ANCHE IN TEMPI DI CRISI

I consigli del life planning patrimoniale

Andare ad abitare sulle colline toscane. Vivere di rendita. Comprare una casa al figlio. Garantire una eredità ai propri discendenti...
Ognuno di noi ha un sogno. Per realizzarlo servono risorse. Tuttavia, di solito, ci concentriamo sul rendimento dei nostri investimenti, come fossero un obiettivo in sé, invece di vederli come uno strumento per realizzare il vero scopo della vita.
Insomma, spesso le scelte finanziarie avvengono senza una piena consapevolezza del contesto. Questo aspetto, non l’andamento delle Borse, è il vero rischio degli investimenti, avverte il consulente finanziario indipendente Marco Degiorgis, 50 anni, di Valenza (AL), specializzato in Life Planning, l'attività professionale volta ad aiutare i risparmiatori a mirare gli investimenti e a gestire i piccoli o grandi patrimoni con gli strumenti finanziari e i beni reali adatti per realizzare le aspirazioni. “Mai lasciarsi prendere da una frenetica attività di compravendita di prodotti finanziari per il raggiungimento del massimo profitto – continua Degiorgis – senza avere le idee chiare sul perché”.
Marco Degiorgis è uno fra i più autorevoli dei 500 consulenti finanziari indipendenti ad oggi autorizzati in Italia, quelle figure che operano nell’esclusivo interesse del cliente perché non hanno commitment di banche, assicurazioni e istituti finanziari né gestiscono il denari del cliente. Il loro compenso è la parcella della consulenza, come per un medico o un avvocato. Per questo il consulente patrimoniale indipendente è l'unica figura che può davvero consigliare nel solo interesse del risparmiatore.
Nel life planning si considerano progetti di vita a breve, medio e lungo termine. A ogni obiettivo è associato un piano finanziario per il suo raggiungimento, con coerenti investimenti di diversa natura. Un esempio: vivere di rendita può rimanere un sogno di libertà finanziaria, se non quantifichiamo quanto intendiamo spendere per vivere e per quanto tempo. Solo così vivere di rendita diventerà un vero obiettivo, e non una illusione.
Possiamo trasformare sogni e visioni in progetti di vita vera, se sono motivanti, concreti, misurabili e raggiungibili con le risorse a disposizione, ora o nel futuro – spiega Degiorgis. – Una volta che abbiamo stabilito un progetto, che può comprendere uno o più obiettivi, e stabilito come raggiungerlo, bisogna cercare di individuare quali ostacoli si possono frapporre. Se, per esempio, il progetto è andare in pensione in anticipo rispetto all’età pensionabile, ci possono essere difficoltà superabili come le variazioni delle leggi, ma anche ostacoli insuperabili come la malattia di un familiare che potrebbe distogliere le risorse necessarie, anche per sempre. Ogni investimento ha connesso uno o più rischi specifici ed è quindi necessario misurare il rischio che si è disposti a sopportare rispetto alle finalità. Definire obiettivi e ostacoli, non è facile, perché si tratta di mettere in relazione proiezioni emotive - i sogni, le speranze, i desideri- con criteri razionali -cosa, quanto, quando-”. C'è poi la valutazione della gerarchia dei sogni. La casa per il figlio potrebbe essere un obiettivo primario, la barca a vela un obiettivo secondario. Un obiettivo secondario non raggiunto non mette in crisi la vita, un obiettivo primario non conseguito può creare seri problemi esistenziali. “Ecco perché – dice Degiorgis – l’uso del denaro non è inodore e incolore, ma è sempre connesso ai valori e al senso della nostra vita”.

Ecco 10 consigli per realizzare il proprio planning patrimoniale:
1. Tenere la contabilità delle entrate e delle uscite, suddividendo per voci

2. Verificare se sono state attivate adeguate tutele della persona, del patrimonio e degli eredi

3. Chiedersi e decidere che cosa è importante nella propria vita: aspirazioni, sogni, progetti

4. Fare una lista di questi obiettivi da raggiungere, indicando tempi e denaro necessario

5. Verificare se gli obiettivi sono raggiungibili nei tempi stabiliti e con il denaro a disposizione

6. Predisporre un piano per raggiungere gli obiettivi

7. Verificare che il piano sia flessibile e che siano previsti percorsi alternativi

8. Valutare quale obiettivo non raggiunto metterebbe in difficoltà davvero la propria vita. Per es. il mancato ottenimento della pensione.

9. Monitorare nel tempo la situazione dei propri investimenti, finanziari e non.

10. Modificare gli investimenti in base ad andamenti di mercato e variazioni dello stile di vita, ricalcolando gli impatti sul piano.

Schneider Electric Green Technologies Award 2013


Con il Green Technologies Award 2013 Schneider Electric premia i migliori progetti dedicati a una gestione più consapevole dell’energia, sviluppati da Istituti di Istruzione Secondaria di secondo grado

Stezzano (BG), 31 Maggio 2013 - Schneider Electric, lo specialista globale nella gestione dell’Energia, dopo il successo delle edizioni precedenti, ha istituito per il terzo anno il Concorso “GREEN TECHNOLOGIES AWARD, ENERGIA NUOVA PER LE SCUOLE”, patrocinato dal MIUR - Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Rivolto agli studenti delle classi quarte e quinte di Istituti di Istruzione Secondaria di secondo grado di tutto il territorio nazionale, Il Concorso premia i migliori progetti relativi alla realizzazione di sistemi per l’efficienza energetica e per l’utilizzo di energie rinnovabili applicate ad impianti tecnologici presenti in ambito scolastico e in altri settori quali l’industria, l’agricoltura e il terziario.
L’obiettivo è far prendere coscienza delle opportunità relative al risparmio energetico e della necessità di attivare interventi per una gestione più efficiente dell’energia, consentendo agli allievi di acquisire conoscenze e competenze tecniche, che permettano loro un più rapido inserimento nel mondo produttivo.

All’edizione 2013 hanno aderito 51 istituti da tutta Italia, che hanno coinvolto una popolazione di oltre 600 studenti. La Commissione Giudicatrice, composta da specialisti Schneider Electric e personalità del mondo Universitario, ha selezionato i progetti finalisti che si sono distinti per qualità di progetto, innovazione, applicabilità pratica e chiarezza documentale.
Oltre 45 tra studenti, docenti e dirigenti scolastici in rappresentanza degli istituti finalisti hanno presentato il risultato dei propri lavori e ricevuto i meritati riconoscimenti. La premiazione si è tenuta quest’anno presso AmbienteParco di Brescia, il primo science center sul tema della sostenibilità ambientale,  sostenuto da Schneider Electric quale sponsor tecnologico.

I vincitori nelle due categorie “Green Technologies Scuola” e ”Green Technologies altri settori” sono stati premiati, in rappresentanza del MIUR, da Antonio Scinicariello, Direzione Generale Ordinamenti Scolastici e Morena Modenini, Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia. Per Schneider Electric erano presenti inoltre Bruno Venturelli, Direttore Qualità e Formazione, Laura Bruni, Direttore Piano di Sviluppo e Affari Istituzionali, Dario Mangiò, Direttore Comunicazione, e Gianfranco Mereu, Responsabile delle Relazioni con le Scuole e le Università. Per l’Ordine degli Ingegneri ha portato il proprio saluto Marco Belardi, Presidente Consulta Ordine degli Ingegneri della Lombardia e Presidente Ordine degli Ingegneri della provincia di Brescia.

“Gli elaborati sono stati di buonissima qualità e, in alcuni casi, si sono avvicinati ad un livello di progettazione esecutiva - ha commentato il Prof. Fabrizio Pilo, Presidente della Commissione Giudicatrice - “ Importante porre l’accento sul fatto che, rispetto allo scorso anno, la partecipazione è aumentata sia in termini quantitativi che qualitativi ed ha coinvolto Istituti scolastici provenienti da tutto il territorio nazionale”.

Per l’area di progetto “ENERGIA NUOVA PER LE SCUOLE”, l’istituto Vincitore è stato l’ ISIS “A. Malignani” di Udine che ha presentato il progetto “Risparmio e miglioramento efficienza energetica, riqualificazione di alcuni reparti dell'Istituto sfruttando fonti rinnovabili” (tutor: prof. Stefano Comuzzi). Gli altri istituti finalisti, rispettivamente al secondo e terzo posto, sono stati l’IIS “A. Moro” di Rivarolo C.se (TO) e l’ ITT “Barsanti” di Castelfranco Veneto (TV).

Per l’area di progetto “ENERGIA NUOVA IN ALTRI SETTORI” il progetto vincitore è stato “Energia da gustare” (tutor: prof. Francesco Accordino) dell’ Istituto ITIS “A. Meucci” di Firenze, mentre gli altri due finalisti rispettivamente al secondo e terzo posto sono stati l’IIS “Cairo Montenotte” di Cairo M.tte (SV) e il Liceo scientifico "Vanini"  di Casarano (LE).

Ai primi 3 classificati nelle due categorie è stato riconosciuto un premio consistente in una borsa di studio per il gruppo di lavoro e in apparecchiature Schneider Electric per l’Istituto di appartenenza, oltre ad una targa commemorativa.

Infine, una meritata menzione agli istituti che si sono classificati al 4° e 5° posto, rispettivamente ITIS “C. Grassi” di Torino e ITI “San Zeno” di Verona per l’area “Green Technologies Scuola”, e IPSIA “Ceconi” di Udine e ISIS “A. Malignani” di Udine per l’area “Green Technologies Altri Settori”, ai quali è stato inviato un kit didattico per la domotica e un attestato di merito.

Sostenuta dal successo dell’iniziativa, testimoniato dall’ampia partecipazione al Concorso appena concluso, Schneider Electric sta già mettendo in cantiere l’edizione 2014.

A proposito di Schneider Electric
Schneider Electric è lo specialista globale nella gestione dell’energia, con una presenza in oltre 100 paesi offre Soluzioni integrate in diversi segmenti di mercato, con una posizione di leadership nei settori energia e infrastrutture, processi e macchine industriali, edifici del terziario e Data Center, vantando inoltre un’ampia presenza nel residenziale. Specializzata nel rendere l’energia sicura, affidabile, efficiente, produttiva e sostenibile con oltre 140.000 dipendenti nel 2012 ha raggiunto un fatturato di oltre 24 miliardi di Euro, grazie ad un impegno attivo nell’aiutare persone e organizzazioni ad ottenere il massimo dalla propria energia.

Make the most of your energy

Per maggiori informazioni

Ufficio Stampa - Schneider Electric S.p.A.
Stezzano (Bg) tel.: +39 035 4153118  fax: +39 035 4061362
@mail: comunicazione@it.schneider-electric.com

Prima Pagina Comunicazione
Benedetta Campana, Caterina Ferrara
02 91 33 98 20


Interlem per il sociale

Il Presidente del Gruppo Interlem, Massimiliano Riva, ha consegnato il Premio della terza edizione “Tesi di laurea sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica”
Massimiliano_Riva
INTERLEM S.p.A. (www.interlem.it), realtà italiana leader nell’innovazione tecnologica e nella consulenza direzionale, continua il suo forte impegno nel sociale. Recentemente, infatti, Interlem è stata attivamente presente durante la terza edizione del premio annuale per una Tesi di Laurea sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica. La serata di premiazione, organizzata dal Rotary Club Sesto Milium-Centenario, si è svolta lo scorso 28 maggio presso l’Hotel Barone di Sassj, a Sesto San Giovanni.

La manifestazione annuale è culminata con la consegna dei premi di laurea in denaro a giovani studenti/dottori di talento che hanno dedicato tempo alla ricerca sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica. Massimiliano Riva, presidente del Gruppo Interlem S.p.A., anche quest’anno sponsor dell’iniziativa, ha consegnato l’ambito premio a una giovane ricercatrice, laureata in Medicina e Chirurgia presso la Seconda Università degli Studi di Napoli.

“E’ stata una grande serata – ha sottolineato Massimiliano Riva. – L’attenzione e l’impegno per il sociale devono essere parte integrante del nostro modo di fare impresa oltre che termometro da cui misurare la sensibilità di un’azienda. Noi di Interlem SpA teniamo molto a portare avanti questa iniziativa con il Rotary e con l’Aisla onlus perché punta a sostenere borse di studio per la ricerca contro la SLA. Anche quest’anno, l’iniziativa, ha dimostrato di destare grande interesse e ha ottenuto forte impulso”.

La terza edizione del Premio per una Tesi di laurea sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica ha visto ricevere ben venti candidature provenienti da tutta Italia. Le tesi sono state passate al vaglio della commissione giudicatrice, che, quest’anno, era composta dai seguenti membri esterni: Prof. Massimo Corbo, Centro Clinico Nemo, Prof. Valentino Lembo, Azienda Ospedaliera Istituti Clinici di Perfezionamento, Prof. Elena Galassini, Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano, Prof. Giuseppe Lauria Pinter, Istituto Neurologico Besta, Prof. Alessandro Marocchi, Ospedale Niguarda, Prof. Andrea Millul, Istituto Mario Negri, Prof. Gabriele Mora, Fondazione Stefano Maugeri, Prof. Vincenzo Silani, Isitituto Auxologico di Milano e Prof. Nicola Ticozzi, Istituto Auxologico di Milano, oltre che dal membro del club prof. Pier Mario Biava (Multimedica Sesto San Giovanni), dal presidente della commissione, il Dott. Giovanni Longoni e dal Prof. Emanuele Borgonovo, Full Professor, Department of Decision Sciences Director Management Science Laboratory, SDA Bocconi Business School Bocconi University.

“Crediamo particolarmente nelle iniziative di questo genere ha concluso Riva – e continueremo, nel limite delle nostre possibilità, a sostenerle perché è importante come imprese dare un segnale e un contributo allo sviluppo e alla ricerca, che sono poi il motore che alimenta le speranze di ognuno di noi.”

Inaugurazione BEAT BRENTA 2013

La Prima edizione di BEAT - Esperienze e tracce dell'arte nel Brenta - avrà luogo il 01 giugno alle ore 16.00 presso il Parco Oasi di Nove (VI).
 
L'ambizioso progetto segna l'inizio dei lavori volti alla creazione del Parco Arte.

Numerosi gli artisti-interpreti coinvolti. Durante i mesi estivi, infatti,  verranno insediate nell'area sculture, installazioni, land-art; verranno proposte esposizioni temporanee che spaziano dalla fotografia alla pittura, nonché incontri con autori letterari, appuntamenti musicali, spettacoli di danza e performance teatrali.

BEAT vuole essere, così, un contenitore di esperienze volte alla sensibilizzazione verso l'ambiente che ci circonda e alla promozione della cultura della natura come ricchezza da condividere e preservare. 





BEAT Brenta Experience
www.beatbrenta.it
FaceBook: BEAT Brenta Experience
 
 



giovedì 30 maggio 2013

SMAU Bologna 5-6 Giugno 4° tappa roadshow Reti di Imprese con ASSORETIPMI

ASSORETIPMI, l’Associazione nazionale indipendente nata nel web tra Imprenditori, Reti di Imprese e Professionisti dal Gruppo di LinkedIn RETI DI IMPRESE PMI, dopo il grande riscontro ottenuto nella tappe SMAU di Roma, Padova e Torino, prosegue il roadshow sulle Reti di Imprese e sarà presente a SMAU Bologna con un proprio Stand dove ottenere tutte le informazioni, parlare con gli esperti e partecipare a un Workshop formativo con un testimonial importante: la Rete TERRE MOSSE di Mirandola, nata dal Sisma 2012.
SMAU Bologna Reti di Imprese con ASSORETIPMI
Modena – 30 Maggio 2013 – Nell’ ICT, come in tutti gli altri settori, l’aggregazione tra Imprese si dimostra ogni giorno di più lo strumento più efficace per competere sui mercati, mantenere e far crescere i livelli di fatturato, investimento e occupazionali.
“La ricerca di Partner con cui organizzare una rete sinergica e competitiva è l’esigenza maggiore che ci è stata espressa in tutte le tappe di SMAU, Roma, Padova e Torino, anche fuori dalla propria regione.
Per far fronte a questa esigenza Assoretipmi, per sua natura che ha preso forma spontanea proprio dal web, propone un servizio di scouting unico in Italia per la ricerca di Partners di rete attraverso le proprie piattaforme, che corrispondono al gruppo RETI DI IMPRESE PMI su LinkedIn – che conta oggi con altri gruppi verticali oltre 10.000 membri – e al portale dell’associazione, nonché in tutti gli altri canali di propagazione virale sui social media, alle attività mirate sui motori di ricerca oltre che dal proprio network di Imprese e Professionisti associati che svolgono un ruolo determinante nei territori – afferma Eugenio Ferrari, Presidente di ASSORETIPMI - Stessa cosa dicasi per lo sviluppo dei Progetti di rete, che nel nostro portale possono usufruire di un’area dedicata e protetta a livelli di privacy differenziati. Sugli stessi progetti forniamo ai nostri associati il servizio di valutazione pre-progettuale di fattibilità”.
“In Italia le piccole e medie imprese con meno di 10 dipendenti sono oltre 4,2 milioni e sono quelle che stanno risentendo maggiormente degli effetti del momento congiunturale. Aggregarsi permette di superare il problema delle piccole dimensioni e quello della mancanza di risorse per accedere ai mercati, consente di fare team con altre imprese orientate al futuro e allo stesso tempo mantenere la propria identità, poichè la rete di imprese è uno strumento paritetico, non solo non mortifica l’imprenditore ma gli consente opportunità di sviluppo di ampio respiro su nuovi progetti improntati all’innovazione che deriva dalla condivisione di idee che, da sempre, sono la linfa della nostra imprenditoria” – afferma Monica Franco, Vicepresidente di Assoretipmi.
Nel workshop che si terrà a Smau Bologna il 5 giugno, “Web & Reti di Imprese: driver di sviluppo, modelli e strategie per competere” interverrà la Rete di Imprese TERRE MOSSE di Mirandola, nata a seguito del Sisma 2012, composta da 35 Imprese aggregate in continua fase di espansione, testimonianza importante della forza dell’aggregazione dalle Imprese che hanno dimostrato il loro valore mantenendo la loro presenza sul mercato pur lavorando in condizioni di estrema difficoltà.
ASSORETIPMI, nata spontaneamente dal web per divulgare la cultura d’Impresa in rete e favorirne l’aggregazione senza alcun limite territoriale, oggi conta 45 Delegazioni tra Italia ed estero, esperti di reti e specialisti di settore che garantiscono supporto e competenze alle PMI che vogliono intraprendere questo percorso.
Fonte: Assoretipmi
Contatti per la stampa:
Monica Franco
Vicepresidente ASSORETIPMI
m.franco@assoretipmi.it
Skype: monicabrain

Kratter Alfonso è CEO di Inoxveneta

La biografia, gli articoli, gli approfondimenti, le foto, l'azienda Inoxveneta: tutto questo lo puoi trovare sul sito ufficiale dell'imprenditore Alfonso Kratter

 

ALFONSO KRATTER E LA INOXVENETA SPA

Alfonso Kratter

L'esperienza di Alfonso Kratter come Amministratore Delegato di Inoxveneta è stata fondamentale per la carriera dell'imprenditore veneto.
L'azienda, con sede a Vittorio Veneto (TV), è da sempre all'avanguardia nel settore della lavorazione dell'acciaio inossidabile e negli anni ha diversificato la sua produzione rimanendo al passo con i tempi, grazie a un'attenzione costante alla tecnologia e all'innovazione.
Già sul finire degli anni '90 la Inoxveneta aveva avviato un percorso finalizzato all'automazione delle fasi fondamentali del processo produttivo.
Con il nuovo secolo, l'automazione si è trasformata in alcune parti in vera e propria robotizzazione.
I numeri, come testimoniato nella apposita sezione del sito, sono dalla parte dell'azienda: il fatturato del 2012 ammonta a 15 milioni di euro e l'organico si è stabilizzato intorno a circa 100 dipendenti.

LA MISSION DI INOXVENETA

La parola d'ordine di Inoxveneta è flessibilità: un approccio e una struttura di questo tipo permettono infatti un dialogo efficace sia con le grandi imprese, inserite magari in gruppi internazionali, sia con quelle di più ridotte dimensioni.
Ogni Cliente richiede quindi una diversa modalità operativa.
La struttura di Inoxveneta è articolata sulla base di sette Aree di Produzione che sono organizzate per Clienti/Famiglie di prodotto e si occupano in modo complessivo di tutte le lavorazioni.
Di fronte alla crisi economica attuale la mission dell'azienda è quella di fare il massimo affinché il Cliente divenga altamente competitivo nel mercato in cui opera.

Visita il sito di Alfonso Kratter per avere ulteriori informazioni. Per i blog, i social networks e i professional networks, clicca la pagina risorse e potrai collegarti direttamente.

Linkem: Internet veloce senza limiti e senza fili

Con Linkem banda larga fino a 7 mega, accesso a internet veloce senza linea fissa e senza i limiti della chiavetta. Rete in espansione nelle zone in digital divide.
Belen testimonial Linkem

Banda larga fino a 7 mega anche a San Giovanni Lupatoto e frazioni limitrofe. Sulla scia di questo fenomeno sono in aumento le famiglie italiane definite “mobile only”, ovvero che scelgono addirittura di non attivare una linea fissa presso la loro abitazione. In questo scenario di mercato in grande evoluzione, stanno emergendo una serie di operatori che, sfruttando tecnologie all’avanguardia, si stanno ritagliando fette di mercato sempre più consistenti.
linkem internet revolution

Linkem si colloca tra questo novero di nuovi operatori, grazie alla sua tecnologia innovativa senza fili infatti è in grado di arrivare in tanti luoghi dove altri operatori non riescono con tecnologie basate sul cavo. L’azienda dispone di una rete interamente di sua proprietà che le consente di raggiungere tutte quelle zone in digital divide e di offrire ai clienti internet veloce senza bisogno di attivare una linea telefonica fissa e senza i limiti della chiavetta. Linkem lavora per espandere ancora di più la sua rete in Veneto dove attualmente è già operativo in circa 180 comuni, Verona inclusa, che stime del Ministero delle Comunicazioni dichiarano essere in divario digitale anche al 100%.
L’amministratore Delegato Davide Rota sottolinea: “La strategia di Linkem è quella di rivolgersi anche alle famiglie che si trovano in zone in vero divario digitale raggiungendo gli utenti con azioni di marketing mirate e strettamente connesse alle realtà territoriali”.

Docebo ottiene le certificazioni internazionali ISO 9001:2008 e ISO 27001


Docebo ottiene le certificazioni internazionali ISO 9001:2008 e ISO 27001

Due norme che garantiscono la qualità delle attività collegate alla formazione online e alla gestione della sicurezza delle informazioni

Napoli, 30 maggio 2013 – Docebo, (www.docebo.com) fornitore di soluzioni Cloud E-Learning a livello globale, ha ottenuto le certificazioni internazionali ISO 9001:2008 e ISO 27001, due importanti riconoscimenti che confermano la scelta di un corretto modello organizzativo che permette di fornire soluzioni per la formazione aziendale sempre più in linea con le esigenze del mercato e dei professionisti del settore.
“Siamo da sempre attenti alla qualità e ai requisiti delle nostre soluzioni tecnologiche al fine di fornire un ecosistema E-Learning che soddisfi appieno le esigenze dei nostri clienti” afferma Claudio Erba - CEO & Fondatore di Docebo. “Vogliamo migliorare costantemente la nostra offerta, garantendo alle aziende clienti la piena conformità della piattaforma Docebo a requisiti di legge e regolamenti vigenti nell’ambito della formazione aziendale”.
L'informazione è un bene che aggiunge valore all'impresa, ed è in questa ottica che Docebo commercializza prodotti e servizi tecnologici d’avanguardia. Poiché oggi la maggior parte delle informazioni sono veicolate tramite supporti informatici, ogni Organizzazione deve essere in grado di garantire la sicurezza dei propri dati all’interno di un contesto in cui i rischi informatici (causati dalle violazioni dei sistemi di sicurezza) sono in continuo aumento.
La richiesta di tutela delle informazioni è dunque la domanda fondamentale del mercato. Le informazioni rappresentano infatti un patrimonio aziendale la cui gestione diventa strategica per la tutela e lo sviluppo del business. A questa necessità Docebo risponde certificando il proprio Sistema di gestione della sicurezza delle Informazioni.
Attraverso le norme ISO 9001:2008 e ISO 27001 il sistema di gestione per la qualità di Docebo è strutturato per supportare i seguenti campi di applicazione:
  • Sviluppo di soluzioni software per la formazione e attività collegate
  • Progettazione, erogazione e monitoraggio attività didattica online ed in aula e relative attività di consulenza
  • Tecnologia delle informazioni
  • Tecniche di sicurezza
  • Sistemi di gestione della sicurezza delle informazioni
  • Gestione dei requisiti della sicurezza delle informazioni

Tra i sistemi di gestione, è lo standard che più incide nel miglioramento delle prestazioni, in quanto consente di dare continuità, sicurezza e fluidità a tutti gli altri sistemi gestionali.
Una certificazione che pone Docebo tra le eccellenze del settore IT in Italia, avendo ottenuto entrambe le certificazioni ISO 27001 e ISO 9001:2008.
-------------------------
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/Docebo
A proposito di Docebo
Docebo è un fornitore globale di soluzioni Cloud E-Learning che sta rivoluzionando il mercato della Formazione Online grazie alla sua Piattaforma E-Learning Cloud distribuita “As a Service” (come servizio), raddoppiando la propria base clienti ogni tre mesi e costruendo una rete Internazionale di Partner già ramificata in 26 paesi. I prodotti principali (Docebo SaaS e Docebo Premium) sono progettati per rispondere tanto ai bisogni delle PMI, quanto alle complesse esigenze delle Grandi Aziende. Docebo è scelta dai suoi clienti grazie ad un modello di pricing scalabile, all’integrazione con software di terze parti (via API), e al suo support tecnico 24 ore su 24, 7 giorni su 7, in grado di rendere l’utilizzo del software un’esperienza unica.
Per informazioni:
www.docebo.com

Per ulteriori informazioni:
Francesco Petruzzi
Prima Pagina Comunicazione
Piazza Giuseppe Grandi 19
20129 Milano
Tel. +39 02 91339823
Fax +39 02 76118304

In libreria - Guida Migliori Pizzerie Napoletane

 

 

    Pochi minuti di attenta consultazione del vademecum di Monica Piscitelli, Guida alle Migliori Pizzerie di Napoli e della Campania per scegliere una delle numerose pizzerie presenti sul territorio e apprezzare l'arte divinatoria degli operatori dell'arte bianca e gustare uno dei piatti più rinomati al mondo, nato per i poveri e apprezzato dai ricchi.

     Il volume, formato tascabile, 204 pagine, 10 euro, edito dall'Ippogrifo, disponibile in tutte le librerie e su iPad e iPhone, scaricabile tramite Apple Store, presentato nei Pizzalab, laboratori di studio e ricerca della pizza d'autore, curati dall'autrice del libro, elenca una sessantina di pizzerie, raccontando tradizioni storiche, posizione topografica, monumenti nelle vicinanze da visitare, glossario del Pezzajuolo scritto con Raffaele Bracale (esperto idioma napoletano) e con recensioni e valutazioni della Piscitelli, laureata in economia, Master universitario in Tradizioni e Culture del Mediterraneo, giornalista enogastronomia, associata all'Arga e responsabile del sito, aggiornato in tempo reale, www.campaniachevai.it . La prefazione della Guida è del collega Luciano Pignataro, giornalista del quotidiano Il Mattino e responsabile del seguitissimo sito www.lucianopignataro.it.

    "Scopo della pubblicazione – ha dichiarato la Piscitelli – offrire al turista e al cittadino napoletano l'indicazione per riconoscere un'eccellente pizza e la storia di antiche famiglie di artigiani del forno".

     La pizza napoletana è rappresentativa della cultura partenopea. Storie, segreti, curiosità di un'arte millenaria  sono descritti con amore e passione dalla ricercatrice. Si parte dal repertorio tecnico del pizzaiolo, breve storia del locale, come raggiungerlo e contattarlo, indicazione delle specialità, valutazione delle dieci Top Migliori Pizzerie (Pala d'Oro), Top 5 migliore Margherita (mozzarella, pomodoro, basilico) Top 5 Migliore Ripiene (salame e ciccioli), Top 5 Migliore Creativa (esclusiva del locale) e le nuove "best Pizza Fritta" (ricotta, cigoli, salame) e "Best Pizza a libbretta", vale a dire piegata in due e pizza "oggi a otto" di vecchia memoria, tornata in voga con lo spending review, dove il cliente può pagarla entro otto giorni e in aggiunta, di ogni pizzeria, sono individuate le eccellenze e gli assaggi da non perdere dalla pizza rustica al migliaccio salato, alle fritturine.  Il turismo è la risorsa del futuro e una guida di enogastronomia e del luogo che si sceglie da visitare può essere di grande aiuto.

info@edizionidellippogrifo.it - tel. e fax +39 081 517.70.00.

mario carillo - napolinews.org



 

ArchitectsParty con Corà

La prestigiosa azienda italiana di parquet partecipa al tour nazionale dedicato agli architetti, e organizzato da Towant, in collaborazione con Elle Decor

In linea con l’attenzione dedicata al mondo dell’architettura e del progetto d’interni, Corà Parquet partecipa al tour ArtchitectsParty, un ciclo di eventi che coinvolge oltre 80 studi di progettazione nelle principali città italiane.

Cora Legnami

Non un semplice aperitivo, ma un vero format pensato per favorire l’incontro e lo scambio di idee tra le eccellenze del design d’interni e dell’architettura e le aziende italiane specializzate. Un’occasione importante per parlare di nuove visioni progettuali per abitazioni, spazi residenziali, commerciali e ricettivi.

L’iniziativa si è svolta anche a New York, Londra e Barcellona con ArchitectsParty Europe a testimonianza della qualità dell’evento. Ecco le città italiane coinvolte nell’edizione 2013: Torino, Roma, Milano, Lucca e Versilia, Udine e Trieste, Costiera Amalfitana, Reggio Emilia e Modena, Trento.

L’entusiasta adesione di Corà Parquet a questa iniziativa vuole sancire la volontà di intraprendere un dialogo costante con i professionisti della progettazione non solo presentando le nuove linee di prodotto, ma soprattutto avviando un processo utile all’innovazione e al good design.

CORA’ DOMENICO & FIGLI SPA

Corà opera nel mercato italiano ed internazionale dal 1919. Con la propria esperienza e grazie alla struttura tecnologica-organizzativa e ad una capillare rete distributiva, Corà è il sinonimo di un’impresa che ha saputo evolversi e rinnovarsi, raggiungendo di generazione in generazione, la posizione di azienda leader in Italia e all’estero nel settore del LEGNO.

Una realtà economica e produttiva che si muove attraverso il reperimento della materia prima da foreste certificate e si differenzia per la vasta gamma di prodotti che offre: tronchi, tavolame, pavimenti in legno, pannelli multistrato, lamellari per finestre, tranciati precomposti per il settore del mobile, prodotti per la nautica.

Per ulteriori informazioni:

CORA’ DOMENICO & FIGLI SPA
Viale Verona, 1
36077 Altavilla Vicentina (VI) - ITALY
TEL. +39 0444 372711
info@coralegnami.it
http://www.coralegnami.it

Findomestic Reality: NeiTuoiPanni Con l’ottava puntata scopri chi è il Vincitore

Si sono sfidati, concentrati, divertiti e, a volte, anche arrabbiati ma soprattutto per una settimana si sono messi nei panni dei consulenti di Findomestic!
Salvo, Marcello, Antonella P.,Maurizio, Luca e Antonella M., sono giunti al termine di questa avventura … ma chi è il Vincitore?
Con l’ottava puntata si chiude Nei Tuoi Panni di Findomestic.
NeiTuoiPanni_Findomestic
I tre Giudici hanno finalmente deciso chi tra i 6 clienti / concorrenti torna a casa vincitore.
Qualche pronostico i protagonisti l’hanno già azzardato nel confessionale del 7° episodio; sarà Salvo, che dichiara di contendersi la vincita con Marcello, oppure come dice Antonella P, la sfida finale avverrà tra Salvo e Luca?
“Vincerò non lo dirò mai” sostiene ancora Salvo “perché non sono una persona presuntuosa. Posso dire che spero veramente di vincere, credo di avercela messa tutta”.
Tutti e 6 i concorrenti sono stati davvero protagonisti di questa esperienza vissuta a tutto tondo all’interno delle mura di Findomestic, dall’energetica Antonella P., ad Antonella M. timida all’inizio e combattiva alla fine. E poi il comunicativo e positivo Salvo, il metodico e tranquillo Marcello, il genuino ed intelligente Luca e infine l’analitico Maurizio.
Chi è il Vincitore?
Ecco l’ottava puntata per scoprirlo e in bocca al lupo a tutti!
Il Reality Nei Tuoi Panni sarà in onda su Class TV a partire da martedì 4 giugno.

I luoghi più romantici di Roma secondo ‘Yahoo Answer’



Romantik, love city, amour: tante le parole chiave per descrivere Roma… Per focalizzare i luoghi più romantici ci siamo però affidati alla 'rete'. Abbiamo lasciato appositamente i nomi dei profili in Yahoo Answer che hanno dato il loro contributo nell’indicare i posti più romantici della città più romantica del mondo

Ecco una serie di pareri su Roma e l’amore raccolti nel motore di comparazione più famoso del mondo: Yahoo Answer.
Carla C (miglior risposta): “di luoghi romantici a Roma ce ne sono tantissimi. Per cominciare: Fontana di Trevi, per lanciare la monetina insieme e tornarci presto, poi piazza Santa Maria in Trastevere, il laghetto di Villa Borghese, Piazza Navona, il ponte di Castel Sant'angelo, piazza della Rotonda, la bocca della Verità, il Gianicolo, l'Aventino col giardino degli aranci ma anche il laghetto dell'Eur o il pontile di Ostia, oppure la salita in cima alla cupola di San Pietro!”.
Favola97: “feci la stessa domanda per fare una sorpresa al mio fidanzato… Mi consigliarono il ponte di Castel Sant'Angelo di sera... Ci andai di giorno, lui rimase talmente colpito che ci tornammo anche di sera e rimanemmo ancora più incantati… Penso che quello sia il posto più romantico”.
Giovanni Lusa: “per me il posto più romantico di Roma è la fontana di Trevi, Villa Borghese, piazza di Spagna e il Colosseo”.
Аnisi: “non sono mai stata a Roma ma spero di andarci presto e mi piacerebbe andare sul ponte Milvio e visitare la famosa bocca della Verità... Roma è bellissima e non immagino cosa sia di sera!!!”.
*S* blood: “i ruderi dell'Appia antica, una bottiglia di vino e se si è in due la magia è fatta *__*. Ovviamente Roma è piena di luoghi romantici ma questo è il mio personalissimo parere”.
Allegroc: “per me il luogo più romantico è il giardino degli aranci (di giorno) al Gianicolo. Di sera qualunque posto ha il suo fascino, con pezzi di storia millenaria illuminati come scenografie… Comunque a Roma tutto è ‘maggico’, non si può sbagliare”.
• Elle •: “la Fontana di Trevi di notte: è tutta illuminata ed è molto romantica...”.
Luca: “di certo il ponte Milvio dove i fidanzati mettono i lucchetti in segno del loro amore!!”.
Luca B: “ponte Milvio, il Gianicolo, la fontana di Trevi!!”.
Silvia D: “secondo me il Gianicolo... Una vista stupenda!”.
E per finire abbiamo tenuto per ultima la segnalazione di Azzurra: “tutti i posti sono belli a Roma quando si è innamorati!”.


Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email