CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime notizie

Cerca nel blog

domenica 31 marzo 2013

Molmed: Liste depositate per Consiglieri e Sindaci e proroga termine deposito liste di minoranza

  • Presentazione liste candidati per la nomina del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale
  • Proroga del termine per la presentazione da parte di Azionisti di minoranza di liste per la nomina del Collegio Sindacale
Con riferimento all’Assemblea degli Azionisti di MolMed S.p.A. (MLM.MI), convocata per il 22 aprile 2013 in unica convocazione per deliberare, tra l’altro, in merito alla nomina dei componenti del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale, MolMed rende noto che gli Azionisti Fininvest S.p.A., Science Park Raf S.p.A. in liquidazione, Airain Lda, Delfin S. à r.l. e H-Equity S.r.l. – aderenti al patto parasociale sottoscritto in data 14 dicembre 2007 come successivamente modificato – che hanno attestato il possesso del 35,319% delle azioni ordinarie della Società, hanno presentato le seguenti liste per il rinnovo degli organi sociali
MolMed_Ita
Proroga del termine per la presentazione da parte di Azionisti di minoranza di liste per la nomina del Collegio Sindacale
Alla scadenza del termine per la presentazione delle liste non sono state depositate liste da parte di Azionisti di minoranza ai fini della nomina del Collegio Sindacale. Ai sensi dell’art. 144-sexies, comma 5 del Regolamento Emittenti, il termine per il deposito di liste da parte di Azionisti di minoranza per la nomina dei componenti il Collegio Sindacale – con le medesime modalità e documentazione di cui all’Avviso di convocazione pubblicato il 13 marzo 2013 nel sito web di MolMed (http://www.molmed.com/node/2160) e, per estratto, sul quotidiano Milano Finanza – viene perciò prorogato alle ore 18.00 del 2 aprile 2013, con dimezzamento della soglia minima necessaria per la presentazione.
Il presente comunicato è stato redatto in ottemperanza agli obblighi informativi verso il pubblico previsti dalla delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche.
MolMed
MolMed S.p.A. è un’azienda biotecnologica focalizzata su ricerca, sviluppo e validazione clinica di terapie innovative per la cura del cancro. Il portafoglio-prodotti di MolMed comprende due terapeutici antitumorali in sperimentazione clinica: TK, una terapia cellulare che consente il trapianto di midollo osseo da donatori parzialmente compatibili con il paziente in assenza di immunosoppressione post-trapianto, in Fase III per la cura delle leucemie ad alto rischio; NGR-hTNF, un nuovo agente mirato ai vasi sanguigni tumorali, in Fase III nel mesotelioma pleurico maligno e in Fase II in altre sei indicazioni: carcinomi del colon-retto, del fegato, del polmone a piccole cellule, del polmone non microcitico e dell’ovaio, e nei sarcomi dei tessuti molli. MolMed offre anche competenze di alto livello in terapia genica e cellulare per sviluppo, realizzazione e validazione di progetti conto terzi; tali competenze spaziano dagli studi preclinici alla sperimentazione clinica di Fase III, inclusa la produzione a uso clinico secondo le GMP correnti di vettori virali e di cellule geneticamente modificate specifiche per il paziente. La Società ha sede a Milano, presso il Parco Scientifico Biomedico San Raffaele. Le azioni di MolMed sono quotate al MTA gestito da Borsa Italiana. (Ticker Reuters: MLMD.MI)
Fonte: MolMed

sabato 30 marzo 2013

Lampe berger



Che cosa è una Lampe Berger?
E' troppo riduttivo definire una lampe Berger come un profumatore d'ambiente.
Le principali funzioni di una Lampe Berger possono essere così riassunte
1. Purificare l'aria
2. Profumare l'ambiente
3. Arredare con stile

La prima Lampe Berger nasce nel 1898 per rispondere all'esigenza di purificare gli ambienti ospedalieri, ad opera di Maurice Berger, un tecnico farmaceutico che brevetterà la sua invenzione.
Quando a questa tecnica rivoluzionaria che purifica veramente l'atmosfera delle stanze chiuse, viene aggiunto il profumo, nasce la società Lampe Berger e il prodotto diventa subito un successo anche per l'uso privato
Anche se negli ultimi anni il profumo da interni ha avuto una vasta diffusione, la tecnologia di Lampe Berger, sempre migliorata negli anni e coperta da brevetto, purifica e profuma l'aria come nessun'altra sa fare.
L'esclusivo bruciatore catalitico distrugge veramente le molecole responsabili degli odori indesiderabili, NON COPRE GLI ODORI MA LI DISTRUGGE: e questo può essere facilmente dimostrato con l'utilizzo della ricarica neutra che, non ha nessun profumo.
Ma uno dei piaceri dell'uso di una Lampe è anche quello di profumare e di scegliere fra più di 50 profumi creati da grandi maestri profumieri quello che più suscita in voi sensazioni piacevoli.
Profumi sensuali come Voluptueuse Venise o freschi come l'intramontabile Vent d'Ocean, un tocco gourmand con Absolue de Vanille o Orange de cannelle, i fioriti come Chant de Lavande o Jasmin precieux , i fruttati come Grenade Noir o l'atmosfera Spa di Ceremonie de Sauna, vi immergeranno in una atmosfera di assoluto benessere.
Occorre ricordare che Lampe Berger garantisce la qualità dei suoi prodotti e che si avvale di un laboratorio indipendente che garantisce l'assenza di fumo e di diffusione di BTEX per salvaguardare la salute dell'ambiente.
E quando si avvicina l'estate?
Ecco che arriva un prodotto rivoluzionario che vi garantirà un'estate senza Zanzare, mosche o altri insetti fastidiosi; potrete stare all'aperto a godere le fresche serate estive senza preoccupazioni; il profumo ANTIZANZARE di Lampe Berger allontanerà in modo perfetto tutti i pappataci senza per questo che dobbiate sopportare odori sgradevoli o sostanze ad alta tossicità.
Che dire di più? Una Lampe Berger è preziosa e, non dimentichiamolo,anche bella; potete scegliere fra modelli più semplici ed essenziali ad altri di tendenza , in una collezione sempre aggiornata per arredare con gusto e stile la vostra casa.
Scegliete per voi o per i vostri cari una lampe Berger, non sarete dimenticati!


Millefiori Milano...diffondi nell'aria la tua personalità


Tante idee, fragranze e forme per suggestive proposte di profumatori ed essenze che permettono di decorare e profumare il tuo mondo rispondendo alle ispirazioni di ogni tuo spazio o modo di essere.
Millefiori Milano si distingue in particolare nei suoi DIFFUSORI A BASTONCINI che sono il prodotto top di questa azienda
Il diffusore a bastoncini si integra con stile in ogni ambiente regalando una profumazione delicata e duratura.
La fragranza viene diffusa attraverso i bastoncini che, immersi nel liquido,la assorbono e la rilasciano verso l'alto in modo costante.
Di massima praticità, i diffusori non hanno necessità di alcuna gestione da parte vostra salvo girare i bastoncini di tanto in tanto , sono quindi la soluzione ideale per chi desidera subito una diffusione leggera di profumo senza dover fare niente.
Millefiori impiega per i suoi prodotti solo fragranze accuratamente selezionate e di primissima qualità garantendo profumi intensi e di lunga durata oltre un ottimo rapporto qualità-prezzo.
Quando il liquido è terminato potete acquistare le convenienti ricariche che vi consentiranno di prolungare il piacere del vostro profumo in modo estremamente economico
I diffusori a bastoncini portano colore e allegria nella vostra casa sia che scegliate il classico flacone con tappo in ceramica sia il modello FRAME che si avvale di un design ancora più moderno e sofisticato.
La gamma dei profumatori si completa sia per la vostra AUTO con i simpaticissimi diffusori CAR , in tanti colori e modelli. Anche questi possono rinnovarsi all'infinito con le economiche ricariche che potete scegliere in tantissime profumazioni selezionate fra quelle più adatte ad un ambiente piccolo come l'abitacolo di un'auto.
Divertentissimi anche i nuovi profumatori da portare sempre con sé, da utilizzare come portachiavi o da appender ad una borsetta; sono i MILLEDY sia nella versione con foulard, molto fashion, che in quella senza, adatta anche come portachiavi maschile.
Millefiori, tante idee profumate per voi o da regalare, per circondarsi di profumo e di benessere

I gioielli di Giovanni Raspini ovvero “fai le cose belle e fallo sapere al mondo intero”


Questo è il motto dell'azienda Giovanni Raspini che, nel cuore della Toscana, ha scelto l'eccellenza per contraddistinguere il proprio prodotto.
Innovazione e creatività che si fondono con la tradizione orafa artigianale, un sogno di bellezza che si concretizza in oggetti creati a mano, ad uno ad uno,con grande cura; ideati, modellati, costruiti e confezionati esclusivamente nell'azienda che ha sede ad Arezzo.
I gioielli in argento Giovanni Raspini hanno una personalità inconfondibile, fanno sentire unico e speciale chi li indossa, creando stupore ed emozione.
Scegliendo un charm Giovanni Raspini scegliete di indossare un gioiello unico, che parla di voi, della vostra storia, dei vostri sogni.....
Si comincia con un charm...da agganciare ad una catenella oppure ad un semplice cordino anche il più semplice e piccolo charm è una preziosa scultura, un piccolo lusso che scalda il cuore. Aggiungiamo a questo charm un altro piccolo oggetto, per segnare un evento importante della nostra vita: una nascita, un sogno d'amore, un obbiettivo raggiunto. Ecco che il nostro gioiello parla già di noi donandoci l'emozione dell'unicità.
La donna è al primo piano nel mondo dei gioielli Giovanni Raspini ma anche l'uomo o il bambino hanno la possibilità di godere di una creazione Raspini: un portachiave, un capoculla, un bracciale che porteranno sempre con sé e che racconterà la loro storia....

Marco Filippini, dolore viscerale: ecco i numeri

L’Anno Europeo contro il dolore 2012-2013 è dedicato al dolore viscerale, che praticamente ogni persona ha avuto modo di conoscere nella sua forma acuta e che è sottovalutato nella sua forma cronica. I numeri del dolore viscerale sul sito di Marco Filippini. L’esperienza a difesa del malato.
Dolore viscerale
La prevalenza del dolore viscerale è tanto impressionante quanto allarmante, come dimostrato da una serie di dati:
- il 20-30% della popolazione soffre di dispepsia, ma solo nella metà di questi pazienti viene individuata una causa organica;
- si stima che la sindrome dell’intestino irritabile (IBS) colpisca tra il 6% e il 25% della popolazione, a seconda dello studio e anche del sesso, e motiva circa metà delle richieste di consulto dei gastroenterologi;
- il dolore vescicale colpisce più frequentemente le donne rispetto agli uomini, 900 le donne che ne soffrono su 100.000;
- una donna su due soffre di dolori mestruali, nel 10% dei casi questo dolore è così grave che è causa di assenza per malattia ogni mese;
- globalmente, le donne soffrono di dolore viscerale con un’incidenza tre volte superiore rispetto agli uomini.
Questo disturbo è spesso messo in relazione a gravi situazioni di stress, a cui si presta altrettanta scarsa attenzione. L’Anno Europeo contro il dolore 2012-2013 è dedicato a questo tipo di dolore, il dolore viscerale, che praticamente ogni persona ha avuto modo di conoscere nella sua forma acuta e che è sottovalutato nella sua forma cronica.
FONTE: marcofilippini.it

Vintage di ricerca in esposizione al Savhotel Bologna-Fiera il 3 e 4 aprile prossimi


©All rights reserved to Vintage Workshop®
©All rights reserved to Vintage Workshop®

Il Vintage Workshop è di scena a Bologna, dal 3 al 4 aprile, per scoprire e ispirare le tendenze moda della futura stagione Primavera/Estate 2014. Tra borse, scarpe, cinture, accessori di pelletteria, Vintage Workshop offrirà il privilegio ai propri visitatori di visionare ed eventualmente acquistare o noleggiare accessori ad elevatissimo contenuto stilistico e creativo aprendo i propri preziosi archivi, cosa assai rara nel settore, alla visione del pubblico. 
Non é una fiera o un mercato, bensì un evento tecnico molto originale, brevettato con marchio registrato secondo il format del workshop di lavoro e formazione che offre il privilegio ai propri visitatori di visionare ed eventualmente acquistare o noleggiare accessori ad elevatissimo contenuto stilistico e creativo impossibili da vedere altrove.
L'esposizione-vendita, unica nel suo genere in tutta Europa, arrivato alla sua 35a edizione nei vari format presentati a Milano, Bologna, Firenze, offrirà l'opportunità di vedere esemplari straordinari e con molteplici spunti creativi, borse, scarpe, cinture, piccola pelletteria, accessori estivi di ogni genere ed epoca, di materiali diversi e provenienti da tutto il mondo ma con un'attenzione speciale per gli esemplari artigianali Vintage europei e soprattutto “made in Italy”.
Sarà inoltre possibile prendere visione anche di una nuovissima e inedita selezione delle più recenti acquisizioni dagli ARCHIVI VINTAGE WORKSHOP®, raccolte dai membri dell'associazione organizzatrice in un anno e mezzo di viagg, studii e ricerche, ritrovamenti rari o unici di ardua reperibilità, disponibili per l'immediato noleggio in loco.
Un'esposizione, un punto d'incoontro per i "main actors" della moda, un'officina e osservatorio di idee, moods e creatività dal passato, uno spazio incubatore per la moda futura, insomma, un'occasione imperdibile per vedere da cosa origina la moda di lusso per le collezioni future.
Sarà una grande opportunità per guardare, imparare, chiedere, approfondire per tutti gli appassionati di moda d'epoca, per i neo-diplomati e studenti degli Istituti e Università per la moda e stilismo che desiderano introdursi nel mondo Vintage o nel design e product management per il settore Fashion.


UN’ ATTENZIONE IN PIÙ PER I VISITATORI:  wireless+Internet point gratis nel lounge dell’hotel. L’organizzazione dell’evento omaggerà gli ospiti anche di due servizi extra: deposito dei bagagli e parcheggio custodito gratuito per tutti, basterà ritirare una contromarca quando si presenteranno per la registrazione presso hospitality desk di Vintage Workshop che sarà allestito appositamente in loco. Personale poliglotta, specializzato in Vintage di ricerca, sarà a disposizione di tutti i visitatori per informazioni e approfondimenti in ordine alla merceologia esposta nonché per raccogliere domande di consulenze stilistiche nel settore degli accessori Vintage, per richieste di presentazioni a breve termine e per committenze richiedenti mostre, istallazioni ed esposizioni di moda d'epoca.

MODALITÀ D’INGRESSO, ORARI, NOVITÀ E SCONTI:
Ammissione plenaria al pomeriggio:
gli operatori non clienti e gli appassionati interessati a visitare l'evento, potranno acquistare direttamente in loco il titolo d’ingresso che darà loro diritto alla visita in fascia oraria 14/21 il 3 oppure il 4 aprile, potendo trattenersi per tutto il tempo desiderato.

Ingresso a gadget: €20/persona/giorno.
L'ingresso a prezzo regolare oltre a ricevere un elegante gadget che sarà consegnato direttamente in loco (fino ad esaurimento scorte).
Ridotto: €16 per Seniors over 65 e studenti degli Istituti e Università per la moda (dietro esibizione di documento d’identità e libretto scolastico per gli studenti).

Si segnala in particolar modo l’opportunità imperdibile per studenti e neo diplomati delle scuole di stilismo di partecipare ad un workshop ad un costo d’ingresso irrisorio ed inoltre, per tutti, la possibilità di rivalsa del gettone d'ingresso su spesa minima di €70.
LOCATION: Salone espositivo de-luxe al piano terra di SAVHOTEL, moderna struttura alberghiera 4 stelle nelle immediate vicinanze della Fiera, a poche centinaia di metri dall’ingresso “Costituzione”. L’Hotel si trova in Via Ferruccio Parri,9 40128 Bologna.
PER RAGGIUNGERE IL SAVHotel Bologna:
http://www.vintageworkshop.it/comearrivarebologna.php
Street View in Google maps: http://goo.gl/maps/zHsI1

Vintage Workshop® si svolge a Bologna semestralmente, in aprile e ottobre, in corrispondenza con le date della fiera Linea Pelle per dare una seconda chance di visita e approfondimento al target della clientela internazionale che visita Vintage Workshop® anche on demand e nella sede milanese (a febbraio e settembre, in concomitanza con MilanoUnica e Anteprima).
Vintage Workshop é partner del progetto di Milanofashioncity.

ORGANIZZAZIONE:
Associazione Culturale Ricercatori Moda d'Epoca (Vicenza) Ufficio di Programmazione e Sviluppo
Contatto:  espositori (chiocciola) vintageworkshop (punto) it
Infoline last-minute di cortesia per richieste via sms: 339-6729704.
Infoline durante l’evento a Bologna, centralino Savhotel: Tel. 051-361361 (chiedere dello staff Vintage Workshop)
Ulteriori informazioni sul sito ufficiale dell'associazione culturale organizzatrice "Ricercatori Moda d'Epoca": http://www.vintageworkshop.it/

A cura di: Uff. stampa Comunicazione e Marketing Perla, Vicenza 26.03.2013
 

venerdì 29 marzo 2013

Sicilia,venerdì di passione in attesa della pasqua

Si rinnova a gela anche nel 2013 la tradizionale rievocazione della pasqua di passione del venerdì santo.
La passione di cristo e la sua crocifissione viene rivisitata nella storia centenaria che si perde nella
notte dei tempi e nella tradiione popolare della popolosa citta del golfo.
L'occhio dell'osservatore si rivolge alle due effigi di rara bellezza quella di Gesù e di Maria Addolorala
che vengono portate in processione per tutte le vie della città. Il Cristo  nella mattinata inizia il suo percorso dalla chiesa madre verso il calvario con una veste di colore viola ed una croce sulle spalle per poi essere crocifisso intorno alle ore 12,00 viene crocifisso di fronte ad una grande moltitudine di cittadini per poi essere sceso in serata. La statua di Gesù Crocifisso è fornita di uno speciale meccanismo che permettono il movimento della braccia e quindi la sua crocifissione attraverso dei lunghi nastri rossi.
Dietro la statua del cristo quella Maria Addolorata coperta da un Manto Nero ed un volto bianco ,che segna la suo grande dolore. La tradizione vuole che l'urna dorata dove viene riposta la statua di gesù nel pomeriggio viene portata in spalla dai Marinai,che nel lungo percorso si alternano sotto le travi portanti della base che pesa circa 900 kg ,obbiettivo non posare mai l'urna a terra lungo il suo percorso.L’epilogo  del venerdi di passione avviene alle 21,30, quando l’urna con Gesù e Maria addolorata viene riportata in Chiesa Madre. Segue un sabato di lutto ed una domenica di resurrezione che si attua con “La Pasqua di risurrezione”.Una tradizione popolare quella di Gela che mantiene vivo il segnale cristiano quello di Cristo crocifisso che per i nostri peccati ha purificatocon il sangue la terra .La partecipazione della città è  stata massiccia  si sono riversati,infatti, nelle strade principali circa 20.000 persone a segno di un momento difficile per la collettività e della speranza per un futuro migliore.

                                                                                        Di Maurizio Cirignotta







GIULIANOVA E IL XIV FESTIVAL INTERNAZIONALE DI BANDE MUSICALI: SARA' GIUSY BUSCEMI LA MADRINA


Giulianova, 27 marzo 2013 - A dispetto dei venti di crisi, o proprio per esorcizzare le difficoltà del momento, la grande macchina organizzativa ha lavorato senza sosta per una nuova, scoppiettante edizione del Festival Internazionale delle Bande Musicali. L'appuntamento si annuncia infatti ricco, con ben 23 gruppi, di cui 17 in gara, provenienti da Cina, Guatemala, Russia, Inghilterra, Francia, Romania, Repubblica Ceca, Polonia, Ucraina, e naturalmente Italia che schiera otto bande compresa quella della città di Giulianova. Quattro le giornate dedicate alla musica e alle parate, dal 30 maggio fino al 2 giugno, caroselli, sfilate, concerti e tanto divertimento per un pubblico sempre più numeroso."Quest'anno abbiamo raggiunto un numero record di gruppi – commenta soddisfatto Mario Orsini – motore del comitato organizzatore insieme a Gianni Tancredi, Francesco Rastelli, Willy Barlafante e Laura Orsini – Giulianova offre alle bande uno splendido palcoscenico, una giuria qualificata e prestigiosa. È diventato un appuntamento di richiamo, di quelli da mettere sul curriculum e per noi questo è motivo di orgoglio". Ad assistere allo spettacolo in qualità di Madrina ci sarà Giusy Buscemi, Miss Italia 2012, grazie alla collaborazione di Teresa & Tiziana Parrucchieri e Wella Professional. Spettacoli in Piazza Buozzi e grandi sfilate sul lungomare di Giulianova. 
In programma anche tante parate pomeridiane e notturne per le vie del centro storico  e nelle frazioni.  La Rassegna Internazionale è un progetto dell'associazione Padre Candido Donatelli e si avvale del Patrocinio del Ministero della Gioventù e del Ministero per i Beni Culturali.

Pubblicazione a cura di Alfonso Aloisi


Flavio Cattaneo, Risultati 2012 record per Terna (Repubblica)

Terna chiude il 2012 con risultati da record. Ad una crescita dei profitti del 5,5% rispetto al 2011, si somma un aumento dei ricavi del 10% ed un dividendo complessivo pari a 20 centesimi. Flavio Cattaneo, AD di Terna, dichiara: "Questo ottavo anno consecutivo di crescita ci gratifica del lavoro svolto, i cui obiettivi sono stati e restano una rete elettrica sempre più efficiente e sicura. Il livello record degli investimenti (1,235 miliardi) e il dividendo 2012 confermano l'attenzione di Terna verso il sistema elettrico e gli azionisti".

Crescono i profitti di Terna, che nel 2012 ha realizzato un utile netto di gruppo pari a 464 milioni, il 5,5% in più rispetto al risultato 2011. Due anni fa, inoltre, nel risultato erano inclusi 113 milioni di euro derivanti dalle attività operative cessate.
In linea con la politica dei dividendi, il consiglio di amministrazione ha annunciato che proporrà all'assemblea degli azionisti (convocata per il 14 maggio) l'approvazione di un dividendo ordinario complessivo per l'intero esercizio 2012 pari a 20 centesimi di euro per azione e la distribuzione dei rimanenti 13 centesimi per azione (24 giugno stacco cedola, 27 giugno pagamento) dopo l'acconto da 7 cent pagato a fine novembre.
Nelle righe più alte del conto economico, dati per la verità già resi noti con il preconsuntivo, i ricavi sono cresciuti del 10% a 1,8 miliardi e il risultato operativo del 15,9% a 969 milioni. Quanto al fatturato, Terna ha specificato che la crescita di 170 milioni rispetto al 2011 è riconducibile al "corrispettivo per il trasporto di energia sulla rete di trasmissione nazionale" e ai risultati conseguiti dalle "attività non tradizionali.
"Chiudiamo anche il 2012 con risultati molto buoni, che testimoniano l'eccellenza professionale raggiunta dalla squadra di Terna", ha commentato l'amministratore delegato Flavio Cattaneo. "Questo ottavo anno consecutivo di crescita ci gratifica del lavoro svolto, i cui obiettivi sono stati e restano una rete elettrica sempre più efficiente e sicura e la creazione di valore, con un approccio strategico che affianca al core business lo sviluppo di progetti in attività non tradizionali. Il livello record degli investimenti (1,235 miliardi) e il dividendo 2012 confermano l'attenzione di Terna verso il sistema elettrico e gli azionisti". In Borsa l'azione Terna si muove in terreno positivo, seppure con variazioni frazionali. Pochi giorni fa la società italiana controllata dalla Cdp è stata premiata con l'International Utility Award: in sei anni ha battuto il mercato del 97%.
FONTE: Repubblica

Andare in biciclette non è mai stato così facile


Andare in biciclette non è mai stato così facile grazie alle biciclette elettriche, una vera rivoluzione al giorno d'oggi.

Sei alla ricerca di un mezzo di trasposto che non inquina, che può andare anche per le zone a traffico limitato, che è facile da parcheggiare, che puoi pedalare o se sei stanco va da solo? La bici elettrica è quello che fa per te, ha una autonomia mediamente di 60 km, dipende da modello, raccomandiamo di leggere attentamente la descrizione di ogni modello.


Inoltre per risparmiare sul prezzo di acquisto si possono acquistare comodamente anche online, basta collegarsi con internet in un motore di ricerca come google, virgilio, bing ecc. e digitare la parola chiave bici lettrica prezzi, immediatamente si apre un mondo di opportunità e di proposte.
Seovenezia.it gestisce la campagna web marketing di Importforme.it

Quale vino per una cena romantica di carne?


Quale vino per una cena romantica di carne? Se abbiamo una cena di carne lessa possiamo abbinare un vino bianco importante, può aver fatto anche un passaggio in botte di legno, o un vino rosato, o un vino spumante o un vino rosso leggero, di annata, che non abbia fatto un passaggio in botti di legno.

Elenchiamo 10 vini che sono eccellenti con la carne lessa:

Vini Spumanti: Grand Cuvèe Millesimato Travaglino, Cruasè Millesimato Travaglino.
Vini Bianchi: Chardonnay Igor Branko, Pigato Bon in da Bon Bio Vio, Fiano di Avellino Tenuta Sarno 1860, Verdicchio Petrone Vallerosa Bonci, Sauvignon Arzenton.
Vini Rosati: Rosa del Lago Malavasi,
Vini Rossi: Valpolicella Bio Valentina Cubi, Teroldego Rotaliano Zanini Luigi, Cabernet Sauvignon Bellia Ornella.

Tali vini sono proposti dalla rinomata enoteca on line Enotecavenditavinionline.it per una cena romantica di carne lessa.

giovedì 28 marzo 2013

Terapia del dolore, l’esperienza di Marco Filippini a difesa del malato


Dolore cronico e ruolo della neuromodulazione. Sul sito marcofilippini.it, nato per contribuire con informazioni, lavori clinici aggiornati, interviste a leader di opinione e le ricerche più recenti, al raggiungimento degli standard medi europei in fatto di terapia del dolore, l’esperienza di Marco Filippini a difesa del malato. Da OK salute di Marzo 2013.
Marco Filippini Dolore cronico
La neuromodulazione promette di eliminare il dolore cronico e viene eseguita in alcuni centri in tutta Italia. Il neurochirurgo innesta alcuni elettrodi sulla dura madre (generalmente da 2 a 35 ), il rivestimento esterno del midollo spinale, collegandoli fra loro con un filo di titanio.
Questi elettrodi ricevono da un pacemaker inserito sotto la pelle (in genere, nella regione glutea o addominale) una serie di deboli correnti, che attivano particolari fibre nervose (chiamate non nocicettive), in grado di coprire, fino a cancellarli, gli impulsi del dolore condotti da altre fibre nervose (nocicettive).
Tramite una sorta di telecomando, il paziente può attivare il pacemaker e variare l’intensità e la frequenza degli impulsi.
Dopo nove anni circa, bisogna sostituire le batterie del dispositivo con un nuovo piccolo intervento.
Questo trattamento va riservato ai pazienti con dolore cronico h 24 e indomabile con i farmaci.
OK salute Marzo 2013

Docsity: sito per appunti studenti


Ci sono diversi siti creati proprio per agevolare e aiutare gli studenti, di diverso ordine grado e per ogni materia, a studiare meglio. Infatti, basta un professore che spiega in maniera incomprensibile, basta non essere molto portati per quell’argomento e si vedrà la propria media, sprofondare sempre di più nell’irrecuperabilità. È quello che succede per esempio in una materia che a mio parere risulta essere molto difficile e pesante, cioè il diritto. Ecco perché visto che ci siamo trovati più e più volte nella vostra stessa situazione, appena troviamo qualche sito valido, ve ne parliamo immediatamente. Oggi vi vogliamo descrivere Docsity, sito molto conosciuto per la sua precisione, affidabilità e vastità di materiale. Se per esempio cercate appunti di diritto o di qualunque altra materia, non dovrete fare altro che registrarvi al sito, cercare all’interno del database, visionare gli appunti, scaricarli sul vostro pc e studiarli. Sicuramente li troverete molto più semplici di una pesantissima lezione a scuola. Con questo non vogliamo dire che non dobbiate prendere appunti a lezione, però sicuramente un aiuto in più non guasta. Oltre agli appunti scolastici, troverete un blog dove potrete porre diverse domande da quelle sul lavoro, sui tirocini, sui test di ammissione all’università e molto altro ancora.  

Ristrutturazione bagni: detrazione 36 %


Volete ristrutturare il vostro bagno? Prima di procedere, informatevi bene in quanto grazie alla manovra salva Italia del 2011, esiste una norma denominata detrazione 36% che fornisce detrazioni su questo genere di lavori. Naturalmente per poter accedere a questo sconto bisogna avere dei requisiti specifici, cioè lavori di manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, danni causati da eventi calamitosi, ecc. Se fate parte di questi requisiti, potrete ottenere un risarcimento che va dal 36% al 50% delle spese sostenute. Per ottenere ciò dovrete compilare il modulo presente sul sito di ogni comune di appartenenza e attenderne l’esito. Vi consigliamo di informarvi bene su tutte le norme, le indicazioni e i modi per ottenere questa agevolazione. Per informazioni maggiori potrete rivolgervi direttamente al vostro comune di appartenenza per sapere esattamente questa normativa di cosa tratta (oppure potrete scaricare direttamente online la normativa completa). Su questo sito potrete trovare comunque tutte le informazioni inerenti a questa argomentazione http://www.lavorincasa.it/articoli/in/normative/come-richiedere-la-detrazione-del-36/
Detto questo non vi resta che leggere bene tutti i dettagli, inoltrare la domanda e sperare di essere tra quei fortunati che si vedranno restituire una bella fetta di liquidità spesa precedentemente. Con la crisi attuale, sicuramente questo può essere un incentivo maggiore a spendere qualche soldino in più. 

Per informazioni su aziende esperte nella ristrutturazione bagni milano visitate il blog dedicato al rifacimento bagni.


Scatole da regalo: come e dove trovarle


Se siete un po’ come me che fareste di tutto pur di non impacchettare un regalo, allora possiamo darci la mano. Io personalmente cerco tutte le strategie possibili per evitare questo compito, da farlo fare alla commessa, dal comprare una bella busta colorata e riporre il dono dentro, ecc. Ma se vi dicessi che esiste un sito specializzato proprio in questo? Sapevo di aver attirato la vostra attenzione. Dunque il sito di cui vogliamo parlarvi oggi è paccoregalo.com il quale vi da proprio la possibilità di scegliere la vostra scatola regalo, farvela recapitare tramite corriere e riporre con estrema facilità il regalo senza essere costretti a sudare sette camicie con nastri, forbici e carta regalo. Oltre a questo l’azienda in questione produce scatole da bomboniera, nastri, coccarde, buste regalo di tutti i generi, decorazioni e in più offre anche il servizio di decoro vetrine. Per chi ha la fortuna di risiedere nella zona di appartenenza dell’azienda potrà scegliere fisicamente tutto il necessario per stupire amici e parenti, mentre per tutti gli altri è disponibile un fantastico sito e-commerce che non vi farà rimpiangere quello fisico. Insomma non dovrete fare altro che recarvi sul sito, leggerne tutti i dettagli, scegliere e procedere con l’ordine. 
Ulteriori informazioni sulle scatole regalo le trovate sul blog dedicato.


Cisco: Big Data: un grande potenziale, una grande priorità

Uno studio globale di Cisco rivela che i Big Data sono strettamente legati al vantaggio competitivo, favoriscono il traffico di rete, i budget IT e l’adozione del cloud

Milano, 28 marzo 2013 Un’ingente quantità di dati viene generata quotidianamente da smartphone, sensori, videocamere, contatori intelligenti e da altri dispositivi connessi, e tali dati si vanno ad aggiungere all’enorme archivio di informazioni provenienti dalle fonti tradizionali. 

Questa “valanga di dati” è un ulteriore fonte informativa, ma un nuovo studio commissionato da Cisco rivela che i professionisti IT e le aziende sono alle prese con tali dati per generarne valore strategico.


Il Cisco® Connected World Technology Report (CCWTR) ha intervistato i professionisti IT di 18 paesi per esaminare la prontezza IT, le sfide e le lacune tecnologiche, così come il valore strategico derivante dall’attuazione di progetti Big Data.

Se da una parte la maggior parte delle aziende raccoglie, memorizza e analizza i dati, lo studio rivela che molte di esse sono alle prese con problematiche sia di business che IT legate ai Big Data. Ad esempio, mentre il 60% degli intervistati concorda che i Big Data contribuiranno a migliorare il processo decisionale e amplieranno la loro competitività, solo il 28% dichiara di generare valore strategico dai propri dati.

Principali risultati dello studio 2012 Cisco Connected World Technology Report (CCWTR)

Big Data: un grande potenziale, una grande priorità
I Big Data possono fornire vantaggio competitivo a chi è in grado di beneficiare dei dati in modo nuovo e creativo.

Globalmente, il 60% degli intervistati pensa che i Big Data possono aiutare le aziende e i paesi a migliorare il processo decisionale e la competitività globale, con il 90% degli intervistati in Cina, l’85% in Messico, l’82% in India, il 79% in Brasile e il 78% in Argentina, che dichiara di essere fiducioso nei possibili vantaggi derivanti da un progetto Big Data.

Oltre i due terzi dei responsabili IT concordano sul fatto che nel 2013 i Big Data saranno una priorità strategica per le aziende così come nel corso dei prossimi cinque anni. Le percentuali più alte si sono avute in Argentina (89%), Cina (86%), India (83%), Messico e Polonia (78% per entrambe).

Di cosa c’è bisogno? Oltre un terzo degli intervistati (38%) dichiara che, pur avendo una soluzione Big Data, hanno bisogno di un piano strategico per poterne beneficiare appieno.

Gli ostacoli che impediscono la penetrazione e la realizzazione di valore 
I responsabili IT segnalano numerosi ostacoli all’adozione di soluzioni Big Data: la sicurezza è in cima alla lista, seguita da questioni legate al budget e al personale.

Globalmente, oltre un intervistato su quattro (il 27%) ha dichiarato che la gestione della sicurezza e del rischio è una delle principali preoccupazioni. Hanno citato il volume assoluto dei dati, le diverse modalità di accesso ai dati e la mancanza di budget per la sicurezza come le principali ragioni per cui la sicurezza dei dati rappresenta una sfida nei progetto Big Data.

Le problematiche di sicurezza sono prevalenti in Cina (45%), India (41%), Stati Uniti (36%) e Brasile (33%).

Insieme, la mancanza di budget (16%) e di tempo per studiare i Big Data (14%) è stata citata come principale ostacolo da un terzo degli intervistati. 

Circa un intervistato su quattro (23%) ha dichiarato che la mancanza di uno staff IT adeguato (13%) o di personale esperto nei Big Data (10%) rappresenta il principale problema, specialmente in Giappone (31%) e in Brasile (30%).

I Big Data possono favorire gli investimenti nell’IT
  • Oltre la metà dei responsabili IT crede che i Big Data interesseranno l’aumento dei budget IT della propria organizzazione, oggi e in futuro, in termini di requisiti tecnologici, di personale e competenze.
  • Oltre la metà degli intervistati prevede un incremento dei propri budget IT nel 2013, a fronte di una strategia Big Data.
  • Circa tre intervistati su cinque (57%) dichiarano che i Big Data incrementeranno i loro budget nel corso dei prossimi tre anni.
  • Oltre quattro intervistati su cinque (81%) hanno dichiarato che, tutti o alcuni progetti Big Data, richiederanno funzionalità di cloud computing. Ciò è particolarmente vero in Cina (78%) e in India (76%).
  • Ne consegue che l’adozione cloud può interessare il tasso di adozione – e i benefici – delle iniziative Big Data.
  • Circa la metà dei responsabili IT intervistati (48%) ha stimato che il carico di rete potrebbe raddoppiare nel corso dei prossimi due anni, in particolare gli intervistati di Cina (68%) e Germania (60%).
  • Circa un intervistato su quattro (23%) prevede che il carico di rete triplicherà nel corso dei prossimi due anni.
  • Solo un intervistato su cinque (40%) ha dichiarato di essere pronto per affrontare un aumento del traffico di rete. 
  • Circa un intervistato su quattro (27%) ha dichiarato di aver bisogno di policy IT e misure di sicurezza migliori. 
  • Circa un intervistato su cinque (21%) dichiara di aver bisogno di maggior banda larga.


L’impatto IT
I Big Data evolvono il ruolo dell’IT: più strategia, più partnership
I Big Data sono un’opportunità per l’IT per aggiungere valore e creare collaborazioni solide tra le diverse aree di attività, contribuendo a incrementare i ricavi. I progetti Big Data forniscono ai dipartimenti IT l’opportunità di diventare partner ancora più strategici all’interno dell’organizzazione.

Non sorprende che tre intervistati su quattro (73%) dichiari che i dipartimenti IT guideranno la propria strategia Big Data. Comunque sia, gli intervistati hanno dichiarato che altre linee di business si affiancheranno all’IT nella leadership Big Data, incluse: Finance (24%), Ricerca e Sviluppo (20%), Operations (20%), Progettazione (19%), Marketing (15%), e Vendite (14%.)

In Argentina, un’alta percentuale di intervistati (58%) ha dichiarato che il Finance favorirà i Big Data.

In Cina, un elevato numero di intervistati (61%) dichiara che la Ricerca e Sviluppo così come la progettazione (47%) contribuiranno a favorire i Big Data.

I Big Data e il personale IT
Molte aziende sono consapevoli del fatto che i progetti Big Data devono riguardare diverse linee di business, richiedendo quindi nuovi livelli di collaborazione interaziendale. E mentre la tecnologia è importante per le soluzioni Big Data, sono richieste persone con particolari competenze e creatività per immaginare e sfruttare appieno le potenzialità dei dati. 

C’è un crescente bisogno di un numero maggiore di professionisti IT che devono essere formati in quest’aera specializzata: ad esempio gli “scienziati dei dati”, che trasformano i dati non elaborati in informazioni che portano alla scoperta e alla comprensione, comunicano ciò che hanno studiato in modo creativo e visivo, e suggeriscono l’impatto sul business.

Circa un responsabile IT su quattro (22%) afferma che i progetti Big Data incideranno positivamente sul personale IT, mentre oltre la metà (56%) dichiara che l’impatto sarà minimo.

Quando è stato chiesto se fossero personalmente pronti a sfruttare le opportunità Big Data, il 35% degli intervistati ha dichiarato di sentirsi pronto, il 36 % ha espresso disponibilità ma sente una mancanza di tecnologie e soluzioni, e un intervistato su quattro (24%) non si sete ancora pronto.

Data in Motion: le nuovi fonti di dati favoriscono nuove opportunità
Un tipo di dato molto importante ma in gran parte inutilizzato, è il dato utilizzabile in tempo reale generato da fonti come dispositivi, sensori e video, e che spesso fornisce il massimo valore mentre si interagisce in tempo reale: Cisco definisce tali dati i “Data in Motion.” 

La rete può fornire informazioni contestuali utili ai Data in Motion come ad esempio la posizione di una persona o di un dispositivo, l’identità e la presenza (indipendentemente dal fatto che siano o non siano “disponibili”). Tali dati possono essere utilizzati dalle applicazioni per prendere decisioni o adottare misure nell’immediato, o per prevedere eventi futuri. La comunicazione machine-to-machine nell’automazione industriale è un esempio in cui i Data in Motion possono essere estremamente utili nell’ottimizzazione di un processo produttivo. Secondo lo studio Cisco Visual Networking Index Global Mobile Data Traffic Forecast for 2012 to 2017,entro il 2017 ci saranno oltre 1,7 miliardi di connessioni machine-to-machine.
  • Tre intervistati su quattro (73%) prevedono di includere i dati provenienti da sensori digitali, contatori intelligenti, video e altri dispositivi “smart” di rete non tradizionali, nei propri progetti Big Data. 
  • L’adozione è nella fase iniziale: globalmente, solo un terzo degli intervistati (33%) ha un piano in atto per sfruttare queste nuove fonti di dati. 
  • Le eccezioni sono la Cina (64%), l’India (59%) e l’Argentina (50%) dove i responsabili IT hanno segnalato che le aziende per cui lavorano hanno già in programma di utilizzare queste nuove fonti di dati.      

Una valanga di dati: da dove provengono tutti i dati?
Oggi, vengono raccolti e/o utilizzati numerosi tipi di informazioni, inclusi i dati strutturati e destrutturati.

Gli intervistati hanno citato queste fonti di dati come quelle più comuni all’interno della propria azienda:
  • il 74% raccoglie i dati attuali
  • il 55% ha raccolto i dati storici
  • il 48% ottiene i dati da monitor e sensori 
  • il 40% usufruisce in tempo reale del dato, che viene utilizzato e poi eliminato. I paesi con un maggior utilizzo del dato in tempo reale sono: India (62%), Stati Uniti (60%), e Argentina (58%) 
  • il 32% raccoglie dati destrutturati, come ad esempio il video. Con il 56%, la Cina è ben al di sopra della media globale nella raccolta di dati destrutturati.

Lo studio
Il terzo capitolo della serie annuale, il 2012 Cisco Connected World Technology Report, è stato commissionato da Cisco e condotto da InsightExpress, una società indipendente con sede negli Stati Uniti. Lo studio globale è composto da due ricerche: una focalizzata sugli studenti universitari e sui professionisti di età compresa tra i 18 e 30 anni, e il secondo focalizzato sui professionisti IT. Ogni studio include 100 intervistati per ciascuno dei 18 Paesi esaminati, per un totale di 3.600 intervistati. I 18 paesi inclusi sono:  Stati Uniti, Canada, Messico, Brasile, Argentina, Inghilterra, Francia, Germania, Olanda, Russia, Polonia, Turchia, Sud Africa, India, Cina, Giappone, Corea del Sud e Australia. 

Lo studio sulla generazione Y
Secondo il primo capitolo dello studio 2012 Cisco Connected World Technology Report (CCWTR), il 90% dei rappresentanti della Generazione Y intervistati a livello mondiale, ha dichiarato di controllare i propri smartphone per guardare le email, i messaggini e i social media, spesso prima di essersi alzati dal letto. Lo studio esamina come la Generazione Y utilizza Internet e i dispositivi mobile per connettersi con il mondo, e l‘enorme ammontare di dati generato quotidianamente da smartphone, sensori, videocamere, monitor, e altri dispositivi connessi.


Cisco (NASDAQ: CSCO) è il leader mondiale del settore IT che aiuta le aziende a cogliere le incredibili opportunità offerte dal futuro, connettendo ciò che prima non era connesso.

Per ulteriori informazioni visita il sito http://thenetwork.cisco.com.

Grande successo di pubblico per Riccardo Iacona ieri a Forlì

Da Presa Diretta a Forlì : grande successo di pubblico per Riccardo Iacona nel Salone Comunale di Forlì -------------------------------------------------------------------------------- Grande successo di pubblico per l'iniziativa con Riccardo Iacona che ha avuto come tema il femminicidio e le reti antiviolenza istituite da Comuni, Ausl e Associazioni. L'iniziativa era organizzata dal Comune di Forlì Mercoledì 27 marzo alle ore 17.00, Riccardo Iacona, introdotto dall'Assessore al Welfare Davide Drei, ha presentato il suo libro "Se questi sono gli uomini".Seguiva l'intervento della Dott.ssa Giulia Civelli, Responsabile del Centro Donna. Centinaia di persone gremivano il Salone Comunale le domande del pubblico al celebre giornalista sono proseguite per due ore. Riccardo Iacona, noto giornalista di Rai 3 e conduttore della trasmissione Presa Diretta, ha un legame molto forte con la città di Forlì, iniziato dal 2006 grazie alle riprese fatte nel nosocomio forlivese per la trasmissione "W gli ospedali" e continuato con il servizio di domenica 24 marzo che illustrava le eccellenze del servizio sanitario dell'Emilia Romagna.

mercoledì 27 marzo 2013

Decantour.it vino promosso online con formula subscription


DECANTOUR - Italian Wine Selection 
Decantour.it la start up italiana del vino che ha l'obiettivo di divulgare la conoscenza e la cultura delle migliori etichette italiane lontane dal circuito della grande distribuzione.
Il servizio si basa sul modello subscription: un abbonamento per ricevere ogni mese 3 bottiglie di vino di una specifica regione italiana.

Al via il progetto Decantour.it, la nuova start-up tutta italiana di promozione di vino online con formula subscription che ha l'obiettivo di diffondere la cultura del vino attraverso una conoscenza diretta e consapevole del territorio di provenienza.

Un approccio nuovo per imparare a conoscere anche gli aspetti meno noti del vino: dalle caratteristiche enologiche agli abbinamenti con i cibi passando per qualche anedotto o curiosità sulla regione, sulla cantina e sul prodotto.

Attraverso un abbonamento mensile gli enonauti decantour.it riceveranno una winebox con tre bottiglie di vino di una specifica regione italiana accompagnata da una descrizione che riporta sia la zona sia le cantine selezionate dal nostro team e da un esperto locale.
Decantour inoltre permette di superare la logica di offerta a scaffale delle enoteche: il team Decantour organizza l'attività di ricerca con una modalità di pianificazione che consenta di rappresentare (a rotazione) tutto il territorio italiano. Non si tratta pertanto di fare una ricerca per "convenienza economica", ma per "rappresentazione territoriale", tenendo conto che ogni piccolo vigneto, con il suo terreno ed il suo microclima, unito alla passione del viticoltore può produrre in vino esclusivo e unico.
Tutti i vini delle winebox Decantour sono lontani dal circuito della grande distribuzione, ma quasi tutti menzionati e premiati dalle principali guide del settore, a garanzia di un'offerta di altissimo livello qualitativo.  

"
L'obiettivo di Decantour.it è di accompagnare gli enonauti in un viaggio ideale attraverso l'Italia dei migliori vini" racconta Raffaele Bonizzato founder del progetto. "Per essere certi della qualità e dell'originalità dei prodotti, ci accompagneranno in questo viaggio 12 esperti regionali: sommelier e degustatori professionisti o per passione in grado di raccontare aneddoti e particolarità meno note" .Una ricerca di esclusività  da condividere o da regalare alle persone più care.




Come cancellare i dati da Blackberry prima di restituirlo

Utilizzati soprattutto in ambito aziendale, gli smartphones Blackberry contengono spessissimo informazioni riservate, importanti e personali.

Che lo si voglia o no arriva un momento in cui bisogna restituirlo, mandarlo in riparazione oppure venderlo; che fare per proteggere la propria privacy?

Cancellare i dati definitivamente e riportare il supporto alle impostazioni di fabbrica è un'operazione piuttosto semplice se si sa come farla; attenzione però! Tornare indietro è molto difficile e recuperare i dati cancellati in questo modo risulta un'impresa molto difficile, anche da parte di società professioniste del recupero dati.

Effettuate quindi sempre prima un backup, così da aver sempre la possibilità di cambiare idea e ripristinare il telefono.

Per cancellare definitivamente dati da uno smartphone blackberry è necessario seguire questi semplici passaggi:
  1. entrare nel menu impostazioni (Settings se in inglese)
  2. scegliere Impostazioni di sicurezza (Security options)
  3. Scegliere Cancellazione Sicura (Security Wipe)
  4. Contrassegnare di pulire anche la scheda di memoria (se presente) e confermare l'intenzione alla cancellazione definitiva scrivendo "blackberry" nello spazio indicato.
A questo punto il telefono effettuerà alcune operazioni e al riavvio sarà pulito di tutti i dati presenti, pronto per essere riconsegnato in tutta sicurezza.

Guida offerta da recuperodati.it - laboratorio specializzato in recupero dati e cancellazione definitiva

ROMEO E GIULIETTA AL TEATRO ELISEO DI ROMA



6 marzo | 28 marzo 2013



FRANCESCO MONTANARI
DENIZ OZDOGAN


Romeo e Giulietta




di WILLIAM SHAKESPEARE
NUOVA EDIZIONE!

traduzione e adattamento
Fausto Paravidino e Valerio Binasco
con Andrea Di Casa, Filippo Dini,
Francesco Formichetti, Massimiliano Frateschi,
Simone Luglio, Riccardo Morgante, Fulvio Pepe,
Giampiero Rappa, Sergio Romano, Marcela Serli,
Roberto Turchetta, Gianluca Viola, Antonio Zavatteri
e con Milvia Marigliano
scene Carlo De Marino
costumi Sandra Cardini
luci Pasquale Mari
musiche originali Arturo Annecchino
regista collaboratore Nicoletta Robello
regia
VALERIO BINASCO

Teatro Eliseo
in collaborazione con
Compagnia Gank e Gloriababbi Teatro



Dopo il grande successo delle passate stagioni, torna dal 26 al 28 marzo, al Teatro Eliseo di Roma, in una nuova edizione, Romeo e Giulietta di William Shakespeare (traduzione e adattamento di Fausto Paravidino e Valerio Binasco) con la regia di Valerio Binasco. Nei panni di Romeo ci sarà questa volta Francesco Montanari accompagnato dalla Giulietta Deniz Ozdogan. In scena ci saranno inoltre Milvia Marigliano, Andrea Di Casa, Filippo Dini, Francesco Formichetti, Massimiliano Frateschi, Simone Luglio, Riccardo Morgante, Fulvio Pepe, Giampiero Rappa, Sergio Romano, Marcela Serli, Roberto Turchetta, Gianluca Viola, Antonio Zavatteri.
Lo spettacolo è valso a Valerio Binasco il premio Ubu 2011 miglior regia.





Così si riavvicina al Bardo (suo autore ‘assoluto’), Valerio Binasco, uno dei più apprezzati registi della nuova generazione, che di recente si è soprattutto confrontato con la drammaturgia contemporanea (N. Ginzburg, J. Fosse, F. Paravidino). Nel suo stile considerato “naturalistico”, c’è sempre l’irruzione dell’inatteso, del ludico, e del sorprendente. Tutto dentro una forma di poesia e di profondità che negli anni hanno creato attesa per sue le direzioni e, spesso, anche per le sue interpretazioni. In questo caso però Binasco sarà solo alla regia del testo d’amore e morte più classico della drammaturgia mondiale.


È quasi tutto troppo con Shakespeare. E Romeo e Giulietta ha persino un troppo in più. È un’opera così famosa che è impossibile sfuggire al già visto. In più mi accorgo che del testo mi piacciono soprattutto cose marginali: i personaggi secondari, il tono da commedia, il provincialismo italiano (di cui Shakespeare non sapeva nulla, certo, ma come non pensarci  quando vedo quei poveri giovinastri Capuleti e Montecchi  che si aggirano per Verona, nella nebbia, nel ‘niente da fare’ delle province del nord, determinati in modo quasi scientifico a diventare gretti e imbecilli come i loro genitori, antesignani illustri dei poveri baldi padani  odierni … ?). Insomma la cosa che più mi attira in Romeo e Giulietta è la crudeltà, spesso involontaria ma ancor più spesso consapevole, che nasce dall’imbecillità umana. A parte i due protagonisti, in qualche modo ‘salvati’ dall’innamoramento, e dall’innamoramento convertiti al pacifismo, tutti gli altri si muovono minacciosi e vittoriosi verso il domani dell’umanità. Che è il nostro oggi, ahimè. Abbiamo visto tutti che bella carriera hanno fatto e stanno facendo nella Storia gli imbecilli violenti, e quale pessima gli innamorati pacifisti. Se la morte dei due innamorati doveva servire a placare gli animi, secondo le teorie di René Girard, allora ci troviamo dinnanzi a due capri espiatori. All’epoca di Shakespeare è probabile che lo shock morale della morte di due innocenti fosse sufficiente a fermare un’escalation di stragi. Oggi non funziona più. I capri ammazzati son capri morti e basta, di espiatorio non si vede nulla. Ma forse anche le famiglie di Romeo e Giulietta si salvano dalla strage reciproca ma non dall’accidia che fa fermentare il nulla  e  il vuoto della provincia (le statue d’oro dei figli al termine della tragedia cosa risolvono?). E di questi climi di provincia ho un’esperienza personale, che porterò.  Anzi, qualcuno che  vuol bene al mio lavoro, mi ha detto che in qualche modo io continuo a provare a fare Checov,  magari anche Maupassant, nei miei spettacoli.  Sono d’accordo con lui. A onor del vero qualcosa di simile me l’ha detta anche qualcuno che non vuole bene al mio lavoro. Sono d’accordo anche con lui. Vedremo che succederà. Con Shakespeare non si può prevedere nulla. Intanto mi sono procurato degli attori fantastici, e avrò al mio fianco Sandra Cardini, il mio Ariel prezioso che non ha paura dei troppi della vita e dell’arte.

                                                                                                                                 Valerio Binasco



Valerio Binasco
È uno degli attori-registi teatrali più apprezzati della “nuova” generazione: diplomato presso la Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova nel 1988, dove ha iniziato a lavorare come attore con Marco Sciaccaluga, Valerio Binasco ha collaborato ai progetti artistici di Franco Branciaroli e per molti anni ha lavorato con Carlo Cecchi. Ha ricevuto il Premio Linea d’ombra e il Premio Ubu quale miglior attore giovane per l’interpretazione di Amleto (proprio per la regia di Carlo Cecchi) ed è stato prescelto quale vincitore per i Premi Olimpici del Teatro e per il Premio Ubu per Edipo a Colono (miglior attore non protagonista, regia di Mario Martone). Con Cecchi ha interpretato anche il ruolo di Clov nello spettacolo (premio Ubu) Finale di partita di Beckett. Lavora anche per il cinema, ricordiamo: Lavorare con lentezza di Guido Chiesa, Texas di F. Paravidino, La bestia nel cuore di C. Comencini,  ed è stato tra i protagonisti del film di F. Ozpetek Un giorno perfetto del film (cinema e tv) e de Il sangue dei vinti dal libro di Pansa con la regia di Soavi. Alterna l’attività di interprete e di regista, e anche nel secondo ruolo ha meritato molti riconoscimenti: tra gli spettacoli da lui diretti citiamo La chiusa di Conor Mcpherson, Il cortile di Spiro Sciamone, Cara Professoressa di Ludmilla Razumovskaja, Ti ho sposato per allegria di Natalia Ginzburg. Nelle ultime stagioni ha messo in scena la trilogia dell’autore norvegese Jon Fosse:  Qualcuno arriverà al Teatro Stabile di Genova, E la notte canta al Teatro di Roma e Un giorno d’estate prodotto dal Teatro Eliseo di cui è regista stabile per il triennio 2009-2011 e per il quale nel 2009 ha diretto e interpretato insieme a Maria Paiato anche L’intervista di Natalia Ginzburg. Nel 2010 è coprotagonista con Luigi Lo Cascio del film Noi credevamo di  Mario Martone. Sempre nel 2010 apre la stagione Carignano di Torino con Filippo di Alfieri e dirige Ennio Fantastichini e Isabella Ferrari nello spettacolo il Catalogo di Jean Claude Carriére. La regia di Romeo e Giulietta è valsa a Binasco il Premio Ubu 2011 migliore regia.

https://www.facebook.com/pages/Mercuzionline-Il-Canale-Dei-Teatri/494497287270467

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.