CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime notizie

Cerca nel blog

lunedì 31 dicembre 2012

Per dare maggiore visibilità ai tuoi servizi e la tua professione, arriva "Professionisti italiani"

Un servizio, innovativo, utile e gratuito, per tutti i professionisti italiani: un portale dove presentare al web i propri servizi professionali e la propria figura.

DEDICATO AI PROFESSIONISTI

Professionisti italianiE' pensato per tutti i professionisti che operano in Italia, in qualsiasi settore. Si offre come strumento gratuito che aiuta a farsi conoscere online, come possibilità semplicissima ed efficace per presentare la propria attività, i propri servizi o le proprie competenze professionali agli utenti del web.
"Professionisti italiani" è un portale che da visibilità online e facilita la ricerca degli utenti che cercano il nome e cognome del professionista sul motore di ricerca.
Una web directory interamente gratuita.
Se sei un professionista non aspettare più altro tempo, compila subito la pagina dedicata con i tuoi dati, la descrizione dell'attività e dei servizi, le foto, i video e altro ancora.

RENDITI VISIBILE ONLINE

Soprattutto per i professionisti, la visibilità online è un fattore di successo molto rilevante. E' fondamentale farsi trovare sul web e rendersi riconoscibile. "Professionisti italiani" è l'aiuto necessario per ottenere un buon posizionamento e fasi conoscere.
La pagina personale verrà infatti facilmente trovata dai motori ricerca e mostrerà al web i servizi offerti, le tue competenze, l'attività, il sito internet e tutte le informazioni fornite.
Scoprite subito l'innovativo servizio di "Professionisti italiani" per la visibilità e la presenza online.

Gino Aprile, lo showman che emoziona


Per Gino Aprile, conduttore e showman, noto al grande pubblico televisivo per il suo lavoro su Rai e Mediaset, la cosa importante del suo lavoro è “emozionare ed emozionarsi”. Per questo forse si lancia ogni giorno in nuove e fantastiche imprese.

Fuochi d'artificio. Consigli


Roma, 31 Dicembre 2012. Il Capodanno e' l'occasione per festeggiare anche con i fuochi di artificio. L'uso scorretto, come possiamo constatare ogni anno, puo' provocare seri danni. Vediamo qualche consiglio.
* L'acquisto dei fuochi va fatto in negozi autorizzati vanno, quindi, evitate le bancarelle improvvisate dei cosiddetti "vu cumpra" o l'acquisizione dagli "amici".
* Il prodotto deve avere le istruzioni per l'uso e gli estremi dell'autorizzazione ministeriale.
* L'accensione va fatta in luogo aperto e lontano da altre fonti di calore o da materiale infiammabile.
* Va verificata la traiettoria per evitare che il fuoco cada su persone, su abitazioni o su tutto cio' che puo' infiammarsi.

I fuochi di artificio sono belli e divertenti e l'occasione delle festivita' propizia, evitiamo che diventi un dramma.

Primo Mastrantoni, segretario 
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori





--
Redazione del CorrieredelWeb.it


CAPODANNO: COLDIRETTI, IN ITALIA SALTANO 80 MLN TAPPI DI SPUMANTE


CAPODANNO: COLDIRETTI, IN ITALIA SALTANO 80 MLN TAPPI DI SPUMANTE

Con lo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre saliranno a ottanta milioni le bottiglie di spumante Made in Italy stappate durante le festività. E' quanto stima la Coldiretti nel sottolineare che la spesa è stata pari a 600 milioni di euro.  Sono ben l'87 per cento gli italiani (+20 per cento rispetto allo scorso anno) che non hanno rinunciato allo spumante mentre appena il 13 per cento (1 per cento in meno) ha preferito lo champagne, secondo l'indagine Coldiretti/Swg. In Italia - sostiene la Coldiretti - sono state prodotte nel 2012 poco meno di 400 milioni di bottiglie delle quali circa l'80 per cento con il metodo Charmat e il resto con il metodo classico Champenois che differisce perché la fermentazione non avviene in autoclave, ma in bottiglia e comporta una lavorazione che può durare fino a tre anni con un prezzo finale più elevato. Lo spumante italiano ha conquistato nel 2012 il primato mondiale delle esportazioni con un boom in Francia dove le spedizioni sono praticamente raddoppiate (+91 per cento) e nel  Regno Unito (+33 per cento), che diventa il terzo importatore dopo Stati Uniti e Germania. Tra i nuovi mercati  - rileva Coldiretti - va sottolineato l'aumento delle esportazioni in Canada (+35 per cento) e in Giappone (+31 per cento), secondo le elaborazioni Coldiretti sul commercio estero di spumante italiano nel mondo nei primi nove mesi del 2012. Complessivamente a fine anno saranno 240 milioni le bottiglie di spumante italiano esportate all'estero, un numero superiore a quelle consumate in Italia. Nelle feste di fine anno - sottolinea la Coldiretti - lo spumante si conferma come il prodotto immancabile sulle tavole nazionali e sarà bevuto da 44 milioni di italiani (87 per cento). Segue a ruota il panettone al quale non rinunceranno in 40 milioni (80 per cento) che vince sul pandoro (prescelto da 34 milioni, pari al 68 per cento). Registrano un vero boom - precisa la Coldiretti - le lenticchie che, in un momento di difficoltà, sono chiamate a portar fortuna nei piatti di 39 milioni di italiani (il 74 per cento) insieme al cotechino o allo zampone (lo mangeranno in 31 milioni  pari al 62 per cento). La frutta locale - continua la Coldiretti - vince per quasi 39 milioni di italiani (77 per cento) su quella esotica o fuori stagione che quest'anno assaggeranno solo in 13,6 milioni (27 per cento). Si abbandonano infatti le mode esterofile del passato con solo 3,5 milioni di italiani (7 per cento) che si permetteranno le ostriche, 2,5 milioni (5 per cento) il caviale e in 6,5 milioni (13 per cento) stapperanno lo champagne. Complessivamente gli italiani per imbandire le tavole di fine anno spenderanno circa  due miliardi, il 3 per cento in meno rispetto allo scorso anno, secondo l'indagine Coldiretti/Swg dalla quale si evidenzia sulle tavole dei cenoni un aumento della presenza dei prodotti Made in Italy piu' tradizionali mentre crollano le mode esterofile del passato. "Il Made in italy alimentare è apprezzato in tutto il mondo dove le nostre esportazioni nel 2012 hanno raggiunto il valore record di 31 miliardi di euro (+ 5 per cento)", ha reso noto il presidente della Coldiretti Sergio Marini nel sottolineare che "è importante che gli italiani riconoscano sempre di piu' il valore aggiunto della produzione nazionale che è leader in qualità, sicurezza e sostenibilità ambientale".

 

LE 8 REGOLE D'ORO PER OFFRIRE E GUSTARE LO SPUMANTE

•          Non offrirlo ghiacciato, ma tirato fuori dalla cantina un paio d'ore prima e raffreddato in un secchiello con ghiaccio tritato, acqua fredda e sale grosso.

•          La temperatura migliore è compresa fra gli 8 ed i 12 gradi.

•          Berlo esclusivamente in una flûte a forma di tulipano che consente agli aromi di svilupparsi liberamente.

•          Per gustare al meglio l'effervescenza sciacquare i bicchieri con acqua calda e sapone neutro.

•          Stapparlo tenendo con una mano il tappo e facendo ruotare con l'altra mano la bottiglia leggermente inclinata accompagnando sempre l'espulsione del tappo.

•          Far uscire lentamente il gas e versarlo tenendo la bottiglia dal fondo e non dal collo per evitare che lo spumante si riscaldi con il calore della mano.

•          Mai utilizzare del ghiaccio nel bicchiere.

•          Conservarlo in una cantina buia, fresca e senza sbalzi di temperatura, in posizione orizzontale.

Fonte: Elaborazioni Coldiretti

 

  

COLDIRETTI - 335 8245417 - 06 4682487  - FAX 06 4871199 - www.coldiretti.it




--

Andrea Pietrarota
Cavaliere al merito della Repubblica
----------------------------------------
sociologo della comunicazione, giornalista e consulente di comunicazione integrata
direttore responsabile di AlternativaSostenibile e fondatore del CorrieredelWeb.it
cell. +39 347 8271841
email: apietrarota@gmail.com e direttore@alternativasostenibile.it
skype: apietrarota
www.facebook.com/corrieredelweb
http://twitter.com/apietrarota
Il mio profilo su Linkedin
Il mio biglietto da visita


Basta segnalazioni false ai numeri di emergenza. Subito il numero unico per le emergenze

Basta segnalazioni false ai numeri di emergenza. Si tratta di telefonate mute, interrotte o classificate come "false-scherzi" che danneggiano le autorità ed i pronti interventi e compromettono il salvataggio di migliaia di vite umane.

Subito il numero unico per le emergenze

Si attesterebbe secondo le statistiche al 25% la percentuale delle chiamate fasulle ai numeri di emergenza che compromettono il salvataggio di migliaia di vite umane ogni anno. Perché non è raro il caso che l'operatore del servizio sia impegnato nel rispondere a questo tipo di chiamate e quindi chi ha da segnalare un'emergenza trova l'altro capo del telefono non libero.

È evidente, a tal proposito, che un intervento tempestivo a seguito di un trauma o di una grave patologia acuta o della segnalazione di un possibile reato o di un incendio, possono aumentare in maniera vertiginosa la possibilità di salvare una vita umana o di evitare la commissione di un delitto o il propagarsi di fiamme in caso di combustione.

Un dato significativo è che le chiamate mute, interrotte o gli scherzi aumentano nella fascia pomeridiana, in particolare tra le 16 e le 18, che è il momento della giornata in cui la gran parte dei bambini sono a casa dopo la scuola anche se con i cellulari affidati anche ai più giovani l'orario critico si sta estendendo.

Per Giovanni D'Agata, fondatore dello "Sportello dei Diritti", al di là dell'aspetto educativo e quindi della necessità di far comprendere anche ai più piccoli i problemi connessi a tale attività di disturbo del soccorso, è evidente che il nostro sistema dell'emergenza non risulti adeguato ai tempi, anche per l'inutile e gravosa duplicazione dei numeri e dei centralini che gestiscono le segnalazioni. Basta riflettere sull'elenco di seguito riportato per comprendere che siamo ancora carenti rispetto ad un modello di organizzazione integrata secondo lo schema del tipo "Centro di raccolta delle chiamate d'emergenza" (PSAP, Public Safety Answering Point) e sul numero unico (per esempio il "112") utilizzato da  paesi più avanzati nel campo delle emergenze. Carenze che permangono tutt'ora per ciò che concerne la localizzazione del chiamante che risulta inadeguata e ancora molto si deve fare per la gestione delle chiamate di chi ha disabilità o parla una lingua diversa.

Mentre la localizzazione del chiamante costituirebbe un importante deterrente alle false chiamate, dall'altra la semplificazione e la gestione integrata delle telefonate più complesse in partenza da minori, disabili o stranieri darebbe voce a parte delle richieste mute, classificate oggi come "false chiamate" e quindi potrebbe servire a creare adeguati filtri proprio contro le operazioni di disturbo.

Tutte misure possibili che porterebbero notevoli risparmi per lo Stato e contribuirebbero al salvataggio tempestivo di migliaia di cittadini ogni anno.

Questi i numeri principali per segnalare le emergenze in Italia e per le quali lo "Sportello dei Diritti" chiede un intervento del prossimo governo per la creazione di un unico "Centro di raccolta delle chiamate d'emergenza" (PSAP, Public Safety Answering Point):

- 112 Carabinieri

- 113 Polizia di Stato, Soccorso pubblico di emergenza

- 115 Vigili del Fuoco

- 117 Guardia di Finanza

- 118 Emergenza Sanitaria, ambulanza

- 114 Emergenza Infanzia

- 1500 Call center per le Emergenze Sanitarie

- 1515 Emergenza ambientale, Corpo Forestale dello Stato

- 1530 Emergenze in Mare, Guardia Costiera

- 1544 Polizia Penitenziaria

 




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


cappelli di lana di Il gatto scarlatto su Blomming

cappelli di lana di Il gatto scarlatto su Blomming
r chi è curioso per chi vuole qualcosa di diverso

domenica 30 dicembre 2012

Cnr: scomparsa Rita Levi Montalcini


"La comunità scientifica perde oggi un autorevole esponente che nella sua lunga intensa vita ha testimoniato con straordinaria lungimiranza e fermezza il valore e l'importanza della ricerca scientifica. A lei dobbiamo tanto. Ha sostenuto, formato, entusiasmato, generazioni di giovani talenti,  abbattuto pregiudizi, liberato energie, spianato percorsi, fatto della ricerca un baluardo di democrazia.Per questo e non solo, è difficile sintetizzare in una breve dichiarazione il vuoto che lascia nella comunità scientifica e in noi tutti, indipendentemente dalle competenze e dai ruoli", dichiara il presidente del Consiglio nazionale delle ricerche, prof. Luigi Nicolais. "Rita Levi Montalcini ha rappresentato, al di là di ogni retorica, un pezzo di storia: per lo straordinario valore delle sue ricerche, che hanno consentito di acquisire nuove e fondamentali conoscenze, attestato dal premio Nobel, e per la sua testimonianza umana. Di lei ricordiamo oltre allo straordinario contributo scientifico, il costante e nobile impegno in campo sociale e l'impulso etico che ne hanno animato l'intera esistenza. Costretta a espatriare dalle leggi razziali, Levi Montalcini è tornata a svolgere la sua attività in Italia, dimostrando in tal modo il legame profondissimo che la univa al nostro paese. E' per noi motivo di commosso orgoglio ricordare, in questa triste occasione, la sua prolungata collaborazione con il CNR: dal Centro di Ricerche di neurobiologia, al Laboratorio di Biologia cellulare, fino all'Istituto Europeo di Ricerca sul Cervello-EBRI".
 


--

Andrea Pietrarota
Cavaliere al merito della Repubblica
----------------------------------------
sociologo della comunicazione, giornalista e consulente di comunicazione integrata
direttore responsabile di AlternativaSostenibile e fondatore del CorrieredelWeb.it
cell. +39 347 8271841
email: apietrarota@gmail.com e direttore@alternativasostenibile.it
skype: apietrarota
www.facebook.com/corrieredelweb
http://twitter.com/apietrarota
Il mio profilo su Linkedin
Il mio biglietto da visita


Il Blog fonte di guadagno, diventa editore di te stesso


Il blog oggi è divenuto uno strumento di comunicazione di massa. 

La notizia invece è che il blog può essere un' ottima fonte di guadagno. Non importa se sei un neofita o un marketer navigato, quello che conta è avere un blog che monetizza.


Allora cosa aspetti? 

Crea un blog e scrivi articoli interessanti su argomenti di cui ti ritieni un esperto. 

Cerca di utilizzare ogni tanto, ma senza esagerare, delle parole chiave  che possano attirare l’attenzione di chi è interessato a certi argomenti.

Al posto di articoli veri e propri si possono scrivere delle recensioni  ai  prodotti del merchant di cui si è affiliati. 

Ricorda: è bene evitare come la peste di copiare e incollare recensioni, o articoli di altri in quanto i motori di  ricerca penalizzano queste pratiche e ciò significa, meno visitatori da dirigere sul proprio blog !


Per monetizzare il tuo traffico di visitatori è quasi impossibile fare a meno di un Blog serio, pertanto consiglio oltre 400 pagine di lettura, ed un' appendice di 163 pagine con oltre 100 illustrazioni.

IL BLOG E' LO STRUMENTO PER ECCELLENZA DELLA RETE PER GUADAGNARE.

per approfondire:







rimani aggiornato, seguimi su FRANCESCA BIZ




L'opera di Massimo Falsaci al progetto Trasportiamo

Come avere una pelle più tonica ed elastica!


Nello studio medico Juva della Dottoressa Dvora Ancona è possibile effettuare un lifting non chirurgico, il Golden Lift.

Il peggior nemico della nostra pelle è l’ossidazione che porta al rallentamento di produzione delle fibre elastiche e collagene.

Il processo d’invecchiamento dovuto all’ossidazione spesso è velocizzato da cattive abitudini come fumare, bere alcolici, non mangiare sano e non fare attività sportiva.
Il nome Golden Lift nasce proprio dall’effetto lifting dovuto all’utilizzo di 64 micro-aghi d’oro, variabili da 0,1 a 3,5 mm che penetrano nel derma andando a stimolare i fibroblasti, le cellule che si occupano della produzione di collagene ed elastina.
Oltre al lavoro dei micro-aghi, il Golden Lift usufruisce della radiofrequenza bipolare che tramite calore mirato va a creare un campo elettromagnetico che velocizza il lavoro di stimolazione sulle cellule del derma e porta ad avere subito dopo pochi giorni una pelle più tonica ed elastica.

Il risultato è evidente subito dopo pochi giorni dall’intervento, non chirurgico.
Prima di effettuare qualsiasi trattamento il paziente viene sottoposto a una prima visita dalla Dott.sa Dvora Ancona, laureata in medicina a pieni voti e specializzata in medicina estetica, per verificare la necessità del trattamento, per essere informato dettagliatamente su come prepararsi e/o scegliere eventuali alternative.

Le pazienti rimangono soddisfatte da questo trattamento di alternativa alla blefaroblastica, un lifting senza bisogno di tagli e quant’altro.

MERCUZIONLINE augura ai suoi lettori buon 2013!

MERCUZIONLINE saluta i suoi lettori con la consueta pagina degli spettacoli di Capodanno a Milano e a Roma, e ringrazia per il boom di visite ottenuto quest'anno. E' al massimo della sua visibilità da quando è nato, quasi undici anni fa, 4 febbraio 2002. 

Con buona pace di chi lo vorrebbe bloccare in ogni modo, perché scrive recensioni sincere e non è scritto da persone che lavorano nel teatro, quindi non si può controllare in nessun modo, e continuerà ad essere così!

Grazie agli uffici stampa, ai lettori e a chi ci scrive e chi ci segue. Un buonissimo anno di teatro da MERCUZIONLINE!

                                  per inviare comunicati stampa e richieste scrivere a: andrea.daz@gmail.com

                                                 Mercuzionline dal 2002 Il Blog del teatro

Notte di Capodanno. Allarme petardi provenienti dall'Est Europa

Arriva la notte di Capodanno e puntualmente si ripetono sequestri di botti illegali ed allarmi generalizzati contro l'utilizzo di questo modo sciocco e primitivo di ammazzare il vecchio anno. Questa volta, non provengono dalla Cina o da Hong Kong come accade ormai da decenni da quando la tradizione pirotecnica di quei paesi è diventato un business che foraggia anche la criminalità organizzata con ricavi illegali che arrivano a svariati milioni di euro per una notte di San Silvestro di pura follia che porta il giorno di Capodanno veri e propri bollettini di guerra per quanti feriti o vittime si registrano.

Sono stati sequestrati in Germania, petardi provenienti dall'Est Europa che al posto della polvere pirica standard sono riempiti con polvere di metallo con il concreto rischio di conseguenze fatali o comunque pericolose.

I ricercatori dell'Istituto federale per la ricerca sui materiali e prove tedesco (BAM), hanno recentemente dimostrato quali danni possono causare questo tipo di petardi illegali. 

Questi fuochi d'artificio possono esplodere solo dopo tre secondi con una deflagrazione diverse volte maggiore rispetto a quelli tradizionali e sono stati paragonati a delle vere e proprie bombe a mano.

Tali caratteristiche hanno portato la BAM a negare espressamente l'autorizzazione al commercio in Germania da parte di tutti i petardi provenienti dall'Europa orientale.

Alla luce di tale notizia, Giovanni D'Agata, fondatore dello "Sportello dei Diritti", chiede alle autorità di pubblica sicurezza di poter amplificare i controlli dei petardi importati in Italia in questo particolare periodo dell'anno, invitando tutti i cittadini a prestare la massima attenzione sia circa la provenienza che nel maneggiare tutti i tipi di fuochi pirotecnici per evitare dannose conseguenze sia per se stessi che per i propri cari ed amici.

Anche se il consiglio più utile è quello di evitare completamente l'utilizzo di botti per la notte di San Silvestro, una tradizione triviale e barbara, spesso foriera di sangue e pianti.

 




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


sabato 29 dicembre 2012

Pedaggi autostradali in aumento in Italia. Nuova batosta per i consumatori e per i pendolari


Dal primo gennaio, chi viaggerà sulla rete autostradale italiana dovrà fare i conti con un aumento dei pedaggi. Nel 2013 il rialzo medio sfiorerà il 4%, con una punta del 13% sulle tratte gestite da Autovie Venete, nel nordest.

Il rincaro sarà autorizzato in base agli investimenti fatti dalle diverse società concessionarie.

A seconda dell'autostrada percorsa si potranno avere incrementi sotto l'un percento.

Per Giovanni D'Agata, fondatore dello "Sportello dei Diritti" ancora una volta i cittadini sono costretti a pagare per beni  comuni come le autostrade divenute strumento  di profitto per  i soliti noti concessionari che si sono ritrovati il grosso della rete costruita con soldi pubblici. E' ovvio inoltre  che  tali aumenti si rifletteranno inevitabilmente su tutte le merci  soggette al trasporto su gomma.

 




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


Istat: i laureati lasciano l'Italia

Istat: i laureati lasciano l'Italia. Per la prima volta dopo anni il numero degli emigrati ha superato quello degli immigrati

 

Se la matematica ed i numeri non sono un'opinione il Rapporto "Migrazioni internazionali e interne della popolazione residente" dell'Istituto nazionale di statistica (Istat) non lascia spazio a dubbi: la crisi inverte i flussi migratori e l'Italia da Paese dell'immigrazione sta diventando Paese non più attrattivo e addirittura d'emigrazione, specie tra i laureati. A sostenerlo, Giovanni D'Agata, fondatore dello "Sportello dei Diritti", nel commentare lo studio statistico che rappresenta una fotografia sui movimenti migratori in entrata e in uscita dall'Italia nel decennio compreso tra il 2002 e il 2011.

Se è pur vero che nell'arco di questi dieci anni sono entrati in Italia, per risiedervi 3'563'379 stranieri e pur vero che tra il 2002 e il 2011 si sono registrate 580mila partenze, di cui 175mila relative a cittadini stranieri.

Venendo al dettaglio dei dati più significativi, l'immigrazione femminile riguarda soprattutto i paesi dell'Est Europa (risultano essere donne il 74,9% dei cittadini ucraini residenti nel Nostro Paese, mentre le moldave, le bulgare e le rumene superano abbondantemente il 50%), mentre quella maschile è originaria dell'India (oltre il 70% degli indiani sono uomini) e dai paesi africani.

Per quanto concerne i flussi migratori in entrata nel periodo preso in considerazioni in termini di nazionalità al primo posto vi è quella rumena, che sfiora quasi il milione. Ciò vuol dire che oltre un immigrato su quattro di quelli arrivati negli ultimi dieci anni in Italia ha come paese d'origine la Romania. A seguire gli albanesi (278mila), i marocchini (258mila), gli ucraini (215mila) e i cinesi (150mila). Com'era prevedibile le regioni con i maggiori flussi in entrata sono Lazio e Lombardia.

L'effetto tangibile della crisi economica viene dal dato sul numero di italiani che lasciano la madrepatria. L'anno appena passato ha visto, infatti, l'accadimento di un fatto che non accadeva da tempo: ci sono stati più espatri che rimpatri. Basti verificare che a fronte di 31'500 cittadini italiani rientrati, ne sono andati all'estero 50mila. La maggior parte dei nostri concittadini ha scelto paesi europei, con al primo posto la Germania (che solo nel 2011 ha accolto 5mila immigrati italiani), a seguire la Svizzera (tremila) e il Regno Unito (duemila).

Un altro elemento significativo in diretto collegamento con la situazione economica che stiamo vivendo è quello relativo al livello d'istruzione degli italiani che espatriano. La percentuale di titolari di laurea sale dall'11,9% del 2002 al 27,6% del 2011, mentre la quota di emigrati con titolo fino alla licenza media passa dal 51% del 2002 al 37,9% del 2011.

Tra i laureati al primo posto, viene scelto il Regno Unito che riceve l'11,9% di questi nostri connazionali, seguito da




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


Piloti Ryanair: "Per risparmiare voliamo con poco carburante"

"Per risparmiare voliamo con poco carburante". L'azienda farebbe pressioni per spingere i piloti a risparmiare sul carburante. Lo "Sportello dei Diritti" chiede controlli

 

Dopo la notizia apparsa sui media dell'Europa intera secondo cui "gli aerei Ryanair volerebbero regolarmente con meno carburante di quanto sarebbe necessario per mettere i piloti sotto pressione, abituarli a volare con meno riserva e quindi far risparmiare carburante" dopo la presunta denuncia di quattro piloti della compagnia irlandese coperti dall'anonimato, Giovanni D'Agata, fondatore dello "Sportello dei Diritti" per dirimere ogni dubbio e un ondata di panico da parte dei milioni dei passeggeri che scelgono la compagnia aera low cost, chiede un intervento immediato dell'Agenzia europea per la sicurezza aerea (EASA) per verificare quanto annunciato dalla tv fiamminga KRO.

Al contempo, anche perché la notizia fa seguito ad altre apparse in precedenza, lo "Sportello dei Diritti" chiede che una verifica immediata sia fatta dall'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile (ENAC) sui voli effettuati dai nostri aeroporti.

 




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


venerdì 28 dicembre 2012

Flavio Cattaneo: Terna fra i cinque titoli su cui puntare

Da un sondaggio condotto dal settimanale l’Espresso su 30 esperti finanziari ed economisti, Terna, guidata da Flavio Cattaneo, risulta tra i cinque titoli quotati alla Borsa di Milano su cui gli analisti consigliano di investire nel 2013.

“Nel 2013 bisogna tornare all'investimento in azioni”: è questo il consiglio su cui convergono gli analisti interpellati dal sondaggio pubblicato su l’Espresso. E Terna, guidata da Flavio Cattaneo - insieme a Generali, Intesa-Sanpaolo, Snam ed Enel - è fra i cinque titoli quotati alla Borsa di Milano su cui gli esperti consigliano di puntare nel 2013.
“La vera ripresa delle economie occidentali – prosegue – non è alle porte ma i risparmiatori non devono avere paura delle azioni. Anzi, nel 2013, le Borse potrebbero regalare parecchie soddisfazioni”.
Infatti, secondo diversi degli analisti contattati dal settimanale, in tempi di recessione i titoli azionari possono reggere meglio dei bond contro l'inflazione. Ritengono inoltre che l’indice di Piazza Affari possa crescere di un 20-25 per cento e raccomandano di “privilegiare azioni di società con una consolidata politica di pagamento di generosi dividendi, orientate all'export e molto attive nei Paesi emergenti”.
Anche l’esperto di livello internazionale come Jim O'Neill, economista, presidente di Goldman Sachs Asset Management, considera Piazza Affari come uno dei mercati più interessanti del 2013 insieme a Cina, Russia e Brasile: “«L'economia italiana nasconde il proprio potenziale nel sentimento negativo che la circonda dall'inizio della crisi dei debiti sovrani», sostiene O'Neill. Ora, sperò, secondo i suoi indicatori, ha toccato il fondo, è pronta a ripartire e molti investitori globali torneranno a guardare con favore all'Italia”.
Anche Merrill Lynch Wealth Management ritiene poco probabile che l'Italia avrà bisogno dell'intervento di salvataggio europeo mentre Jp Morgan Private Bank, in uno studio pubblicato pochi giorni fa, ritiene che la situazione in Italia stia migliorando e che “«le misure di austerità dovrebbero attenuarsi nel corso del prossimo anno, che sarà caratterizzato da emissioni a tassi più bassi. Infine, l'impegno preso dalla Banca centrale europea di Mario Draghi a fare tutto il necessario ha ridotto i rischi di contagio». Naturalmente, dal portafoglio del bravo risparmiatore non possono certo sparire le obbligazioni”.
“Angelo Drusiani di Banca Albertini Syz – prosegue l’articolo - caldeggia Btp con una vita sopra i 5 anni, per una quota non superiore a un quarto del proprio patrimonio. Pollice verso, per contro, ai pur sicurissimi Bund di Berlino: i titoli di Stato tedeschi, infatti, rendono talmente poco da non compensare talvolta neppure i costi necessari a comprarli a detenerli, ne tantomeno sono in grado di difendere il capitale dall'erosione praticata dall'inflazione. I più aggressivi possono andare anche sui corporate bond, le obbligazioni emesse dalle società private. Piacciono soprattutto gli italiani. E nelle ultime settimane quelli lanciati da società come Generali e Telecom, ma anche da aziende non quotate come Rottapharm, si sono rapidamente rivalutati. Un'altra arma destinata ai risparmiatori sofisticati è quello degli Etf, gli Exchange traded fund, fondi che replicano l'andamento di indici, panieri, azioni”. Ma “non tutti gli Etf sono "rialzisti". Sono strumenti neutri, con cui si può cavalcare una tendenza sia all'insù che all'ingiù”.
FONTE: Terna

Gian Guido Folloni Riceve Targa Onore Da Ambasciatore Kazakistan


L’Ambasciatore del Kazakistan consegna targa d’onore al Presidente Isiamed Gian Guido Folloni
Targa d'onore Gian Guido Folloni
In occasione della Festa Nazionale della Repubblica del Kazakistan, lo scorso 13 dicembre l’Ambasciatore Andrian Yelemessov ha consegnato una targa d’onore a Gian Guido Folloni, nella sua veste di presidente di ISIAMED, “Per aver contribuito allo sviluppo delle relazioni diplomatiche in occasione del 20° Anniversario” delle giovane Repubblica del Centro Asia. In quella occasione, analogo riconoscimento è stato attribuito a dieci personalità italiane per l’azione da loro svolta nella promozione delle relazioni bilaterali tra i due paesi.
Gian Guido Folloni targa d'onore
Tra di loro, il senatore Tiziano Treu, presidente del Comitato di Cooperazione Italia – Kazakistan, e il presidente della Commissione degli Affari Esteri del Senato della Repubblica, Lamberto Dini.

Champagne. Come sceglierli

Roma, 28.12. 2012. Puo' essere considerato champagne un vino bianco al quale e' stato aggiunto gas (anidride carbonica) e confezionato con tappo a fungo e gabbietta metallica? Come fare per evitare fregature? Come al solito occorre leggere l'etichetta e in questo senso qualche consiglio e' utile.
Per la scelta degli champagne in genere il consumatore guarda piu' alla marca che all'etichetta, anche perche' nessun commerciante si sente obbligato a fornire informazioni precise e spesso si limita a decantarne le qualita'. Per lo champagne sulle etichette dovrebbe essere indicata:
* la sigla Ay che sta ad indicare la zona con i vigneti migliori;
* la sigla R.M (lo champagne e' fatto con uve dei produttori);
* la sigla N.M (lo champagne e' fatto con uve di diversa provenienza);
* la dizione pas dose' o nature (non e' stato aggiunto sciroppo zuccherino);
* l'indicazione dell'annata (champagne millesimato).

Primo Mastrantoni, segretario dell'Aduc.

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


Garrone Radio Baobab: Elezioni, il processo decisionale passa dalla rete

Il processo decisionale degli italiani rispetto alle prossimi elezioni politiche passa sempre di più dalla rete, vero strumento di democrazia accessibile a tutti. A Baobab di Rai Radio 1 intervengono sul tema della Comunicazione Elettorale Pier Domenico Garrone e Nicola Piepoli.
Pier Domenico Garrone Radio Baobab
Baobab, il programma di punta del pomeriggio delle rete radiofonica ammiraglia della RAI, Radio1, ha affrontato il tema della Comunicazione Elettorale con ospiti in studio Nicola Piepoli, presidente dell’Istituto Piepoli, Pier Domenico Garrone, fondatore de Il Comunicatore Italiano.
2 notizie sono emerse dal confronto radiofonico.
La prima è un allarme/appello al Capo dello Stato e al Governo per il concreto rischio di manipolazione della Democrazia per carenza di strumenti regolatori attivi e capaci di rispondere nei tempi contingentati di una campagna elettorale.
La seconda notizia è che già oggi il 25% degli italiani decidono in ragione dell’informazione e della partecipazione in internet.
La Web Reputation applicata alla Politica in Italia sostituisce i sondaggi, storicizzati al 1994 con l’ingresso di Silvio Berlusconi. I sondaggi rappresentano la fotografia di un’opinione, la web reputation il film in 3D.
Lo sviluppo della democrazia del consenso è direttamente proporzionale alla presenza dell’infrastruttura banda larga e per l’ONU l’Inghilterra è al 9^posto della classifica, l’Italia è in caduta libera al 29^ posto su 155.
Il World Economic Forum (Wef), Global Information Technology Report, rileva inoltre che va sempre peggio per l’Italia, nella classifica che analizza 138 Paesi mondiali. Quest’anno il “Belpaese” si piazza 51esimo, dalla posizione 38 del 2006. L’Italia dietro a paesi come India, Tunisia, Malesia. Abbiamo perso tre posizioni solo nell’ultimo anno. Il podio dell’innovazione spetta invece a Svezia, Singapore e Danimarca. Al quinto posto gli Stati Uniti.
I Cittadini d’Italia sono “armati” con oltre 2,5 milioni di tablet ed oltre 8,5 milioni di smartphone ed ogni giorno anche col computer visitano in oltre 21 milioni Facebook, producono informazione multimediale e documentale. I Cittadini hanno ridotto il rapporto con la carta stampata perché lenti, faziosi e specchio di una Politica in sofferenza di credibilità.
La Politica troppe volte è stata scoperta “a dire” solo le cose che era interessata a far sapere non accorgendosi invece che i Cittadini trovano in internet molte risposte e documenti.
Un consiglio al Candidato: si va in internet se si ha la capacità di dialogare con i Cittadini più che di esporre in vetrina le proprie intenzioni.
IlComunicatoreItaliano_240

Con PoinX sarai al top per dare il benvenuto al 2013!



Abbiamo appena finito con le abbuffate di Natale che già appaiono all’orizzonte  quelle di Capodanno, alle quali si aggiungono anche i folli festeggiamenti per il nuovo anno. Per arrivare preparate all’appuntamento con il veglione, è necessario concedersi una giornata rilassante e rigenerante che permetta al tuo fisico di  riprendersi dai festeggiamenti dei giorni precedenti.
Ovunque tu abbia scelto di festeggiare dovrai essere al top della forma per entrare nel 2013 in grande stile. Scelto il vestito perfetto non resta altro che pensare alla tua bellezza perché nonostante quest'anno le cose non siano andate come avremmo voluto per via della crisi, a capodanno bisogna voltare pagina e pensare positivo perché l'ultimo dell'anno va festeggiato per augurare e augurarci, che l'anno nuovo sia migliore di quello trascorso.
A Genova PoinX pensa alle tue serate speciali e ti offre imperdibili sconti in centri estetici  per coccolarti e pensare un po’ a te.
Vuoi avere un viso fresco e riposato per le feste e far sparire il grigiore dell’inverno? PoinX ti offre a prezzi scontatissimi trattamenti di pulizia viso a Genova, oppure potrai scegliere un pacchetto di ceretta gambe per avere gambe pronte per essere mostrate in queste feste!
Grazie a PoinX potrai recarti nei migliori centri estetici di Genova ed affidarti a personale qualificato.

Su PoinX Genova potrai trovare tantissime offerte a prezzi piccolissimi!

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.