Cerca nel blog

mercoledì 31 ottobre 2012

Calendari dell'Avvento ripieni di cioccolatini con la propria fotografia stampata

Come alternativa ai calendari prodotti in serie, FotoInsight offre calendari dell'avvento personali, con la propria immagine stampata e 24 deliziosi cioccolatini vestiti a festa.
Milano, 31.10.2012 - Le origini del Calendario dell'Avvento risalgono almeno agli inizi del XIX secolo, quando i bambini facevano fisicamente il conto alla rovescia dei primi 24 giorni di dicembre. I Calendari dell'Avvento erano importanti lavori artigianali, mentre oggi la maggior parte delle famiglie utilizza calendari dell'avvento con immagini commerciali acquistati nei grandi magazzini.

Calendari dell'Avvento
Crea il tuo calendario dell'avvento, senza colla né forbici
Se non volete regalare ai vostri cari un calendario dell'avvento stampato in Cina e preferite creare un calendario dell'avvento personalizzato o volete disegnarne uno con delle fotografie che preservano il ricordo dei migliori momenti dell'anno, ora potrete farlo più facilmente con FotoInsight. Il servizio di foto on line offre adesso la possibilità di stampare le proprie fotografie digitali su un calendario pieno di deliziosi cioccolatini. I calendari dell'avvento cominciano il 1º dicembre e le loro 24 finestrelle nascondono saporiti cioccolatini al latte vestiti a festa. Chi ha una bella foto da stampare può rallegrare i propri cari nel periodo pre-natalizio con un personalissimo calendario dell'avvento.

Informazioni sul Calendario dell'Avvento di cioccolato con le proprie foto
A partire dal 5 ottobre, FotoInsight offre calendari dell'avvento ripieni di cioccolatini, nel formato 23,5 x 17,8 x 2,5 cm. Un'immagine caricata attraverso Internet si applica in un spazio di stampa di 28,5 x 22,8 cm (di cui 2,5 cm si piegano per i bordi della scatola di cioccolatini) e costa solo 9,99 € su http://fotoinsight.it/calendari-calendario-dell-avvento.html . I tempi di consegna sono di sette giorni lavorativi.

Informazioni su FotoInsight
FotoInsight Limited è stata fondata nel settembre del 2003 come una collaborazione anglo-tedesca a Cambridge, nel Regno Unito. Il servizio specializzato on line offre un’interfaccia intuitiva per lo sviluppo e la stampa di foto digitali, poster, nonché per la stampa di fotolibri, borracce, foto su tela e altri foto-regali con i sistemi Windows, Linux e Macintosh. Le fotografie ordinate attraverso FotoInsight vengono stampate da cinque modernissimi laboratori fotografici in quattro paesi. Il servizio di stampa via Internet è cresciuto anno dopo anno più in fretta dell’industria fotografica ed offre i suoi servizi in sette lingue, in 32 paesi.


Fotoinsight Limited 
Contatto: Catalina Martinez, PR
E-mail: pr (chiocciola) fotoinsight.it
Tel.  +44 8700 114911
 
Parole chiave: personale, Foto-Calendario dell'Avvento, con cioccolato, personalizzato, cioccolatini calendario dell'avvento, con la propria  foto, stampata

Calvizie e perdita dei capelli nell’uomo: un fenomeno che si accentua in autunno

La perdita dei capelli, spesso, è vissuta da molti uomini come un problema. Il diradamento, le stempiature, l''incipiente calvizie - eventi che in autunno aumentano la propria portata - possono avere sullo stato psicologico un impatto non del tutto trascurabile, che induce ad assumere comportamenti sbagliati o ulteriormente dannosi per i capelli stessi.
31 ottobre 2012 - La stagione autunnale, come è noto, determina un'accelerazione nel processo di perdita dei capelli nell'uomo. Si tratta di un fenomeno del tutto naturale: i capelli, infatti, così come ogni altra parte del nostro corpo, si rinnovano costantemente, e pertanto sono soggetti a un ciclo che va dalla crescita alla caduta, fino alla successiva ricrescita. Quando tuttavia il numero dei capelli ricresciuti è minore rispetto a quello dei capelli persi, allora è possibile notare diradamenti e stempiature. In questi casi, di conseguenza, si parla di perdita dei capelli anomala.

Su www.perditacapelliuomo.it, portale dedicato alla salute dei capelli, è possibile apprendere che quando il cuoio capelluto ci lancia segnali come il prurito alla testa, dolore al cuoio capelluto, oppure una particolare concentrazione di forfora, molto probabilmente è il caso di rivolgersi a un esperto in tricologia.

Per stabilire le cause e lo stadio di questo processo è necessario eseguire un check-up del cuoio capelluto, che da indicazioni della portata del fenomeno: è utile cioè a capire se esso è momentaneo, come avviene ad esempio durante i cambi stagione, o se la sua entità è da circoscrivere a motivi più importanti. Molto spesso la perdita dei capelli nell'uomo è dovuta infatti a disagi psicologici, allo stress, oppure a un'alimentazione scorretta e con mancanza di vitamine.

Di solito, il ricorso ad esperti del settore non viene inizialmente preso in considerazione, e si preferisce procedere ai cosiddetti rimedi "fai da te": l'uso di prodotti palliativi, l'evitare di pettinare o lavare i capelli, oppure, al contrario, il lavarli o tagliarli troppo. Questi sistemi, tuttavia, nella maggior parte dei casi danneggiano ulteriormente la situazione. Alcuni trattamenti farmacologici da un lato si possono dimostrare efficaci, ma d'altro canto possono presentare effetti collaterali più o meno gravi.

Esistono invece dei rimedi cosmetricologici correttivi che hanno lo scopo di rinforzare e prevenire la caduta dei capelli, come quelli proposti dall'Istituto Svizzero Dermes (www.dermes.it), che mette a disposizione esperienza e competenza affermata: grazie a queste caratteristiche e a tecnologie all'avanguardia, può aiutare che ne necessita a riconoscere le problematiche che causano la caduta dei capelli, elaborando quindi una cura tricologica duratura e risolutiva.

Fra i trattamenti proposti figura la laser-terapia che, affiancata da un trattamento cosmetricologico idoneo, costituisce un'ottima soluzione per contrastare la perdita dei capelli dovuta allo stress e all'inquinamento.

Una visita di tipo tricologico può rivelare molto a chi decida di cercare una soluzione valida per affrontare in maniera appropriata la calvizie e la perdita di capelli. Nonostante tali fenomeni debbano essere considerati normali, per chi ne soffre non sempre è facile accettare questo tipo di realtà. La soluzione può essere dunque quella di affidarsi a degli specialisti esperti e competenti, che non si preoccupino solo di risolvere il problema, quanto soprattutto di operare con empatia e sensibilità, per restituire ai propri assistiti l'autostima e l'aspetto desiderato.

La redazione di Media For Health

Più compri, più guadagni, più sei felice: ecco cos’è “Be Happy”

Continuamente all’avanguardia nel settore dell’informatica, della telefonia e dell’elettronica di consumo, con prezzi sbalorditivi, una politica orientata al risparmio ed un unico chiodo fisso: quello di “coccolare” il proprio cliente. Non solo dopo il primo acquisto, ma anche e soprattutto preoccupandosi di tutto ciò che gli può interessare. Dal rispetto dei tempi di consegna del prodotto, al “rimborso” tramite i Techmoney in caso di ritardo. È il modus operandi di Techmania, l’azienda sita in via Brodoloni, 24, a Battipaglia (Sa) e presente sul web con l’e-commerce www.techmania.biz.

A Fabiano Sole, responsabile marketing e comunicazione dell’azienda, abbiamo posto alcuni quesiti sulle ultime iniziative realizzate per andare incontro alle esigenze dei clienti: “Don’t worry” e “Be Happy”. In particolare abbiamo cercato di capire il loro funzionamento, i vantaggi offerti e come aderire. Ecco l’interessante “a tu per tu”:

“Don’t worry” e “Be Happy” sono due importanti iniziative di Techmania. Ma di cosa si tratta?
Il “Don’t worry”, lanciato nei mesi scorsi, rappresenta una sorta di scommessa relativamente alla puntualità nei tempi di spedizione. Abbiamo posto questo criterio in cima alle nostre priorità tanto da concedere al cliente 1 Techmoney, la moneta virtuale di Techmania, per ogni eventuale giorno di ritardo. Il “Be Happy” vuole, invece, essere un premio per il cliente: l’acquisto di determinati prodotti, a rotazione periodica, vale l’accredito di un certo numero di Techmoney utilizzabili per gli ordini successivi.  

In che modo le due iniziative sono collegate tra loro?

Sono iniziative sviluppate per rassicurare e premiare i nostri clienti. Abbiamo, infatti, inteso accrescere la loro fiducia ed incentivarli all’acquisto restituendo virtualmente parte del credito erogato ed accentuando la felicità connessa ad ogni acquisto.

Come si può aderire al “Be Happy” ed accumulare credito reale (Techmoney)?
La possibilità di aderire al “Be Happy” è data a tutti gli utenti che ogni settimana trovano offerte dedicate all’iniziativa nell’apposita sezione sul sito www.techmania.biz. Acquistando i prodotti “Be Happy”, che hanno come segno distintivo una monetina ruotante, il cliente accumula Techmoney per il valore indicato. Il numero di Techmoney accreditati varia a seconda del prodotto acquistato, ma è esplicitato comunque prima di completare l’ordine, quindi il cliente sa quanti Techmoney vale il suo acquisto.

Cosa è possibile  acquistare con i Techmoney?

I Techmoney rappresentano a tutti gli effetti un credito utilizzabile per ordini sul sito di Techmania (www.techmania.biz) e possono essere impiegati anche per pagare eventuali spese di spedizione.

Quali sono i vantaggi per chi aderisce all’iniziativa?
Il vantaggio è quello di essere in qualche modo ricompensati dopo l’acquisto. Più compri, più guadagni, più sei felice.

Perché, dunque, scegliere Techmania?
Alla competitività relativamente ai prezzi abbiamo abbinato un sistema di tutela relativamente ai tempi di spedizione ed un incentivo, con parziale restituzione in Techmoney della spesa effettuata, per nuovi acquisti. Mi sembrano tre ottimi motivi.

Quali altre iniziative Techmania ha in programma per il prossimo futuro? 
La dinamicità della nostra azienda è tale da pensare e sviluppare spesso iniziative e promozioni particolari. In pentola bolle qualcosa di molto sorprendente per i prossimi mesi, ma preferiamo non anticipare nulla. Potremmo forse chiedere ai nostri clienti cosa si aspettano dopo il “Be Happy”.

Per info e contatti:
Techmania, via Brodolini 24 - 84091 Battipaglia (Sa). Tel.: 0828.343386; info@techmania.biz; www.techmania.biz

Angel Inside: è uscito il fantasy di Angela Tambaro


Esce oggi 31 ottobre 2012 in formato ebook ad un prezzo lancio di soli 3, 99 €  il fantasy di Angela Tambaro "Angel Inside" edito da Esse Erre Press.La casa editrice annuncia l'uscita imminente del volume anche in versione cartacea.

In anteprima su Panorama.it - da oggi online il VIDEOCLIP di Non Ho Che Te di Danilo Sacco

DANILO SACCO

Da oggi il videoclip “Non Ho Che Te” in anteprima su Panorama.it

http://cultura.panorama.it/musica/Danilo-Sacco-il-nuovo-video-Esclusiva

 

 

È online da oggi su PANORAMA.IT il videoclip di “NON HO CHE TE”, brano scelto dai fan come singolo promozionale, tratto dal disco “UN ALTRO ME” già  nei negozi tradizionali e digital store.

 

Diretto da Marco Lui, il video è stato girato in Valsugana e sulle rive del Lago di Caldonazzo (Trento) e racconta l'amore vero, puro,  in maniera diretta, con immagini semplici e immediate, così come le parole della canzone.

“NON HO CHE TE è un brano d’amore semplice e dolcissimo. Dato che l’amore è una cosa semplice, non credo proprio abbia bisogno di parole forbite né di essere concettualizzato e/o matematicizzato” spiega Danilo altrimenti, non funziona”.  

 

Da lunedì il video sarà disponibile anche sui canali ufficiali dell’artista: www.youtube.com/danilosacco1965  e www.facebook.com/danilokakuensacco

 

 

Tutte le altre notizie e aggiornamenti su tour, showcase, libro di Danilo Sacco sono disponibili su: www.facebook.com/ultraofficial

 

Autunno, periodo di perdita dei capelli nelle donne: quando e come correre ai ripari

Anche le donne sono soggette al problema della perdita dei capelli, specialmente durante i mesi autunnali. Quali sono le cause? Quali i sintomi che ci devono indurre a correre ai ripari? Come scegliere i prodotti più efficaci e gli integratori giusti per bilanciare la propria dieta? Ecco un piccolo vademecum per scoprire qualcosa in più sui nostri capelli.

31 ottobre 2012 - Con l'arrivo dell'autunno, la perdita dei capelli nella donna è un fenomeno che tende ad accentuarsi. Si tratta tuttavia di un evento che potremmo definire normale: questo perché qualsiasi componente del nostro corpo è soggetta a un proprio ciclo vitale che comprende nascita, sviluppo e morte. I capelli, allo stesso modo, subiscono questo tipo di percorso, che può intensificarsi, per l'appunto, in presenza di cambi di stagione o di eventi straordinari.

Le donne che affrontano una gravidanza, ad esempio, notano come nei mesi di gestazione i capelli fermino la propria attività di ricrescita, e come questa riprenda invece dopo il parto. Questo fenomeno molto spesso trae in allarme, perché dopo aver partorito è possibile che i capelli in fase di caduta siano in maggioranza rispetto a quelli in ricrescita, per cui si nota con maggiore facilità la loro perdita.

Queste sono cause che possiamo definire naturali, e che possono giustificare in maniera fisiologica la caduta dei capelli; ma quando è necessario iniziare a preoccuparsi e correre ai ripari adottando comportamenti "virtuosi"?

Esistono anche fattori esterni che possono portare alla caduta dei capelli, che possono essere molteplici: per esempio, possiamo citare il fumo, l'uso della pillola anticoncezionale, le patologie riguardanti la tiroide, il fegato, le ovaie, la depressione e molto altro ancora.

Non sono da escludere le diete drastiche o un'alimentazione carente di sali minerali e vitamine, indispensabili per far sì che il ciclo di vita del capello sia regolare. Anche dopo la menopausa è possibile assistere a una perdita dei capelli dovuta dal livello degli androgeni (ormoni maschili), presenti in quantità maggiore rispetto agli estrogeni (ormoni femminili). Dopo aver escluso le patologie citate, che necessitano di un parere medico specialista, attraverso un check-up tricologico è possibile sondare in maniera precisa lo stato dei capelli e del cuoio capelluto, in modo tale da seguire un trattamento cosmetricologico adeguato rispetto alle proprie esigenze.

Su www.perditacapellidonna.it, portale dedicato alla salute dei capelli, è possibile apprendere che quando il cuoio capelluto ci lancia segnali come il prurito alla testa, dolore al cuoio capelluto, oppure una particolare concentrazione di forfora, molto probabilmente è il caso di rivolgersi a un esperto in tricologia.

La consulenza di uno specialista, infatti, in questi casi è molto indicata, soprattutto per non cadere nella tentazione di utilizzare qualche metodo "fai da te" che il più delle volte può risultare un semplice palliativo, se non addirittura un ulteriore danno per i capelli. Sono molti, infatti, i prodotti presenti sul mercato che promettono soluzioni miracolose, ma che alla fine non danno i risultati sperati. Per avere un consulto professionale e accreditato, è possibile rivolgersi agli specialisti dell'Istituto Svizzero Dermes (www.dermes.it), che operano da più di vent'anni nel settore della cosme-tricologia ponendosi come punto di riferimento sul panorama internazionale.

La perdita dei capelli nella donna può rappresentare un vero e proprio trauma, poiché con questa parte del corpo spesso si fa riferimento anche al fascino e alla seduzione che essa veicola come arma. Poter contare sull'azione di esperti, pertanto, rappresenta per molte donne la possibilità di recuperare un rapporto più sano e felice con il proprio aspetto e, soprattutto, con la propria femminilità.

La redazione di Media For Health

Schneider Electric spiega come ridurre la spesa energetica nei data center


Comunicato Stampa

In occasione dell’evento Gartner ITxpo 2012

Schneider Electric spiega come ridurre la spesa energetica nei data center

<![if !supportLists]>·         <![endif]>Ridurre la spesa per l’energia è una priorità, perché può rappresentare il 42% dei costi operativi di una struttura.


Desio (MI) 31 Ottobre 2012 – Schneider Electric, specialista globale nella gestione dell’energia ed azienda leader nel settore dell’efficienza energetica, parteciperà a Gartner ITxpo 2012, che si svolgerà dal 5 all’8 novembre prossimi a Barcellona. L’evento offre una piattaforma di dibattito di alto livello cui partecipano i più importanti CEO del mondo, per confrontarsi sul futuro delle nuove tecnologie.

Ben De Clercq, EMEA Datacenter Solutions della divisione IT di Schneider Electric, presenterà il documento “A Connected World requires integrated management. Introducing DCIM Engineered Software for your Business”, introducendo la strategia proposta da Schneider Electric per ridurre la spesa per l’energia nei data center.

E’ stato stimato che nel 2016 gli utenti di Internet nel mondo saranno tre miliardi; quattro connessioni in banda larga su cinque saranno utilizzate da cellulari, smartphone e tablet. In questo scenario, ridurre I costi legati all’energia è una priorità, in quanto essi possono rappresentare il 42% delle spese operative. Da ciò deriva anche l’assoluta necessità di rendere queste strutture efficienti e sostenibili.

StruxureWare di Schneider Electric, la nuova suite software per la gestione dell’infrastruttura data center, è l’elemento portante della nostra strategia di risparmio: con essa si possono tenere sotto controllo l’alimentazione elettrica, il condizionamento, la gestione dello spazio IT, i server, la rete, lo storage nel data center” spiega De Clercq. Il manager sottolinea, inoltre, che secondo IDC la soluzione DCIM di Schneider Electric è la migliore a livello globale.

Lo scorso luglio Schneider Electric ha presentato un nuovo aggiornamento software per la suite StruxureWare™ Data Center Operation. La versione 7.2 di questo software DCIM (Data Center Infrastructure Management) è in grado di individuare i server sotto utilizzati e ottimizzare la gestione delle apparecchiature IT nel Data Center. Un altra novità riguarda l’aggiunta di IT Power Control, che funziona con Intel® Data Center Manager (DCM), e l’inclusione del Plug-in per Cisco UCS™ Manager.

L’edizione 2012 di Gartner IT Expo durerà quattro giorni; sono in programma in totale 350 sessioni specialistiche, workshop e tavole rotonde. Schneider Electric sarà presente allo stand D7 del Barcelona International Convention Centre (CCIB).

# # #

A proposito di Schneider Electric
Schneider Electric è lo specialista globale nella gestione dell’energia, con una presenza in oltre 100 paesi offre Soluzioni integrate in diversi segmenti di mercato, con una posizione di leadership nei settori energia e infrastrutture, processi e macchine industriali, edifici del terziario e Data Center, vantando inoltre un’ampia presenza nel residenziale. Specializzata nel rendere l’energia sicura, affidabile, efficiente, produttiva e sostenibile con oltre 130.000 dipendenti  nel 2011 ha raggiunto un fatturato di oltre 22,4 miliardi di Euro, grazie ad un impegno attivo nell’aiutare persone e organizzazioni ad ottenere il massimo dalla propria energia.


La divisione IT di Schneider Electric, nata dall’acquisizione di APC nel 2007, è leader mondiale dei servizi per l’alimentazione ed il condizionamento di precisione, con un’offerta di prodotti, software e sistemi per applicazioni domestiche, aziendali, Data Center e ambienti industriali.

###
Per maggiori informazioni:
Matteo Verdoni- Schneider Electric - Divisione IT
Prima Pagina Comunicazione
Benedetta Campana, Caterina Ferrara
02 76 11 83 01

Come usare il Samsung Galaxy Note 2: videotutorial di Techmania sul phablet android

A seguire nel video dimostrativo che ci mostra come utilizzare il Galaxy Note II, è possibile vedere i pregi di questo nuovo phablet che grazie al suo ampio display da 5.5 pollici riesce a regalare un'esperienza unica in mobilità.

http://www.techmania.biz/default.php?cod=shop&codcat=&cat=7069&id=227136

Flavio Cattaneo: Redipuglia-Udine Ovest, dalla Regione ok all'intesa Terna-Stato

Redipuglia-Udine Ovest, dalla Regione arriva l’avvio dell’intesa Terna-Stato. Un ulteriore passo verso l’autorizzazione alla creazione dell’elettrodotto, per un investimento da 100 milioni di euro. Il progetto sarà composto da 40 km di linee nuove avverso l’abbattimento di 110 km di linee vecchie per un totale di 400 tralicci che interessano 30 comuni della Bassa friulana. Secondo le stime dell’azienda, guidata da Flavio Cattaneo, la realizzazione dell’opera prevede 12mila tonnellate in meno di emissioni di CO2, 50 milioni di risparmio per il sistema elettrico, 600 megawatt di capacità produttiva nelle centrali elettriche regionali.

L’elettrodotto Redipuglia-Udine Ovest va verso il via libera. La realizzazione dell’importante infrastruttura elettrica da parte di Terna ha registrato in questi giorni un punto decisivo per l’approvazione definitiva da parte del ministero dello Sviluppo economico.
Come riportano infatti alcuni quotidiani locali (Il Gazzettino, edizione, Messaggero Veneto e Piccolo) la Giunta regionale del Friuli, su proposta dell’assessore alle Finanze Sandra Savino, ha dato parere favorevole all’intesa con lo Stato, un atto indispensabile affinchè il ministero possa emanare l’autorizzazione unica alla costruzione ed all’esercizio dell’impianto energetico. Adesso manca soltanto il decreto del Presidente regionale Renzo Tondo con cui il governatore consentirà a Terna di aprire i cantieri.

Come affermato dall’assessore Savino l’opera risulta anche “di particolare importanza per il sistema elettrico regionale e nazionale e per l’approvvigionamento in sicurezza di energia elettrica da parte di ampie fasce di popolazione e rilevanti attività produttive del territorio”. Il parere è subordinato a una serie di prescrizioni operative, ritenute imprescindibili dalla Regione e vincolate all’inserimento nel provvedimento autorizzativo finale ministeriale, a salvaguardia dell’intesa stessa. Il documento definirà i criteri di ripartizione e i relativi parametri delle opere compensative, su singole convenzioni tra Terna e i Comuni interessati.
L’elettrodotto in questione rappresenta un investimento del valore di 100 milioni di euro e sarà composto da 40 km di linee nuove avverso l’abbattimento di 110 km di linee vecchie per un totale di 400 tralicci che interessano 30 comuni della Bassa friulana. Secondo le stime dell’azienda guidata da Flavio Cattaneo, la realizzazione dell’opera prevede 12mila tonnellate in meno di emissioni di anidride carbonica, 50 milioni di risparmio per il sistema elettrico, 600 megawatt di capacità produttiva nelle centrali elettriche regionali.
FONTE: Terna

Una notte da incubo

Il 31 ottobre è la notte di Halloween, ovvero la notte più spaventosa dell'anno in cui zombi, vampiri, streghe e fantasmi girano liberi per le strade di ogni città. Vanno di porta in porta a chiedere “dolcetto o scherzetto”. I più festaioli torneranno a casa molto tardi e saranno sfiniti, ma per non rischiare di passare la notte in bianco ed essere soggetti a risvegli continui è bene seguire qualche consiglio. Innanzitutto, bisogna rimuovere accuratamente il make up, sciogliere eventuali nodi e pettinare i capelli, lavare bene i denti per togliere rimasugli di zucchero e dolciumi e stendersi su un letto confortevole che riesca a farci rilassare completamente, perché soprattutto quando si va a dormire fuori orario e dopo una notte di bagordi il benessere del riposo deve essere garantito. Simmons in questi casi propone Supreme un materasso alto circa 24 cm, esemplare per l’ergonomicità e l’impareggiabile comfort, frutto dell’innovativo abbinamento delle pregiate imbottiture con il poliuretano performante ad elevata elasticità, disponibile sia in versione climatizzata che in versione anallergica sfoderabile. La struttura differenziata a 5 zone, 2 zone a doppio molleggio alternato e combinato, sistema Beautyrest biactive e con 3 zone con molleggio Beautyrest assicura un supporto assolutamente anatomico garantendo la completa adattabilità al corpo. L’ideale per dormire mostruosamente bene. Buon Halloween a tutti!

martedì 30 ottobre 2012

Crocetta, una svolta per la Sicilia?



Una vittoria ottenuta con il 30,5% e 617.073 voti, quella di Rosario Crocetta ex sindaco Antimafia di Gela che supera di 5 punti percentuale il candidato del centrodestra Nello Musumeci che ha ottenuto il 25,7% e 521.022 voti , seguono staccati di 12 punti percentuale i Grillini che con Cancelleri si sono attestati  al 18,17% con il terzo posto in classifica, infine al 4° posto Miccichè con il 15,41%. Primo partito in Sicilia si attesta il Movimento Cinque Stelle con il 14,88%. Di Contro il primo partito Ombra, quello dei non votanti, che ha totalizzato il 53% delle preferenze. Forse un panorama di netto rinnovamento della politica Siciliana che porta all’ARS 90 deputati a sfregio della nuova legge di riforma che ne prevede 70. La coalizione vincente , però, si trova in affanno rispetto ad una ipotetica maggioranza in aula che potrebbe far dormire sogni tranquilli. La maggioranza Bulgara di cui parla il Neo Presidente Crocetta potrebbe riservare grosse sorprese. Sono 39 i deputati che fanno parte della coalizione di Rosario Crocetta in netta minoranza rispetto agli altri 61 deputati. Il precedente governo Lombardo nella parte finale aveva avuto gli stessi problemi dovendo attuare una strategia di accordi trasversali con il PD per poter governare. Le possibili alleanze che non possono ridursi ad un semplice appoggio in aula, secondo le espressioni di voto potrebbero essere fatte con il Movimento 5 Stelle che può dare un congruo appoggio con i suoi 15 deputati, alle porte anche Miccichè con Grande Sud e Partito dei Siciliani con i suoi 15 deputati disponibili. Ben 69 deputati che possono dare tranquillità alla coalizione Crocetta per il bene della Sicilia e dei Siciliani. Colori diversi ma con un unico obbiettivo quello di “rialzare la Sicilia” dal debito di circa 6 miliardi di euro (2012) che pone ben 30.000 euro di debito pro capite sulla testa di ogni Siciliano. Tra il dire ed il fare c’è di mezzo, il mare, proprio quello che Grillo ha superato a nuoto ma che ora si rivolta contro di lui che ora deve dimostrare all’elettorato dove andrà a prendere le risorse per risanare la voragine Siciliana. Una dichiarazione di Rosario Crocetta suona da monito : “I Grillini  sono deputati come tutti gli altri. Pensano di potere contribuire ad approvare le leggi o intendono continuare a "grillare" anche in Parlamento? ”. Tutti però parlano di riduzione degli stipendi dei parlamentari. Si tocca un tasto dolente che lo stesso Neo Governatore non accetta (Fonte AdnKronos) del 30 ottobre 2012, dove dichiara : "Ah, i Grillini propongono di ridurre lo stipendio dei deputati a 2.500 euro?  Dopo di che li facciamo suicidare i parlamentari, chiediamo ad ognuno di loro quanti debiti hanno fatto per la campagna elettorale. Mica sono tutti miracolati del signore come i Grillini, che sono stati eletti grazie a Grillo. Gli altri se li sono dovuti cercare il voto. E' pura demagogia". Quale schiaffo ai partiti tradizionali hanno voluto dare i Siciliani ? Una espressione di orgoglio che ha il sapore della vittoria di Pirro. Nei prossimi giorni ,comunque,vedremo nel bene o nel male in quale maniera la Sicilia dovrà operare la sua rivoluzione attraverso il neo Governatore Rosario Crocetta.

                                                                                                            Di Maurizio Cirignotta

Giornata Mondiale del Risparmio 2012, Poste Italiane e CDP “Una Storia fatta apPosta”

Poste Italiane, la società guidata da Massimo Sarmi, presenta “Una Storia fatta apPosta”, un progetto ludico-formativo rivolto agli alunni delle scuole primarie, realizzato in collaborazione con la Cassa Depositi e Prestiti in occasione dell’88^ Giornata Mondiale del Risparmio. L’iniziativa vedrà impegnati 180 istituti di scuola primaria e 5000 alunni.

Poste Italiane, in collaborazione con Cassa Depositi e Prestiti, presenta “Una Storia fatta apPosta”, un progetto ludico-formativo rivolto ai bambini delle scuole elementari ideato in occasione dell’88^ Giornata Mondiale del Risparmio, che verrà celebrata il 31 ottobre.

Il ciclo di incontri riguarderà 180 istituti elementari e interesserà circa 5000 alunni dell’ultimo biennio delle scuole primarie. “Una Storia fatta apPosta” vuole sottolineare l’importanza del risparmio presso le nuove generazioni tramite una proposta creativa e stimolante che insegni a riflettere. Sarà soprattutto un momento di confronto e partecipazione attiva dei ragazzi, i nuovi protagonisti del futuro del Paese, che racconteranno ciò che conoscono e immaginano sul valore educativo del risparmio, attraverso la forma di linguaggio prescelta: un tema, un’intervista, un collage di fotografie, disegni, vignette o immagini video.
Per tutti ci sarà in regalo il libro illustrato “I Fratelli Materazzov – una favola sul risparmio per imparare a conoscere un risparmio da favola”, per raccontare in modo leggero ma esauriente quanto sia importante essere consapevoli del valore del denaro e di una oculata gestione del risparmio.
L’88^ edizione della Giornata Mondiale del Risparmio è inoltre l’occasione per ricordare l’opera costante che CDP e Poste Italiane svolgono per la crescita economica, protagoniste nella raccolta del risparmio privato e nel suo utilizzo per il finanziamento di infrastrutture e servizi su tutto il territorio nazionale in settori strategici come energia e comunicazioni, trasporto, sostegno alle Pmi ed export finance, ricerca e innovazione, ambiente ed energie rinnovabili. Oggi la raccolta complessiva del risparmio postale tra Libretti e Buoni è di circa 300 miliardi di euro e i conti correnti ammontano a oltre 5,6 milioni.

FONTE: Poste Italiane

Giuseppe Biesuz, AD di Trenord, interviene a Mattino Cinque

“Non è vero che il pubblico è sempre gestito male, c’è anche il pubblico che funziona”.
Così interviene Giuseppe Biesuz, Amministratore Delegato Trenord, a Mattino Cinque, per prendere parte al dibattito sulla situazione delle aziende partecipate e delle amministrazioni pubbliche.
Presentatore: “Questa storia delle cosiddette partecipate com’è?”
Giuseppe Biesuz, Amministratore Delegato Trenord: “La storia è semplice. L’errore fondamentale è considerare queste questioni un problema politico. Qui è solamente un problema di natura gestionale. Le partecipate sono state costituite per essere più efficienti rispetto all’approccio che poteva dare un privato alla gestione di un servizio pubblico. Il problema è che negli anni le partecipate sono diventate assolutamente inefficienti. Se lei pensa che in Italia il prodotto interno lordo è ormai per il 70% servizi, di cui le partecipate, le aziende statali hanno la stragrande maggioranza di tutto questo e che la produttività è drammaticamente la più bassa in Europa nelle aziende pubbliche, nelle aziende partecipate. Ora questo non è un problema di natura politico, perché quella società, L’Amiu, non è ridotta così dagli ultimi cinque mesi. È ridotta così da anni di gestione non fatta bene. Perché il pubblico non è vero che è sempre gestito male, c’è anche il pubblico bello, che funziona. Allora bisogna cominciare a mettere dei manager che sanno fare il loro mestiere, che siano liberi da qualsiasi tipo di condizionamento, e in alcuni casi, politici illuminati ci sono e lo fanno, e bisogna cominciare a gestire bene le cose.”
Presentatore: “Ci sono?”
Giuseppe Biesuz, Amministratore Delegato Trenord: “Sì, ci sono. Se c’è un manager forte che ha la capacità di incidere sui processi, il politico si ferma, perché quando ha un interlocutore forte e serio, si ferma”.
Presentatore: “ Sindaco, è così?”
Rita Rossa, Sindaco di Alessandria: “Certamente le partecipate vanno rese efficienti. Noi stiamo lavorando esattamente in quella direzione…”

Intermatica: Salone Nautico di Genova presentato il nuovo ASE Citadel


Il 14 ottobre si è chiusa la 52° edizione del Salone Nautico di Genova. “Il riscontro al nostro stand da parte dei nostri clienti è stato eccezionale. Ci viene riconosciuta – ha sottolineato Alessandro Cianflone Mottola, Amministratore Delegato di Intermatica – una qualità semplice quanto rara: la serietà. Non posso che esserne fiero, a nome di tutta Intermatica”. Presentato il nuovo ASE Citadel.
Intermatica batte la crisi e sbanca il Salone Nautico di Genova. Numeri in netta controtendenza quelli del Service Provider per l’Italia dei sistemi satellitari Thuraya, Inmarsat e Iridium, che premiano la costante attenzione dell’azienda all’innovazione e che certificano un ruolo di leadership ormai consolidato nel settore delle comunicazioni satellitari.
“Non stiamo risentendo degli effetti della crisi”, ha affermato Alessandro Cianflone Mottola, Amministratore Delegato di Intermatica. “Merito di un progetto di sviluppo serrato e di una strategia che punta sull’affidabilità e sulla tecnologia. Il Salone di Genova è stata l’ennesima cartina di tornasole del nostro primato, anche a livello internazionale. Il riscontro al nostro stand da parte dei nostri clienti è stato eccezionale. Ci viene riconosciuta – ha sottolineato Cianflone Mottola – una qualità semplice quanto rara: la serietà. Non posso che esserne fiero, a nome di tutta Intermatica. Davvero apprezzabile – ha concluso l’AD – è stata anche l’affluenza di persone che sono entrate in contatto diretto con noi per la prima volta, ma che avevano sentito parlare di Intermatica dai giornali o dal web”.
Uno stand, quello di Intermatica, per esperti, addetti ai lavori, sportivi, persone che hanno necessità di poter contare su una comunicazione costante dai punti più remoti e inaccessibili del pianeta. In altre parole: un punto di incontro per tutti coloro che chiedono sicurezza, sempre. Non è un caso quindi se due dei prodotti di punta di Intermatica come Thuraya XT-DUAL e ASE Citadel hanno letteralmente paralizzato lo stand Intermatica durante i giorni del Salone.
Recenti eventi di cronaca hanno finalmente portato alla ribalta il tema della sicurezza in mare, non da ultimo a causa del ritorno del fenomeno della pirateria in acque internazionali. È quindi fondamentale per le imbarcazioni essere in grado, in ogni momento, di poter contare su una comunicazione affidabile.
Intermatica propone ASE Citadel ovvero un'efficace soluzione che può essere facilmente installata su qualsiasi imbarcazione, superando i classici problemi di installazione dei tradizionali sistemi satellitari (limitata distanza tra l'antenna e la base con il telefono). Una soluzione studiata per equipaggiare non solo le navi commerciali che devono attraversare zone ad alto rischio, ma tutte le imbarcazioni che navigano in quelle aree e vogliono dotarsi di strumenti utili a difendersi dall'attacco dei pirati.
Tra le raccomandazioni stilate dalle strutture intergovernative che si occupano di coordinare la sicurezza in mare vi è la creazione a bordo di una Safe Room o Citadel, ovvero di un’area sicura nella quale equipaggio e comandante possano rifugiarsi in caso di attacco di pirati. La Citadel deve essere dotata di una linea telefonica satellitare di emergenza dalla quale chiamare e coordinare i soccorsi in caso di attacco.
ASE Citadel funziona su rete satellitare Iridium, che garantisce una copertura globale completa, inclusi i Poli. L'antenna è installata all'interno di un radome, molto discreto e di dimensioni ridotte (simile ad un pallone da rugby), che viene posizionato nella parte superiore dell'imbarcazione. A questo è collegato, attraverso un singolo cavo, il telefono della Safe Room.
ASE Citadel è anche utilizzabile come un normale telefono satellitare: è infatti collegabile ad un secondo apparecchio telefonico che potrà essere utilizzato installato in plancia di comando o in altro locale. L’utilizzo di crew-call card lo rende anche utilizzabile dall’equipaggio per chiamate personali.
Intermatica, in partnership con il produttore ASE, può fornire le soluzioni Citadel anche in versioni fortemente personalizzate in funzione delle necessità dell’armatore.
FONTE: Intermatica

EMMS, un Master in Marketing & Sales per guardare oltre la crisi

«Managing the present, imagining the future. È questo “strabismo” che dobbiamo sviluppare nei nostri discenti: la capacità di gestire il presente e, al tempo stesso, il coraggio di rimetterlo in discussione per immaginare e disegnare un futuro diverso».

Alessandro Arbore, Direttore di EMMS, l’Executive Master in Marketing & Sales di SDA Bocconi School of Management, sintetizza così la missione prioritaria della formazione manageriale, soprattutto in un periodo di alta turbolenza economica come l’attuale. Alla vigilia della settima edizione, gli abbiamo chiesto di parlarci degli aspetti che caratterizzano il Master offerto in collaborazione con l’importante Business School spagnola ESADE.

EMMS si svolge interamente in inglese su un arco di 14 mesi (a partire dal prossimo gennaio) e ha un piano di studi articolato in 7 fasi, divise a metà tra lezioni frontali e distance learning. Pur garantendo il massimo rigore didattico, si discosta dal modello accademico tradizionale puntando a creare una nuova forma mentis nei manager e, al tempo stesso, a fornire strumenti operativi immediatamente spendibili nell’attività quotidiana. È sostenuto in ciò da una Faculty che trascorre molto tempo in azienda e in attività di ricerca.

Due numeri rappresentano bene lo spirito del Master: 3 sedi differentiMilano, Barcellona e Madrid – e 18 paesi – di Europa, America e Asia – rappresentati dai partecipanti. È evidente il respiro internazionale del corso e la straordinaria ricchezza che si trae dal confronto in un’aula così composta. Uno dei punti di forza della didattica è proprio lo scambio di esperienze tra gli executive, con le loro diversità culturali, oltre che di settore, ruolo e contesto aziendale. A ciò si aggiungono i vantaggi offerti dalle sessioni in distance learning che consentono di investire sulla propria formazione senza abbandonare l’attività professionale.

«Vogliamo offrire un’alternativa di valore alle prestigiose Ivy Leaguer americane, che hanno tradizioni di grandissimo rispetto, ma sono troppo concentrate sulla realtà statunitense», dichiara il prof. Arbore. EMMS punta a formare manager di vocazione “cosmopolita” con capacità “dinamiche” necessarie per riconfigurare costantemente i propri punti di forza e adattarli prontamente ad un contesto in continuo cambiamento. Perché le condotte di successo sperimentate oggi non sono necessariamente garanzia dello stesso successo domani.

B&B ai due galli a San Martino Del Lago

Arriva il nuovo B&B a San Martino del lago AI DUE GALLI.
Scopri il fascino della Campagna Cremonese.
Ti aspettiamo
www.bbaiduegalli.it

Flavio Cattaneo, Terna, conclusa l’operazione di “bonifica” a Frattamaggiore

Terna, la società che gestisce la rete elettrica, guidata ad Flavio Cattaneo, ha concluso l’operazione di “bonifica” della linea ad alta tensione di Frattamaggiore. Demolite in meno di 4 mesi quasi 7 km di vecchie linee per recuperare 50 mila metri quadrati di territorio ed evitare circa 7mila tonnellate l’anno di emissioni di CO2. L’operazione rientra nel piano complessivo di riassetto delle rete di Napoli, che prevede un investimento di 100 milioni di euro.

Prosegue senza interruzione l’opera di “bonifica” della rete elettrica locale da parte di Terna, la società guidata da Flavio Cattaneo. In meno di quattro mesi è stata ultimata la demolizione degli elettrodotti aerei dei 6,9 chilometri della linea ad alta tensione “Fratta-Secondigliano con derivazione Casoria” nel Napoletano.
Come rilevano i quotidiani locali “Denaro”, “Cronache di Napoli” e “Il Giornale di Napoli”, sono stati smantellati complessivamente 29 tralicci, recuperati 50mila metri quadrati di territorio (l’equivalente di cinque campi da calcio) e oltre 240 tonnellate di acciaio e 74 metri cubi di calcestruzzo. Tutto questo nel quadro di un piano di riassetto della rete di Napoli che vede un investimento di 100 milioni di euro.

L’elettrodotto “Fratta-Secondigliano con derivazione Casoria” risaliva agli anni ’60 del secolo scorso; nel decennio successivo, a partire dalla fine degli anni ’70, l’area aveva visto un forte sviluppo urbanistico e viario. Le operazioni di demolizione hanno consentito anche di eliminare l’interferenza che si era creata con la ex strada statale 87 NC (Sannitica) e che fino ad oggi ne aveva impedito il completamento. Tutti i componenti dei tralicci (acciaio, alluminio, vetro, cemento), che raggiungevano un’altezza massima di 45 metri, sono stati consegnati a ditte specializzate, che provvederanno a smaltirli e re-immetterli nel ciclo produttivo. La demolizione degli elettrodotti è stata possibile in seguito alla realizzazione ed entrata in esercizio di due linee elettriche interrate, lunghe complessivamente 9,6 km: la “Fratta-Starza Grande”, completata nel 2011, e la “Fratta-Casoria”, operativa dal maggio di quest’anno.
L’opera di “bonifica” nel Napoletano prevede ovviamente anche notevoli i benefici economici ed ambientali. Il risparmio economico per il sistema, a valle della realizzazione delle opere, sarà pari a circa 11 milioni di euro l’anno e ammonteranno a circa 7mila tonnellate l’anno le emissioni di CO2 evitate, grazie alla riduzione delle perdite di rete.
FONTE: Terna

Prosciutto di Parma

Su Parma Origin troverete diverse specialità alimentari della tradizione Italiana, in Particolare il vero Prosciutto di Parma.

Vienici a scoprere!

Implantologia all-on-4, una soluzione moderna per l’edentulia

L’implantologia all-on-4 ha questo nome perché la protesi dentale si carica su quattro impianti, ciò permette di avere in poche ore una perfetta dentatura. La terapia è sicura e risolutiva, nonché rapida e poco invasiva. La tecnica dell’implantologia all-on-4 consiste nell’inserire due impianti in zona anteriore e due impianti “speciali” leggermente inclinati: questo permette di fissare una protesi anche di 10 o 12 denti nella stessa seduta. L’implantologia all-on-4 è quindi il perfetto connubio tra tecnologia, estetica a bassa invasività ed odontoiatria moderna.

Il Bersò pergolati e coperture in legno


IlBersò rappresenta una realtà ormai consolidata nella realizzazione di strutturein legno per esterni.

Grazie alla sua decennale presenza nel settore è in grado di garantire ai propri clienti la massima serietà, unitamente alla qualità del servizio e dei materiali costruttivi.
E’ infatti intrinseca nella filosofia aziendale la volontà di impegnarsi, ogni singolo giorno, per ottimizzare i metodi e i processi produttivi, in modo tale da offrire al cliente un livello qualitativo sempre più elevato ed un miglior rapporto qualità/prezzo

Sabbiarelli disegni da Colorare

Sabbiarelli album e disegni da colorare con la sabbia

Evento AUSED: Licenze d’uso software usato

Il prossimo 22 novembre, dalle ore 15,15 presso lo Star Hotel Ritz di via Spallanzani 40 a Milano, l’osservatorio Sicurezza e Compliance di AUSED propone l’evento gratuito “Licenze d’uso software usato: diritti e criticità alla luce dell’ultima sentenza della Corte di Giustizia Europea in materia di software usato”.
I contratti di licenza d’uso software sono spesso estremamente complessi e quasi impossibili da negoziare essendo predisposti unilateralmente dai vendor.
La normativa italiana, di derivazione europea, ha introdotto nel 1992 la normazione dei diritti di proprietà intellettuale sul software.
Recentemente, una importantissima sentenza della Corte di Giustizia Europea ha sancito alcuni principi inerenti la possibile rivendita di “software usato” e ciò indipendentemente dalla presenza nei contratti di licenza d’uso di clausole contrarie.
Il seminario mira a:
- Chiarire quali sono i diritti attribuiti dalla legge ai produttori di software
- Far comprendere le maggiori criticità sottese ai contratti di licenza d’uso
- Analizzare la Sentenza della Corte di Giustizia Europea del luglio 2012 in materia di “software usato”
- Comprendere come tale sentenza può incidere sui contratti di licenza d’uso. 
A G E N D A
15:15 Registrazione dei partecipanti e welcome coffee
15:45 Saluto e introduzione – Francesca Gatti, AUSED
16:00 Licenze d’uso software usato – Gabriele Faggioli, Partner ISL Consulting
17:45 Q&A
18:00 Chiusura lavori
La manifestazione è realizzata da Francesca Gatti e Carlo Galimberti del Gruppo di Lavoro ‘Osservatorio Sicurezza e Compliance’ dell’AUSED.
L’Hotel Ritz, in Via Spallanzani 40, è agevolmente raggiungibile con i mezzi pubblici (MM 1 “rossa”, fermate P.ta Venezia o Lima).
Per maggiori informazioni e adesioni: Segreteria Aused, tel. 02-5464747 – e-mail: aused@aused.org
Oppure tramite link: http://www.aused.org/index.php?option=com_chronocontact&chronoformname=reg_evento_aused

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email