Cerca nel blog

martedì 31 gennaio 2012

Disoccupazione in aumento,giovani nel mirino


Ancora allarmanti i dati sulla disoccupazione forniti dall’Istat e relativi al 2011. 
La popolazione occupata si attesta a dicembre 2011 a 22.903 unità che paragonate all’anno precedente vede una riduzione dello 0,1 %. 

In Italia in termini di percentuale lavora il 56,9% della popolazione abile. 

Il dato che sicuramente indica la stagnazione nel sistema Italia è dato da un 8,9% di disoccupati che risulta in aumento rispetto all’anno precedente di 0,8 punti percentuale. 

Il grado di grande instabilità nel mercato del lavoro è dato invece dai giovani che si attestano ancora al 31% dei disoccupati totali. 

Tra gli inattivi che ricadono nella falce di età tra i 14 ed i 64 anni di età si valuta una percentuale del 37,5%

Toner SAMSUNG per stampanti fax e fotocopiatrici


Se siete alla ricerca di un sito internet serio ed affidabile, con una grande esperienza nel ramo informatico, la Tonercartucce fa al caso vostro: nel suo sito web vi sono migliaia di prodotti tra i toner e le cartucce, come ad esempio le Toner SAMSUNG e le cartucce della SAMSUNG ma anche le cartucce della Oki, ovviamente delle migliori e più diffuse marche di stampanti, a prezzi davvero imbattibili e con la garanzia di una consegna al domicilio indicato da voi in tempi più che ristretti. Infatti, avvalendosi di un servizio di consegna 24 ore su 24, e con l’assicurazione per chi ordina la merce fino alle 11:45 che riceverà di regola la merce a domicilio entro 48 ore dalla data di ordinazione, con consegne che vengono effettuate dal Lunedì al Venerdì durante l'arco della giornata. E normalmente, con i tempi di consegna davvero rapidi, la spedizione è effettuata in un massimo di quarantotto ore, al Lunedì al Sabato, per l’Italia del Nord e del Centro ed entro massimo settantadue ore, sempre dal Lunedì al Sabato, nelle località del Sud Italia e nelle Isole attraverso i corrieri espressi Bartolini , AWS ed SDA. Direttamente dalla homepage del sito della Tonercartucce.it potrete prendere in visione tutti gli articoli presenti nel vasto magazzino e troverete anche prodotti di ben ventotto marche di stampanti tra cui trovare ciò che fa al caso vostro, tra quelli originali e compatibili di: Hp, Canon, Lexmark, Ricoh, Infotec, Konica Minolta, Nashuatec, Olivetti, Panasonic, Samsung, Toshiba, Gestetner, Infotec, Encad, Nashuatec, Agfa, Apple, Alcatel, Bosch, Brother tra le tante presenti. Inoltre con Tonercartucce.it avrete la garanzia di una società seria ed affidabile, un’azienda che è già attualmente leader nella distribuzione diretta in Italia di prodotti per il settore Office automation in Italia, e nell'ambito di un progetto di ingrandimento della rete vendita che, ripetiamo, è già presente nel territorio Italiano. L'azienda Copy Office S.r.l, che è titolare del portale eCommerce, ha la propria sede legale ed amministrativa situata nella città di Perugia, e grazie ad un ramificato e complesso servizio di logistica integrata all'interno della propria sede, riesce a coordinare i propri magazzini che sono presenti oltre che in Perugia, anche a Milano ed Empoli, proprio per riuscire a soddisfare le varie richieste ed in modo da garantire una veloce tempistica di evasione del prodotto richiesto, ed una vasta gamma di articoli presenti a terra. Ma se per qualsiasi problema o difetto che voi doveste riscontrare nel prodotto da voi ordinato al momento della consegna da parte del corriere espresso al domicilio da voi indicato, la Tonercartucce.it vi offre la possibilità di avvalervi di un servizio davvero fondamentale: la soluzione ‘soddisfatti o rimborsati’. Avrete modo così, effettuando una rispedizione dell’articolo gusto o mal funzionante, di ricevere un articolo di pari importo che sceglierete dal vasto catalogo on line al posto del primo, oppure di riavere indietro l’intero importo speso. Deciderete voi come effettuare l’operazione, se tramite fax, mail o via telefono.

Flavio Cattaneo (Terna): Comune Ferrara, partito il riassetto della rete elettrica

Prosegue l’attuazione dell’accordo tra il Comune di Ferrara e Terna, guidata da Flavio Cattaneo: interventi di riqualificazione della rete e opere di miglioramento ambientale per diverse decine di milioni di euro.
Ha preso il via in queste settimane l’attuazione dell’accordo sottoscritto nel novembre 2010 dal Comune di Ferrara e da Terna per la razionalizzazione della rete elettrica nel territorio comunale. Tra i numerosi interventi programmati, il più rilevante prevede l’eliminazione del tratto della “Colunga-Este”, con la soppressione di circa nove chilometri di alta tensione, per liberare l’area della scuola materna “La Mongolfiera” di Cassana e un’ampia porzione del territorio comunale dall’imponente presenza di tralicci e inquinamento elettromagnetico. Informazioni dettagliate sugli interventi in programma sono state fornite ai cittadini delle aree interessate dai tecnici comunali, che hanno illustrato loro il progetto affiancandoli nella valutazione dell’effettiva consistenza delle opere.

Nel frattempo, è già stato programmato anche l’insediamento, entro breve, del tavolo tecnico incaricato di dare attuazione agli altri interventi di riqualificazione della rete previsti dagli Accordi tra Comune e Terna, con opere di miglioramento ambientale per diverse decine di milioni di euro.
Per la prossima settimana invece la Regione Emilia Romagna ha convocato la Conferenza dei Servizi per la Valutazione di Impatto Ambientale relativa al progetto di razionalizzazione della rete, necessario a ottenere il definitivo placet del Ministero dello Sviluppo Economico, concludendo così un iter burocratico che ha preso il via nel giugno scorso. Da lunedì 30 gennaio infatti cinquantacinque diversi Enti e Servizi esamineranno il riassetto della rete elettrica di competenza di Terna, con l’auspicio che il complesso procedimento si concluda entro il 2012.
“Si concretizza così – affermano le assessore comunali Rossella Zadro e Roberta Fusari – un importante progetto volto al miglioramento della sicurezza, dell’affidabilità e della continuità del servizio e della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, al fine di ottimizzarne la compatibilità ambientale, territoriale e sociale”.
FONTE: Estense.com

Porto Cesareo: Consigli per la tua Vacanza

Se state gia pianificando le vostre vacanze estive o meglio ancora state pensando quale meta scegliere, questo post fa per voi. Sopratutto se tra le mete preferite su cui volete far puntare la vostra vacanza c'è il Salento.

Aeroporti di Roma, Fabrizio Palenzona, 12,1 miliardi di euro per il Leonardo da Vinci

Aeroporti di Roma, guidata da Fabrizio Palenzona, presenta il piano di sviluppo 2012-2044. Investimenti per 12,1 miliardi di euro, 100milioni di passeggeri l'anno e 230mila posti di lavoro nel lungo termine.

Un piano biblico, 2012- 2044. Tanto biblico che all’inizio della conferenza stampa di Adr, la società che gestisce gli aeroporti romani, qualcuno ha anche pensato che l’anno di arrivo fosse un errore e si dovesse scrivere 2014. Invece no. Un piano lungo 32 anni, che ha poco senso per gli investitori di Borsa, abituati ai piani triennali, ma che acquista un significato più fondato quando si parla di infrastrutture e grandi opere.

A presentarlo, c’era il presidente Fabrizio Palenzona, classe 1953 e 91 anni quando il piano arriverà al traguardo. Si parla di investimenti per oltre 12,1 miliardi, di cui 2,5 miliardi nei primi 10 anni, che porteranno Fiumicino ad avere fino a 100 milioni di passeggeri (oggi sono 43 milioni). La stima è di creare almeno 30 mila nuovi posti di lavoro nei primi 10 anni e oltre 230 mila nel lungo termine (2044).


Nelle speranze, Fiumicino si trasformerà in un Hub europeo di secondo livello, grazie ai 4,4 miliardi destinati al potenziamento di Fiumicino Sud e altri 7,2 miliardi utilizzati per sviluppare Fiumicino Nord (il cosiddetto "Fiumicino 2") con la costruzione di due piste entro il 2026 e di un'altra ancora nel 2037, che si affiancheranno alle tre piste esistenti.
Ciampino, l'aeroporto della maggior parte delle compagnie low cost, verrà invece riqualificato grazie a un investimento totale da 183 milioni e sarà trasformato entro il 2020 in un city airport, dopo un anno di chiusura necessario alla ristrutturazione. I voli low cost verranno spostati sullo scalo di Viterbo, che verrà aperto nel 2019 e per il quale sono stati previsti impegni finanziari per 236 milioni di euro.
Per fare tutto questo il presidente di Adr dice di non chiedere nulla. I soldi li metteranno gli azionisti, ovvero i Benetton. Poi se verranno fatti gli investimenti, si potranno aumentare le tariffe: “gli azionisti vogliono essere messi nelle condizioni di fare investimenti e se questi non vengono fatti non ci sono gli aumenti tariffari”, ha spiegato Palenzona, secondo il quale i Benetton, azionisti di riferimento di Adr, sono quanto di meglio poteva capitare a Fiumicino. Eppure per il mancato adeguamento delle tariffe dal 2001 (data della privatizzazione) ad oggi, la società chiede subito 400 milionii di euro da inserire nelle trattative che a inizio 2012 inizieranno intorno al nuovo piano tariffario.
"Vorrei sfatare una leggenda metropolitana - ha sottolineato il presidente - che riguarda i nostri azionisti che drenerebbero risorse per lo sviluppo attraverso i dividendi. I nostri azionisti vogliono talmente tanto che da quattro anni non prendono un soldo di dividendo e dal 2007 hanno lasciato tutte le risorse in aeroporto per non peggiorare la situazione, dovuta al blocco delle tariffe. I Benetton hanno preso Autogrill che è diventata una delle prime società al mondo nel food and beverage. Hanno preso Autostrade che adesso è la prima società di infrastrutture nel mondo e vince gare perché sa fare il suo mestiere in modo eccellente. Lo sarà anche Adr se sarà messa in condizione di fare il suo lavoro".

FONTE: Repubblica.it

Fotolia, le più vendute del 2011

Un italiano nella classifica delle immagini più vendute

ROMA, 26 gennaio 2012 – L’agenzia fotografica leader europea nel microstock ha continuato anche nel 2011 a corrispondere royalties a 5 ed anche 6 cifre per i propri fotografi di punta. Le tre immagini più vendute sono state scaricate complessivamente oltre 10.000 volte nel corso dell’anno, ad un prezzo di acquisto variabile fra 0,75€ e 22,50€, a seconda delle dimensioni e delle licenze.

“I migliori fotografi e artisti digitali del mondo scelgono di distribuire tramite noi perché sanno che Fotolia espone i loro lavori creativi presso i maggiori acquirenti media mondiali”, afferma Oleg Tscheltzoff, CEO di Fotolia. “Mentre chi ha necessità di immagini di stock a prezzi accessibili sa che da noi trova milioni di foto, illustrazioni e video di altissima qualità.”

Le immagini top seller del 2011 sono, nell’ordine:

Yuri Arcurs - Portrait of attractive young female showing a thumbs up
1. Yuri Arcurs (Danimarca) - 3749 Downloads
Portrait of attractive young female showing a thumbs up

http://www.fotolia.it/id/12331389

 


articular - Abstract vector background
2. articular (Ungheria) - 3662 Downloads
Abstract vector background

http://www.fotolia.it/id/26103148

 


itestro -  touchscreen interface
3. itestro (Italia) - 3271 Downloads
touchscreen interface

http://www.fotolia.it/id/22355574


Le più vendute in Italia sono le stesse ma in diverso ordine: il nostro Itestro è infatti al secondo posto. Il suo portfolio è visibile qui.


FOTOLIA
Con filiali in 15 paesi e siti in 13 lingue, è leader in Europa nel mercato microstock.
Fotolia rende disponibile un database di 15.000.000 di immagini, vettoriali e video da scaricare in alta risoluzione con licenza Royalty Free, per uso professionale e a prezzi imbattibili (a partire da 0,75€ per immagini singole e da soli 0,15€ in abbonamento).
Tre milioni di professionisti nel mondo scelgono Fotolia per le loro esigenze di comunicazione: con una collezione di quindici milioni di immagini tra le quali scegliere, su Fotolia c’è! Trovala su www.fotolia.it!

Contatti Fotolia Italia
tel. 06-916.501.625

 

RDS è anche gestionale contabilità e gestionale per analisi bilancio

Oggi qualsiasi azienda ha bisogno di analizzare e, ovviamente, di tenere sotto controllo la propria gestionale contabilità in tutti gli aspetti: patrimoniali, finanziari ed economici. Nuove esigenze che trasformano la cultura aziendale stessa.

A questo proposito RDS, azienda leader di settore, ha sviluppato un vero e proprio gestionale per analisi bilancio che in maniera informatizzata aiuterà ogni azienda a tenere sotto controllo i propri flussi di guadagno tenendo presente andamenti e trend.

RDS è leader di settore dal 1993, anno della sua fondazione. Con sede legale a Modena rappresenta la software house italiana per le soluzioni ERP in tecnologia EDA, Event Driven Architecture, e SOA, Service Oriented Architecture, per le grandi aziende e le piccole e medie imprese.

Corso gelataio: 2-3 marzo 2012 a Milano

Nuovo appuntamento per il corso per gelataio organizzato dalla Gelati Graziosi il 2 e il 3 marzo a Milano.

Due giorni per apprendere i segreti di chi ha fatto della gelateria la sua passione e la sua professione.

 

Luigi Graziosi, dopo aver aperto gelaterie in tutto il mondo, organizza corsi per ‘Gelatieri Moderni’, nei quali insegna a fare il gelato e a sviluppare l’attività, ad attirare i clienti, a differenziarsi rispetto alle altre gelaterie, a proporre un prodotto di elevata qualità.

“Per diventare gelataio non esiste un percorso formativo specifico - spiega Luigi Graziosi – ma non ci si può improvvisare gelatieri dall’oggi al domani. È uno di quei mestieri dove la pratica conta davvero tanto e nel corso organizzato dalla mia azienda trasferisco tutto il mio sapere appreso in venti anni di attività”.

 

Il Gelataio deve conoscere le varie ricette e tecniche di produzione, di preparazione e di conservazione di gelati, sorbetti, semifreddi, torte e prodotti affini, deve conoscere le proprietà delle materie prime, deve avere manualità e pratica con gli strumenti di lavoro, deve saper programmare e controllare le macchine per la miscelazione e la refrigerazione. Deve saper decorare e presentare al meglio i suoi prodotti.

Ma non è finita qui. Deve conoscere, applicare e rispettare la normativa igienico-sanitaria e quella sulla sicurezza degli alimenti ed infatti i partecipanti al corso della Gelati Graziosi riceveranno nozioni specifiche da un docente che spiegherà questi argomenti e rilascerà già un certificato HACCP valido per due anni.

Infine ci sarà tutta la parte commerciale e gestionale. Il corso è infatti pensato per chi vuole da subito o in futuro aprire una sua gelateria, e partire sin dall’inizio con il piede giusto.

 

Terminato il corso Luigi Graziosi si offre, a chi ne farà richiesta, come un vero e proprio “Counsellor aziendale” che seguirà l’allievo passo dopo passo fino al giorno dell'inaugurazione e per tutto il primo periodo di attività.

 

La prossima edizione del corso si svolgerà a Milano il 2 e 3 marzo 2012.

Il corso è organizzato con la collaborazione di HEA Formazione.

 

Per informazioni ed iscrizioni visitare:

www.gelatigraziosi.com

www.diventaregelataio.it

 

Sul sito Gelati Graziosi è possibile iscriversi direttamente on line
In alternativa è possibile scrivere a info@gelatigraziosi.com e chiedere i moduli di iscrizione.

 

 

 

 

 

Il dott. Antonio Ascari Raccagni nuovo responsabile dell’U.O. di Dermatologia di Forlì

Il dottor Antonio Ascari Raccagni è il nuovo responsabile dell’U.O. di Dermatologia dell’ospedale “Morgagni-Pierantoni”, indicato dalla direzione dell’Ausl di Forlì dopo il collocamento a riposo della dott.ssa Maria Giovanna Righini.

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1982 e specializzato in Dermatologia e Venereologia, il dott. Ascari Raccagni ha iniziato a frequentare il reparto forlivese appena laureato, per entrarvi poi come assistente medico incaricato nel 1988; in questi 20 anni si è dedicato soprattutto all’attività chirurgica, assumendo, nel 2002, l’incarico dirigenziale di Alta Professionalità in “Chirurgia Oncologica Dermatologica”.
Proprio la chirurgia dermatologica è una delle attività qualificanti dall’U.O. di Dermatologia di Forlì, che, nel corso del 2011, ha effettuato oltre 1.300 interventi in anestesia locale e generale.
«Trattiamo principalmente carcinomi cutanei e melanomi. – illustra il dott. Ascari Raccagni – Questi ultimi sono relativamente rari, mentre i carcinomi cutanei sono molto diffusi nel nostro territorio, non solo per l’elevata età media della popolazione ma anche per la larga percentuale di persone esposte ai raggi del sole, per motivi professionali o di svago. Nelle neoplasie cutanee più estese, oltre all’asportazione, siamo in grado di effettuare anche un’attività ricostruttiva complessa. Per quanto riguarda la prevenzione e il trattamento del melanoma, abbiamo una fattiva collaborazione con tutte le U.O. di Dermatologia dell’Area Vasta Romagna».

L’equipe dell’U.O. di Dermatologia dell’ospedale “Morgagni-Pierantoni” è in grado, poi, di fornire un’attività assistenziale complessa, che comprende ricoveri in Degenza Breve e Day-Hospital, visite ambulatoriali di primo livello, pari, nel 2011, a oltre 6.200, e di secondo livello, spaziando dall’Allergologia Dermatologica, all’ambulatorio dedicato alla Psoriasi, alla Fototerapia (PUVA, Bath PUVA, UVB NB), alla Terapia Fotodinamica per il trattamento delle neoplasie cutanee più superficiali.
Tutti i giorni, dal lunedì al venerdì è attivo, inoltre, un ambulatorio per la prevenzione, la diagnosi e il trattamento delle Malattie a Trasmissione Sessuale (MTS), effettuato in collaborazione con l’U.O. di Malattie Infettive, diretta dal dott. Claudio Cancellieri.
Interessante anche l’impegno dell’equipe nel campo della ricerca, con numerose pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali, e la partecipazione attiva ai più importanti eventi scientifici di Dermatologia. Il dott. Ascari Raccagni, in particolare, può vantare oltre 73 pubblicazioni scientifiche in italiano e inglese, la stesura del capitolo di un libro edito negli Stati Uniti, e la presenza, in qualità di relatore, a svariati congressi, da ultimo quello dell’Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani, nell’ottobre 2011, a Palermo, dov’è intervenuto con una comunicazione chirurgica.
Attualmente, l’intera unità è impegnata nell’organizzazione del XXVII° Congresso nazionale SIDCO (Società italiana di Dermatologia Chirurgica e Oncologica), in programma per il prossimo aprile a Cervia.

Tiziana Rambelli

Tecnologie Verdi: Secondo Officinae Verdi le imprese italiane credono ed investono nella Green Tech

Secondo le stime di Officinae Verdi un semplice aumento del 5% dell’efficienza energetica può incrementare i ricavi aziendali del 4%. Un’impresa su tre ci crede e investe in tecnologie verdi.

Un terzo delle imprese italiane crede ed investe nella Green Tech. Sono sempre più numerose anche le PMI che investono in soluzioni di risparmio energetico, per ottimizzare i loro costi della bolletta, a vantaggio dell’economia aziendale: in base all’Indice di Green Economy elaborato da Fondazione Impresa, nel 2010-2011 il 33 per cento delle PMI ha adottato tecnologie verdi. Lo rivela Officinae Verdi, Energy-Environment Service Company partecipata da Unicredit e Wwf.
Eppure l’Italia, e in particolare il tessuto delle imprese sembrano restii ai cambiamenti e alle innovazioni, però, questo dato dichiarato da Fondazione Impresa fa ben sperare. Nel 2010-2011 infatti un terzo delle PMI italiane ha adottato tecnologie verdi, ovvero un pacchetto di soluzioni, in grado di ottimizzare i costi della bolletta tramite soluzioni di risparmio energetico.

Quindi un’impresa su tre è in linea con il pensiero manifestato dal 90 per cento degli italiani, in occasione di un sondaggio dell’Istituto Makno, che vede nelle fonti rinnovabili la soluzione giusta per ottenere un proficuo risparmio energetico.
Le imprese italiane hanno ancora molta strada da percorrere, per contrastare tutti gli sprechi e per cercare di limitare anche gli elevati costi energetici legati alle loro attività. Anche un semplice aumento del 5 per cento dell’efficienza energetica aziendale, potrebbe arrivare ad incrementare i ricavi aziendali di un 4 per cento. Questa è la stima di Officinae Verdi, che ha appena lanciato “EK0 Energy Kit“, un nuovo modello di energia distribuita in fase sperimentale (per ora limitato alle regioni Abruzzo, Lazio e Sardegna), grazie al quale anche PMI potranno produrre energia verde autonomamente e risparmiare sulle bollette dal 30 all’80 per cento dei costi di luce e gas.
Fonte: Risparmio di Energia

Arriva il nostro giorno speciale: sono le nostre nozze, oggi spetta a noi lanciare il bouquet

Sta arrivando la data del matrimonio: le fedi, i fiori, il ricevimento, gli abiti, le foto, gli invitati... tanti preparativi per questo giorno speciale. Per ogni donna è una giornata tanto attesa, e si desidera che sia tutto perfetto, ogni particolare viene curato, ogni minimo dettaglio.

Ci sono sposine che amano le cerimonie tradizionali, mettendo importanza, anche con un po' di scaramanzia, alle tradizioni: lanciare il bouquet alle amiche, portare indosso qualcosa di nuovo, di vecchio, regalato, qualcosa di blu..., lo sposo non deve assolutamente vedere la sposa con l'abito prima del matrimonio... In questi giorni pieni di appuntamenti per i preparativi, possiamo cercare di semplificare tutto ciò che si può, tante cose possono essere acquistate e decise su internet ad esempio. Possiamo dunque scegliere le fedi, contattare il locale per il ricevimento, contattare il fioraio, acquistare confetti e bomboniere...

Per ciò che concerne le fedi matrimoniali, ad esempio, ci sono gioiellerie on line che propongono cataloghi con dei modelli veramente raffinati, dal disegno classico, o più lavorate, magari impreziosite dalla luce di un diamante. E' possibile, restando tranquillamente seduti a casa, scegliere il modello che ci piace, scegliere le misure esatte, commissionare l'incisione, e quindi aspettare di riceverle tranquillamente a casa assieme alla loro scatola regalo, il certificato di garanzia completo di foto, ed una frase di auguri personalizzata. Prendiamo la comodità quando ci viene offerta, non perdiamo tempo.

Il demodulatore I/Q a banda larga con ottimizzazione IIP2 e cancellazione dell'offset DC migliora le prestazioni dei ricevitori



Il demodulatore I/Q a banda larga con ottimizzazione IIP2 e

cancellazione dell'offset DC migliora le prestazioni dei ricevitori

 

 

MILPITAS (California, Stati Uniti) – 30 gennaio 2012 – Linear Technology presenta l'LTC5585, un demodulatore I/Q a conversione diretta con larghezza di banda ultra-elevata dalle eccellenti prestazioni di linearità (IIP3 = 25,7dBm e IIP2 = 60dBm a 1,95GHz). Il dispositivo supporta una larghezza di banda di demodulazione in uscita in banda base di oltre 530MHz, che consente di soddisfare i requisiti di larghezza di banda dei ricevitori DPD (Digital Pre-Distorsion) e dei ricevitori LTE multimode a banda larga di nuova generazione. Il demodulatore I/Q funziona su un ampio range di frequenze operative compreso tra 700MHz e 3GHz e copre virtualmente tutte le bande di frequenza delle stazioni base per cellulari. Una caratteristica esclusiva di questo dispositivo sono le due funzionalità di calibrazione incorporate: una è un circuito avanzato che consente al progettista di ottimizzare le prestazioni IIP2 dei ricevitori, portando la potenza nominale del segnale radio da 60dBm a 80 o più dBm, un valore che non ha precedenti. L'altra è un circuito on-chip per l'azzeramento delle tensioni di offset DC sulle uscite I e Q. Entrambi i circuiti servono ad aumentare le prestazioni del ricevitore. L'LTC5585 inoltre fornisce un'eccellente potenza a 1dB di compressione (P1dB) di 16dBm.

            Per migliorare ulteriormente l'efficienza in applicazioni di ricezione a conversione diretta, l'LTC5585 offre bassissimi livelli di sfasamento di ampiezza I/Q e di disallineamento di fase. Lo sfasamento di ampiezza è generalmente di 0,05dB, mentre l'errore di fase si attesta tipicamente su 0,7°, entrambi misurati a 1,95GHz. Da questa combinazione si ottiene un valore di reiezione delle immagini del ricevitore di 43dB.

Grazie all'ampia larghezza di banda, l'LTC5585 è particolarmente adatto all'impiego con ricevitori LTE multimode e ricevitori DPD di stazioni base W-CDMA e TD-SCDMA. Soprattutto per i DPD, queste stazioni base di ultimissima generazione stanno estendendo la larghezza di banda di demodulazione di oltre 300MHz. L'LTC5585 può essere facilmente configurato per supportare larghezze di banda fino a questi valori. Oltre alle applicazioni basate su infrastrutture wireless, l'LTC5585 è ideale per le applicazioni in ricevitori utilizzati in campo militare, le comunicazioni a banda larga, i collegamenti dati a microonde punto a punto, i ricevitori di reiezione delle immagini e i lettori RFID a lungo raggio.

L'LTC5585 è dotato di un trasformatore RF on-chip per la riduzione dei componenti esterni: la soluzione che si ottiene è altamente compatta, in un package QFN a 24 conduttori di 4 x 4mm. Il dispositivo supporta temperature di esercizio comprese tra -40°C e 105°C.

Dotato di un unico ingresso di tensione da 5V per una corrente di alimentazione totale di 200mA, l'LTC5585 è provvisto di un ingresso digitale per l'attivazione o la disattivazione del chip.

Quando disattivato, il circuito integrato ha una dispersione di corrente che si attesta tipicamente a 11μA.

La rapida accensione del demodulatore, che richiede solo 200 ns, e il ciclo di spegnimento di 800ns, ne consentono l'impiego in ricevitori in burst mode. Il prezzo di partenza dell'LTC5585 è di $5,98/cad. per ordini di 1.000 pezzi e il dispositivo è già disponibile in quantità di produzione. Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.linear.com/product/LTC5585.

 

Riepilogo delle caratteristiche: LTC5585

 

Frequenza operativa

700MHz – 3GHz

 

Ingresso IP3 (1,95 GHz)

 

Ingresso IP2 (non regolato)

 

Ingresso IP2 (regolato)

 

25,7dBm

 

60dBm

 

80dBm

 

Guadagno di conversione

 

2,4dB

 

Cifra di rumore (NF)

 

12,7dB

 

Sfasamento di ampiezza I/Q

 

Disallineamento di fase I/Q

 

0,05dB

 

0,7°

 

 

Linear Technology

Linear Technology Corporation, una delle 500 principali aziende pubbliche dell'indice S&P, progetta, produce e commercializza da trent'anni un'ampia gamma di circuiti integrati analogici e ad alte prestazioni per aziende leader in tutto il mondo. I prodotti Linear Technology rappresentano un "ponte" tra il mondo analogico e l'elettronica digitale per le soluzioni del settore industriale, automotive e delle comunicazioni, i dispositivi di rete, i computer, la strumentazione medicale, i prodotti di largo consumo e i sistemi militari e aerospaziali. Linear Technology produce anche sistemi di power management e condizionamento dei segnali, convertitori di dati, circuiti integrati RF e per interfacce, nonché sottosistemi µModule.

 

Una pagina piena di subacquei!

Nasce su Facebook una pagina "I'm a scuba diver" che sta raccogliendo un grande successo tra i subacquei nazionali e non! Sei un subacqueo? Ami il mare? allora la pagina " I'm a scuba diver " è la pagina che fa per te! Troverai centinaia di altri sub pronti a condividere le loro esperienze, informazioni, opinioni riguardanti attrezzatura, luoghi magnifici dove andare a passare le tue vacanze subacquee!
Chi più di un esperto subacqueo può dissipare i tuoi dubbi su quale sia il'acquisto giusto da fare? o dove andare  a comprare al prezzo migliore, quale mare visitare??
Entra nella nuova comunità di sub che stà diventando sempre più grande!

Comunicato Stampa: Il 57% degli esperti mondiali è convinto che sia oggi in atto una corsa agli armamenti cibernetici

 

Il 57% degli esperti mondiali è convinto che sia oggi in atto una corsa agli armamenti cibernetici

 

A rivelarlo lo studio Cyber Defense Report commissionato da McAfee a Security Defence and Agenda (SDA) secondo cui i Paesi più virtuosi sono Finlandia, Israele e Svezia e le sfide in questo ambito sono molte e pressanti

 

Milano, 31/1/2012 - McAfee e Security Defence and Agenda (SDA) hanno annunciato i risultati del report intitolato Sicurezza informatica: la controversa questione delle regole globali (Cyber-security: The Vexed Question of Global Rules) che tratteggia, per la prima volta, un’istantanea globale sulla percezione attuale a proposito delle minacce informatiche e sulle misure da adottare per difendersi da esse, e indica quale può essere la via da seguire. SDA, il principale comitato specializzato in difesa e sicurezza con sede a Bruxelles, ha intervistato i maggiori esperti di sicurezza a livello globale per raccogliere dei risultati su cui poter basare delle raccomandazioni e azioni utilizzabili. Il rapporto è stato concepito al fine di identificare le principali aree di discussione e tendenze e per aiutare i governi e le aziende a capire come si inquadra il loro livello di sicurezza rispetto a quello di altri paesi e organizzazioni.

 

Alcune delle principali evidenze riscontrate:

  • Il 57% degli esperti mondiali ritiene che sia oggi in atto una corsa agli armamenti nel mondo internet.
  • Il 36% considera che la sicurezza informatica sia più importante della difesa missilistica.
  • Danni o interruzioni alle infrastrutture critiche sono visti come la minaccia maggiore posta dagli attacchi informatici e il 43% la individua come una minaccia nazionale dalle conseguenze economiche estese.
  • Il 45% degli intervistati considera la sicurezza informatica importante quanto quella alle frontiere.
  • Il livello di “prontezza” cibernetica di Stati Uniti, Australia, Regno Unito, Cina e Germania è minore di quello di nazioni più piccole come Israele, Svezia e Finlandia (tra i 23 paesi presi in considerazione nel report).

McAfee si è rivolta a SDA, in qualità di think-tank indipendente, per produrre il report più aggiornato possibile sulla difesa informatica globale. SDA ha intervistato in modo molto approfondito circa 80 tra i principali responsabili di creazione delle policy ed esperti di sicurezza a livello globale di enti governativi, imprese e università di 27 Paesi e intervistato in modo anonimo 250 professionisti della sicurezza di 35 paesi. In quanto unico comitato specializzato su sicurezza e difesa di Bruxelles, SDA è diventato uno dei principali e più autorevoli forum permanenti a livello globale per il dibattito sulla difesa internazionale e le policy di sicurezza. La metodologia utilizzata per la valutazione del livello di sicurezza e di prontezza di fronte alle minacce è stata sviluppata da Robert Lentz, presidente di Cyber Security Strategies ed ex vice assistente del Ministro della Difesa statunitense per la Protezione Informatica, delle Identità e delle Informazioni. [Vedi infografica XXXX]

 

Le principali 6 raccomandazioni sulle attività da intraprendere sono le seguenti:

·        Condividere globalmente in tempo reale le informazioni richieste

·        Prevedere incentivi finanziari per migliorare il livello della sicurezza sia nel privato, sia nel pubblico

·        Dare più potere alle forze dell'ordine per combattere la criminalità informatica transfrontaliera

·        Sviluppare best-pratice standard internazionali per la sicurezza

·        Affrontare le sfide diplomatiche di fronte a trattati informatici globali

·        Avviare campagne pubbliche di sensibilizzazione che vadano oltre gli attuali programmi per aiutare la cittadinanza

 

Una delle principali raccomandazioni che scaturiscono dal report riguarda la condivisione in tempo reale dell’intelligence globale, laddove si parla della necessità di costruire un rapporto di fiducia fra gli esponenti del settore con la creazione di organizzazioni che condividano informazioni e best practice, come il Common Assurance Maturity Model (CAMM) e la Cloud Security Alliance (CSA). "Il problema centrale è che il criminale informatico ha una maggiore agilità, grazie a fondi ingenti e a nessun limite legale alla condivisione di informazioni. Può pertanto sferrare attacchi ben orchestrati ai sistemi", afferma Phyllis Schneck, Chief Technology Officer per il settore pubblico di McAfee. "I buoni devono partecipare a riunioni e pubblicare rapporti, prima di poter condividere anche minimi dati e rintracciare i propri avversari. Finché non uniremo i nostri dati ed equipaggeremo con informazioni persone e computer continueremo a giocare a scacchi con la metà dei pezzi".

 

Gli esperti intervistati hanno inoltre convenuto che sviluppi quali gli smartphone e il cloud computing impongono di tener conto di una nuova serie di problemi legati all'interconnettività e alla sovranità, che richiedono nuovi regolamenti e un nuovo modo di pensare. L'anno scorso, all’interno del Report McAfee sulle minacce relative al terzo trimestre si evidenziava che la quantità totale di malware indirizzata verso dispositivi Android aveva fatto un balzo del 76% dal secondo trimestre del 2010 al secondo trimestre dello scorso anno, diventando il sistema operativo mobile maggiormente preso di mira.

 

Ulteriori risultati emersi dal report:

  • Necessità di affrontare una prevista carenza di personale informatico evidenziata da oltre la metà (56%) degli intervistati.
  • Basso livello di preparazione agli attacchi informatici: Cina, Russia, Italia e Polonia sono dietro Finlandia, Israele, Svezia, Danimarca, Estonia, Francia, Germania, Paesi Bassi, Regno Unito, Spagna e Stati Uniti.
  • Le esercitazioni di sicurezza informatica registrano una bassa adesione da parte del mercato: Anche se quasi tutti sono convinti che le esercitazioni siano importanti, solo il 20% degli intervistati nel settore privato ha preso parte a tali esercitazioni.
  • Valutazione del rischio: assegnare delle priorità per la protezione delle informazioni, sapendo che non tutto va bene per tutti. I tre principali obiettivi che devono essere raggiunti sono la riservatezza, l'integrità e la disponibilità delle informazioni in dosi diverse a seconda della situazione.
  • Equilibrio tra sicurezza e privacy: migliorare la capacità di attribuzione attraverso la riduzione selettiva dell’anonimato, senza sacrificare il diritto alla privacy.

 

Nonostante molti degli intervistati siano convinti che i trattati internazionali siano un elemento fondamentale nello sviluppo di policy corrette, alcuni hanno suggerito anche la creazione di misure volte a rafforzare la competenza informatica in alternativa ai trattati, o come palliativo, dal momento che i trattati sono visti come non verificabili, inapplicabili e impraticabili. Stewart Barker, l'ex vicesegretario della Homeland Security durante la presidenza George W. Bush, ha dichiarato che i trattati “deludono le nazioni occidentali portandole a pensare di avere protezione contro tattiche che sono state abbandonate unilateralmente da altri firmatari del trattato”

 

A proposito del report:

McAfee incaricato Security & Defence Agenda (SDA), in qualità di think-tank indipendente, di elaborare il report più approfondito possibile sulla Cyber Defense. Il report classifica il grado in cui i governi sono pronti a resistere ad attacchi informatici. Questo rapporto SDA, inoltre, si propone di riflettere i molti punti di vista differenti sul significato di “sicurezza”, e sulle modalità di raggiungerla. Per realizzare una panoramica a livello globale, SDA ha chiesto ai principali esperti di sicurezza internazionali di sottolineare ognuno le problematiche più pressanti.

 

Il "Report sulla sicurezza informatica" è disponibile per il download al seguente indirizzo www.mcafee.com/

 

A proposito di SDA

Security & Defence Agenda (Agenda Sicurezza e difesa (SDA) è l’unico comitato specializzato in difesa e sicurezza con sede a Bruxelles. SDA sensibilizza la consapevolezza nelle tematiche di sicurezza anticipando l'agenda politica e focalizzando l'attenzione sulle sfide europee e internazionali legate alle policy di sicurezza e alla difesa. Le sue attività comprendono tavole rotonde mensili, rapporti e documenti di discussione, conferenze internazionali, briefing speciali per la stampa e dibattiti. Riunisce periodicamente alti rappresentanti delle istituzioni dell’UE e della NATO e funzionari governativi nazionali, esponenti dell'industria, media internazionali e specializzati, think-tank, mondo accademico e ONG. Queste peculiarità, e la fama di guida del dibattito stimolante nel settore, hanno posizionato SDA al centro della comunità nei settori della difesa e della sicurezza.

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.securitydefenceagenda.org

 

A proposito di McAfee

McAfee, società interamente controllata da Intel Corporation (NASDAQ:INTC), è la principale azienda focalizzata sulle tecnologie di sicurezza. L'azienda offre prodotti e servizi di sicurezza riconosciuti e proattivi che proteggono sistemi e reti in tutto il mondo, consentendo agli utenti di collegarsi a Internet, navigare ed effettuare acquisti sul web in modo sicuro. Supportata dal suo ineguagliato servizio di Global Threat intelligence, McAfee crea prodotti innovativi destinati a utenti consumer, aziende, pubblica amministrazione e service provider che necessitano di conformarsi alle normative, proteggere i dati, prevenire le interruzioni dell'attività, individuare le vulnerabilità e monitorare e migliorare costantemente la propria sicurezza. McAfee è impegnata senza sosta a ricercare nuovi modi per mantenere protetti i propri clienti. http://www.mcafee.com

 

 

Per informazioni:

Ufficio Stampa

McAfee

Tel.: 02/55.41.71

Fax: 02/55.41.79.00

 

 

Benedetta Campana, Tania Acerbi

Prima Pagina Comunicazione

Tel.: 02/76.11.83.01

Fax: 02/76.11.83.04

e-mail: benedetta@primapagina.it 

           tania@primapagina.it

 

 

Vi informiamo che i Vostri dati personali vengono trattati in rispetto del Codice in materia di protezione dei dati personali e ne viene garantita la sicurezza e la riservatezza. Per i nostri trattamenti ci avvaliamo di responsabili ed incaricati il cui elenco è costantemente aggiornato e può essere richiesto rivolgendosi direttamente alla Società titolare al numero di telefono 02 76118301. In qualsiasi momento potrete fare richiesta scritta alla Società titolare per esercitare i diritti di cui all¹art. 7 del D.lgs 196/2003 (accesso correzione, cancellazione, opposizione al trattamento, ecc.).

 

 

Comunicato Stampa: IDC nomina Schneider Electric leader nel mercato DCIM

Comunicato Stampa

 

IDC nomina Schneider Electric leader nel mercato DCIM

 

La società indica Schneider Electric, grazie all’offerta della sua divisione IT - nata dall’acquisizione di APC nel 2007 - Leader di Mercato nell’analisi condotta sui vendor di soluzioni DCIM su scala mondiale.

 

 

Stezzano (BG), 31 gennaio 2012 – Schneider Electric, lo specialista globale nella gestione dell’energia, è stata indicata come Leader di Mercato nel settore Data Center Infrastructure Management (DCIM) dalla società di analisi IDC. Il report, che esamina in dettaglio l’attuale situazione ed estensione del mercato DCIM, posiziona Schneider Electric nella categoria più alta dei Leader di Mercato, comparandola con un’ampia gamma di soluzioni proposte dalla concorrenza.

 

Il report IDC, IDC MarketScape: Worldwide Datacenter Infrastructure Management (DCIM) 2011 Vendor Analysis, evidenzia come il mercato DCIM stia continuando nella sua rapida evoluzione, con un buon numero di vendor che si stanno attivando per inserirsi stabilmente al suo interno. Il report, pubblicato nel gennaio 2012, posiziona Schneider Electric come azienda all’avanguardia nello sviluppo delle tecnologie DCIM, saldamente alla guida dell’evoluzione del settore.

 

“Schneider Electric è leader a livello mondiale in IDC MarketScape” riporta il report. “L’azienda si è ben comportata nell’analisi relativa alla capacità di business ed alle strategie, in particolar modo relativamente alla strategie per la crescita, l’innovazione e la gestione della forza lavoro”. La valutazione è basata su un modello onnicomprensivo che analizza i vendor in base ad un ampio insieme di criteri tecnologici e operativi, bilanciati da una serie di fattori che IDC ritiene avranno forte influenza sul mercato nei prossimi tre-cinque anni.

 

“Venire indicati da IDC come Market Leader nello spazio DCIM è una grande conferma dell’efficacia delle nostre soluzioni DCIM” ha dichiarato  Soeren Brogaard Jensen, Vice President, Enterprise Software di Schneider Electric. “Seguendo la crescita e l’evoluzione di questo mercato, Schneider Electric proseguirà nel suo impegno ad offrire ai suoi clienti la più robusta e innovativa linea di soluzioni DCIM disponibile, per rendere ancora più snella ed efficace la gestione delle infrastrutture IT e facility

 

Le soluzioni avanzate DCIM di Schneider Electric sono presenti in StruxureWare™ for Data Centers, una suite software integrata di gestione che risponde a tutte le esigenze dell’infrastruttura fisica nel Data Center, così da ottenere la massima disponibilità ed efficienza.

 

La suite riunisce i tool software Schneider Electric dedicati alla gestione dell’infrastruttura data center (DCIM) e quelli dedicati alla gestione della facility (DCFM), offrendo funzioni di raccolta dati, monitoraggio, automazione, accanto a strumenti di pianificazione e implementazione che permettono nell’insieme di avere una visione integrata e multiforme di tutti i sistemi fisici critici presenti nel data center.

 

Ad arricchire ulteriormente StruxureWare for Data Center, giunge la recente acquisizione della proprietà intellettuale della piattaforma EnergyCenter 2.0 di Viridity, che aggiunge nuove funzionalità alla suite software. Il software EnergyCenter 2.0 permette l’individuazione in automatico di tutti gli asset IT, per ottimizzare l’utilizzo della capacità disponibile a livello di ogni singolo elemento.

Viridity è stata indicata nel report IDC fra i Mayor Player del mercato DCIM, annotando in particolare “la semplicità di installazione di EnergyCenter 2.0, uno strumento che risolve molte delle principali preoccupazioni di chi opera nei data center”.

 

Per maggiori informazioni sulle soluzioni DCIM di Schneider Electric : www.apc.com/software

 

Per informazioni sulla linea completa di Soluzioni Data Center, visitare www.schneider-electric.it e www.apc.com/it

 

 

Informazioni su Schneider Electric

Schneider Electric è lo specialista globale nella gestione dell’energia, con una presenza in oltre 100 paesi, offre Soluzioni integrate in diversi segmenti di mercato, con una posizione di leadership nei settori energia e infrastrutture, processi industriali, building automation e data center, vantando inoltre un’ampia presenza nelle applicazioni residenziali. Specializzata nel rendere l’energia sicura, affidabile ed efficiente con oltre 110.000 dipendenti  nel 2010 Schneider Electric ha raggiunto un fatturato di oltre 19,6 miliardi di Euro, grazie ad un impegno attivo nell’aiutare individui e organizzazioni ad ottenere il massimo dalla propria energia.

 

“Make the most of your energy”.

www.schneider-electric.it

#

La divisione IT di Schneider Electric, nata dall’acquisizione di APC nel 2007, è leader mondiale dei servizi per l’alimentazione ed il condizionamento di precisione, con un’offerta di prodotti, software e sistemi per applicazioni domestiche, aziendali, data center e ambienti industriali.

 

 

Per maggiori informazioni:

Mariella Alliori - Schneider Electric - Divisione IT

tel.: +39 0362 488081 

mariella.alliori@schneider-electric.com

 

Prima Pagina Comunicazione

Benedetta Campana, Caterina Ferrara

02 76 11 83 01

bendetta@primapagina.it; caterina@primapagina.it

 

 

Vi informiamo che i Vostri dati personali vengono trattati in rispetto del Codice in materia di protezione dei dati personali e ne viene garantita la sicurezza e la riservatezza. Per i nostri trattamenti ci avvaliamo di responsabili ed incaricati il cui elenco è costantemente aggiornato e può essere richiesto rivolgendosi direttamente alla Società titolare al numero di telefono 02 76118301. In qualsiasi momento potrete fare richiesta scritta alla Società titolare per esercitare i diritti di cui all¹art. 7 del D.lgs 196/2003 (accesso correzione, cancellazione, opposizione al trattamento, ecc.).

 

 

La Settimana della Birra Artigianale per promuovere l'aspetto conviviale della bevanda


13 – 19 febbraio 2012 Un brindisi lungo una settimana!


Da lunedì 13 a domenica 19 febbraio 2012 torna in scena la Settimana della Birra Artigianale, l’evento nato per promuovere e far conoscere la birra di qualità in tutto il territorio nazionale. Dopo il successo della prima edizione, con ben 222 soggetti partecipanti, la birra di qualità sarà ancora protagonista, grazie alle iniziative dei birrifici, pub, associazioni, beershop e ristoranti aderenti. Per sette giorni in tutta Italia si susseguiranno eventi e promozioni riguardanti i prodotti dei microbirrifici nazionali e stranieri.

Un evento rivolto soprattutto al grande pubblico di neofiti e curiosi, che potranno sfruttare un’occasione unica per conoscere le meraviglie brassicole dei produttori artigianali. La birra di qualità sta guadagnando crescente popolarità in Italia, caratterizzandosi come un fenomeno estremamente dinamico: sono sempre di più coloro che si avvicinano ai prodotti dei microbirrifici e se ne innamorano.
Già tantissime sono le iniziative ideate dagli aderenti all’evento, un elenco dei quali è consultabile sul sito ufficiale della manifestazione: www.settimanadellabirra.it. Sono coinvolte le più importanti attività italiane dedite alla birra artigianale, che nella settimana in questione proporranno sconti, promozioni, incontri didattici, degustazioni, visite a birrifici locali e tanto altro ancora. Un turbinio di iniziative, dunque, destinate alla valorizzazione culturale della birra. Un evento al quale ogni soggetto operante nel settore può aderire gratuitamente, con le iscrizioni che resteranno aperte fino all’inizio della manifestazione.

Manifestazione giunta alla sua seconda edizione, rinnovata con il restyling del logo e del sito web e la produzione di divertenti video promozionali: Un Brindisi lungo una settimana


Inoltre, la Settimana della Birra Artigianale tende a promuovere l'aspetto conviviale della bevanda, che è uno degli elementi che ne hanno decretato il successo nei paesi con maggiore tradizione brassicola. Per questo motivo ognuno è chiamato a partecipare all'evento a modo suo, aderendo alle iniziative previste, approfondendo le proprie conoscenze o semplicemente approfittando dell'occasione per coinvolgere amici e parenti, diffondendo la cultura birraria.

Dal 13 al 19 febbraio in Italia, con il supporto di Rastal e di Domus Birrae, i riflettori saranno dunque puntati sulla birra artigianale, con un evento che si preannuncia come un grande brindisi collettivo lungo un’intera settimana.



Fonte:
Settimana della Birra Artigianale

lunedì 30 gennaio 2012

Alpinismo, Simone Moro illustra la tecnologia Intermatica dal Campo Base del Nanga Parbat (8.125 metri, Pakistan)


L’alpinista Simone Moro illustra la tecnologia che utilizza in spedizione direttamente dal Campo Base del Nanga Parbat. Il popolare alpinista bergamasco si trova in Pakistan dove sta preparando il tentativo di prima invernale al Nanga Parbat, 8.125 metri. Qui dispone di una connessione satellitare Intermatica che gli permette di rimanere in contatto con il resto del mondo.

Simone Moro si trova in Pakistan dove sta preparando il tentativo di prima invernale al Nanga Parbat: 8.125 metri, nono posto tra i giganti della terra e fama di montagna difficile e pericolosa che gli ha procurato anche il nome di “Montagna killer”.
Simone Moro si avvale di alcuni apparati satellitari Intermatica che gli permettono di rimanere in contatto con la famiglia e i suoi follower anche in condizioni estreme.

Simone Moro illustra la tecnologia Intermatica dal Campo Base del Nanga Parbat

 Per la comunicazione dati Simone dispone di un modem satellitare Intermatica collegato all’antenna esterna, orientata verso il satellite geostazionario Thuraya, grazie alla quale riesce ad ottenere una connessione molto veloce con banda fino a 444kbps.

Simone dispone di una connessione satellitare Wifi in tutto il campo base, 24 ore su 24, che gli permette di connettersi dal proprio computer e smartphone senza cavo, aggiornare il proprio sito, mandare foto e email direttamente dalla sua tenda. Il servizio di trasmissione è flat unlimited, unico nel suo genere.
Per la comunicazione voce invece Simone utilizza un telefono satellitare Thuraya che gli permette di comunicare con qualsiasi numero telefonico, inviare e ricevere sms e aggiornare il proprio account Twitter.
Questo sarà il sistema con cui Simone comunicherà dalla montagna.

Intermatica collabora con Simone Moro da circa 10 anni supportandolo con le comunicazioni satellitari sia voce (Thuraya) che dati banda larga (ThurayaIP). Tra le novità la possibilità per Simone di poter aggiornare in tempo reale il proprio profilo Twitter direttamente dal satellitare Thuraya. La collaborazione tra Simone Moro e Intermatica permette all'alpinista di operare in sicurezza e, soprattutto, di raggiungere i suoi ambiziosi obiettivi gridandoli al mondo in tempo reale.

E’ possibile seguire Simone Moro tramite Twitter #morosimone sul blog simonemoro.gazzetta.it e sul suo sito www.simonemoro.com
Questo invece il contatto Twitter di Intermatica: #intermatica

Thuraya è un sistema basato su satelliti Geostazionari la cui copertura include 110 Paesi: un territorio abitato da circa 2,3 miliardi di persone.
Il sistema supporta trasmissioni dati e voce in modalità satellitare e GSM. Una rete voluta per offrire servizi mobili personali anche nelle aree remote ed evolutasi completando l'offerta con apparati per uso veicolare, marittimo e fisso.

Intermatica è operatore telefonico e Service Provider per l’Italia di Thuraya, Inmarsat ed Iridium, con Licenze del Ministero dello Sviluppo Economico – Dip. delle Comunicazioni (Licenza Individuale per Servizi di Comunicazione Satellitari S-PCS operanti sulla gamma di frequenze impegnate dai sistemi, oltre a Licenza specifica per l’utilizzo di dette frequenze).

Dal 2007 l’azienda è anche membro dell’ITU, International Telecommunications Union. Intermatica, Service Provider anche degli operatori Iridium e Inmarsat, è una delle aziende, a livello mondiale, più esperte e qualificate per i sistemi satellitari.
Intermatica

FONTE:
Intermatica

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email